Risata d’Autore 2014

0
261
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoMarche Teatro cala un tris d’assi per Ancona Estate 2014 e propone all’Anfiteatro Romano tre appuntamenti con la RISATA D’AUTORE. Aprono il 24 luglio la coppia Riondino Vergassola, il 9 agosto sarà la volta di Paolo Rossi e chiudono il 22 agosto gli Oblivion.

Il 24 luglio alle ore 21.30 all’Anfiteatro romano di Ancona ci sarà da divertirsi con LA TRAVIATA DELLE CAMELIE, Marguerite e Violetta: donne sull’orlo di una crisi respiratoria, sul palco una coppia come David Riondino e Dario Vergassola, accompagnati dalla musica di Giuseppe Verdi eseguita dal vivo dall’International Chambers Players composta da: Beibei Li soprano,
 Fabio Battistelli clarinetto,
 Augusto Vismara violino, Dorotea Vismara viola,
 Riviera Lazeri violoncello. Adattamento musiche Pietro Paolo Vismara. La collaborazione ai testi è di Dario Tiano e Marco Melloni. Un viaggio attraverso musica e letteratura da La Traviata di Verdi a La Dama delle Camelie di Dumas. Lo spettacolo si snoda sull’interazione tra Riondino (il fine dicitore della storia) Vergassola (l’incredulo spettatore di tanta vicenda) la cantante (una Traviata che si racconta attraverso le famose arie) e la musica originale di Giuseppe Verdi arrangiata per ensemble da camera (clarinetto, violino, viola, violoncello), attraverso una serie di situazioni drammatiche (la vicenda lo impone) ma anche dissacranti. Colpa, peccato, gelosia, redenzione, felicità, sono e ancor per molto,  saranno, i motori dei principali comportamenti umani, ma sono anche sentimenti spesso eccessivi sui quali può scivolare certa satira leggera. La musica (originale dell’opera verdiana) è fortemente coinvolgente grazie anche all’esecuzione ad altissimo livello a cura dell’International Chambers Players.

PAOLO ROSSI propone il 9 agosto alle ore 21.30 L’IMPORTANTE È NON CADERE DAL PALCO, un excursus sul teatro e i suoi maestri, dal cabaret al Mistero buffo 2.0, attraverso Molière, Cecchelin, Jannacci, Gaber, fino ad arrivare a Shakespeare: una lezioni di teatro in pillole per giovani artisti. Il “qui e ora” della rete, il “là e adesso” già detto della tv satellitare, fino alle telecamere sparpagliate in ogni angolo delle nostre città in nome della nostra sicurezza, traslocano il teatro da palcoscenico del mondo al mondo in uno sterminato palcoscenico, studio, set. Il teatro potrà tornare a occupare nella società un importante ruolo se saprà giocare sui confini tra realtà e finzione, quadro e cornice, scena, quinta e platea e soprattutto se sapranno i suoi attori disciplinarsi per recitare nello stesso momento qui e altrove.

Con il loro stile originale che mescola modernità e tradizione, vintage e attualità diventati notissimi al grande pubblico grazie al loro video su YouTube “I Promessi Sposi in 10 minuti”, geniale micro-musical visto ad oggi da più di tre milioni di utenti, arrivano sul palco dell’anfiteatro romano di Ancona il 22 agosto gli Oblivion con il loro OBLIVION.ZIP. Il gruppo Oblivion formato da: Graziana Borciani, Davide Calabrese, Francesca Folloni, Lorenzo Scuda, Fabio Vagnarelli, regia gli Oblivion, musiche LorenzoScuda, testi Davide Calabrese e Lorenzo Scuda.

Ormai hanno 10 anni suonati.
 Gli ultimi 5 trascorsi in perenne tournée nei teatri e nelle piazze di tutta Italia.
 Apolidi. Privi di una vita sociale, sentimentale e specialmente sessuale.
 Una parabola cominciata tanti anni fa a Milano, poi il boom con Canale 5, la conquista di Roma, e ora la fase della decadenza, come testimoniano le ultime tappe del tour ad Arcore e Cesano Boscone.
Un po’ sulla falsariga…Stanchi di questa routine, per ridare slancio e vigore al loro spento ménage, gli Oblivion calano il jolly. Calano la ZIP.
 OBLIVION .ZIP l’archivio portatile degli Oblivion, alle prese col meglio del loro repertorio, ma con la novità del pubblico che farà da terzo incomodo.
 Da fastidio tollerato a malapena (quando ride e applaude contaminando imirabili sketch del quintetto) a vera e propria risorsa dello show.
Un greatest hits dove cade per la prima volta la quarta parete. E il rapporto col pubblico diventa fisico. Non più solo luci e suoni, ma, finalmente, anche odori.

Gli spettacoli avranno inizio alle ore 21.30.

Prezzo biglietti: intero 15 euro, ridotto per i possessori di Marche Teatro Card 10 euro. Prevendita presso la biglietteria del Teatro delle Muse 071 52525 dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 20 (chiusa sabato e domenica) vendita on line su www.geticket.it

La biglietteria dell’anfiteatro nelle sere di spettacolo apre un’ora prima dell’inizio.

www.marcheteatro.it

LEAVE A REPLY