Santarcangelo•14 – Festival Internazionale del Teatro in Piazza (44° edizione)

0
554
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di P. De La Fuente
Foto di P. De La Fuente

Si inaugura oggi, venerdì 11 luglio, la 44° edizione del Santarcangelo•14 Festival Internazionale del Teatro in Piazza.

In dieci giorni di festival i 20 luoghi della città romagnola ospiteranno i lavori di 36 artisti che porteranno in scena trenta spettacoli della scena contemporanea italiana ed europea.

Dieci giorni di festival in cui Silvia Bottiroli, direttrice artistica e Rodolfo Sacchettini, condirettore, portano a compimento un intenso triennio di lavoro, nel corso del quale hanno disegnato una ‘mappa’ virtuale e reale della scena del presente, raccontandone ricchezza e complessità.

Fabrizio Favale/ Le Supplici presenta in anteprima per il festival, Orbita (replica alle 19 e alle 22 allo Spazio Saigi). Favale, insieme a Cristina Rizzo e a Michele Di Stefano, cura per Santarcangelo•14 la Piattaforma della Danza Balinese, un progetto di cui fanno parte gli artisti di danza del festival.

Al Supercinema, alle 20, Danio Manfredini una delle voci più intense del teatro italiano presenta in prima assoluta, Vocazione, in cui si interroga su cosa significhi, oggi, essere attore.

Al Lavatoio alle 20.30 l’artista di Capoverde Marlene Monteiro Freiitas in Guintche sul ritmo incalzante della batteria richiama, con i suoi movimenti, le movenze sensuali di Josephine Baker ma anche le danze esoteriche e tribali.

Presso l’ Hangar Bornaccino alle ore 21 Barokthegreat presenta Victory Smoke, un lavoro che riflette sulla radice del movimento.

Alle ore 21.30 allo Sferisterio Sarah Vahnee presenta, in prima nazionale, Lecture for Every One non una perfomance ma una vera e propria ‘intrusione’ che sorprenderà.

Attessisimo il debutto della giovane compagnia cilena La – Resentida, con la Imaginación delfuturo. Lo spettacolo, a Santarcangelo •14 in anteprima europea, debutterà alle ore 22 all’Hangar Bornaccino. Lo spettacolo è una libera rielaborazione della storia cilena tra Salvador Allende e il colpo di stato del 1973. Lo spettacolo è in lingua spagnola con sottotitoli in Italiano e inglese.

Sempre alle 22 a Mutonia, Il collettivo di artisti Zimmefrei presenta il film documentario Hometown | Mutonia girato lo scorso anno nel campo comunità sorto ventitre anni fa al campo comunità sorto ai confini del Comune di Santarcangelo di Romagna.

La prima giornata del festival si conclude all’Hangar Bornaccino con un dopo festival animato da Limbo Session di Niconote, per proseguire fino a notte fonda con il djset di David Love Calò.

Vivere il Festival di Santarcangelo non vuol dire soltanto assistere ai suoi spettacoli, ma partecipare a progetti speciali che trovano la propria forma a Santarcangelo nel corso del Festival: ecco allora Edificare nella Vertigine di Cristallino, aperto tutti i giorni dalle 18.00 alle 23.00 in Piazzetta Nicoletti, un percorso installativo di sei stanze costruite con materiali diversi e dove si potrà assistere alla visione di immagini, opere, spazi, musica, elementi naturali, costruendo così scenari possibili. La scuola Elementare Pascucci diventerà teatro di Art You Lost?progettodi Lacasadargilla/Muta Imago/L. Brinchi R. Zanardo (Santasangre)/Matteo Angius, percorso/installazione che tesse una biografia collettiva di Santarcangelo grazie agli oggetti e ai segni consegnati dai visitatori lo scorso anno, restituendoli in forma di creazione artistica. Gli incontri giornalieri arricchiranno il già nutrito programma di domani: alle 19.00 presso il Teatrino della Collegiata Tipografia Testamento, redazione impegnata a progettare il numero zero di una rivista che non verrà mai pubblicata, incontrerà Enrico Malatesta, invitato a produrre un articolo che verrà poi plasmato e tradotto in oggetti, una serie di parole, qualcosa di inaspettato. Dalle 20.00 alle 24.00 si potrà assistere alla stanza d’ascolto di Radio Days al Musas, una situazione informale dove sarà possibile ascoltare un vero e proprio palinsesto di opere d’archivio e contemporanee. Domani il programma si concentrerà su Radio e città, interrogandosi sul rapporto tra quest’ultima e la radio e anche sul significato dato alla città durante il secolo scorso.

Aperto tutte le sere, dalle 19 all’1.30 circa, il ristoro del Centro Festival di Santarcangelo •14 è curato dalla Cooperativa Agricola Terre solidali.

La biglietteria è aperta in Piazza Ganganelli dalle ore 10.30 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 19.30 Biglietti da € 0.50 a 12.00

Biglietteria

Piazza Ganganelli, Santarcangelo di Romagna (Rn)

Tel + 390541 623149 fax + 390541 623440

Da venerdì 11 a domenica 20 luglio dalle 10.30 alle 13 e dalle 17 alle 23.30

www.santarcangelofestival.com

 

LEAVE A REPLY