Gassmann presenta “Qualcuno volò sul nido del cuculo”

0
303
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Francesco Squeglia
Foto di Francesco Squeglia

«Venendo a teatro scordatevi il film», lo dice Alessandro Toppi, critico web e moderatore alla presentazione stampa di “Qualcuno volò sul nido del cuculo”, lo spettacolo che Alessandro Gassmann porterà al Teatro Bellini di Napoli dal 10 al 19 aprile.

Effettivamente il pensiero va subito al film di Miloš Forman del 1975 con protagonista Jack Nicholson nel ruolo di Randle Patrick McMurphy. Film tratto dal celebre romanzo di Ken Kesey del 1959. Una pellicola che si aggiudicò tutte le statuette più importanti: Oscar come miglior film, miglior regista, miglior attore, miglior attrice, migliore sceneggiatura non originale.

Ma pochi sanno che di quel romanzo esiste anche un adattamento teatrale del 1971 realizzato da Dale Wasserman. Ed è proprio a quella drammaturgia teatrale che guarda lo spettacolo di Gassmann. «Un’operazione di recupero teatrale che girò molto», continua Toppi.

Molte le novità dell’adattamento firmato dallo scrittore giallista Maurizio de Giovanni. L’ambientazione infatti ci riporta dall’America alla Campania, nell’Opg di Aversa, che proprio pochi giorni fa è stato chiuso, come del resto gli altri ospedali psichiatrici giudiziari italiani (per effetto del decreto “Svuota carceri”). Siamo nel 1982 e il protagonista Dario Danise, che in scena sarà interpretato da Daniele Russo, porta avanti una battaglia contro il sistema repressivo di Suor Lucia. «Il testo parla di libertà e sopraffazione», racconta Gassmann, «temi che sento molto vicini».

Dodici attori in scena per uno spettacolo «complesso dal punto di vista tecnologico e scenografico. Racconta la follia ma è molto logico». E sulla nuova ambientazione tutta campana, con l’introduzione del dialetto, si pronuncia Maurizio De Giovanni: «non ci allontaniamo dal testo perchè in fondo questi personaggi sono universali».

In scena: Gilberto Gliozzi (nel ruolo del “gigante” Ramon Machado, il Grande capo Bromden del film), Mauro Marino (Muzio Di Marco – Dale Harding), Daniele Marino (Fulvio Calabrese – Billy Bibbit), Marco Cavicchioli (Giacomo Buganè – Scanlon), Alfredo Angelici (Manfredi Delle Donne – Cheswick), Giacomo Rosselli (Adriano Bernardi – Martini), Elisabetta Valgoi (Suor Lucia – l’infermiera Ratched), Giulio Janni (dottor Graziano Festa – dr. Spivey), Gabriele Granito (assistente Esposito – assistente Warren), Antimo Casertano (assistente Lorusso – assistente Williams e Giulia Merelli (infermiera Spina e Titty Love – infermiera Flinn/Candy Star).

———-

Uno spettacolo di Alessandro Gassmann.

Scene: Gianluca Amodio

Costumi: Chiara Aversano

Disegno: Luci Marco Palmieri

musiche originali: Pivio & Aldo De Scalzi

Videografie: Marco Schiavoni

Aiuto Regia: Emanuele Basso

Info: www.teatrobellini.it

LEAVE A REPLY