Puzzle me!

0
196
Condividi TeatriOnline sui Social Network

a dance work by Yang Jiang

progetto internazionale di

Academy of Arts and Design TSINGHUA UNIVERSITY di Pechino e

NABA Nuova Accademia di Belle Arti Milano

prodotto da UNI-CLASS e CHANGE PERFORMING ARTS

gestione progetto Su Dan e Marc Ledermann, coreografia Yang Jiang, spazio scenico Margherita Palli con Marco Cristini, costumi Colomba Leddi con Miao Ran musica Feng Man Tian, immagini Luciano Romano, consulente artistico Su Dan. Danzatori Sarah Lisette Chiesa, Luciana Maria Croatto, Christine De Castillhos Ceconello, Marion Karline, Juan Pablo Lastras Sanchez, Ross Andrew Martinson, Ryan Ocampo, Samuel Retortillo Gutierrez, Andres Acosta Rodriguez, Veronica Segovia Torres, Uzlenkov Yevgen

———

Il programma del Teatro dell’Arte che accompagna i sei mesi di EXPO si apre con la prima assoluta di Puzzle me!, un progetto internazionale di teatro danza con undici danzatori in scena.

Lo spettacolo è frutto di una articolata operazione multiculturale, un esperimento di meticciato artistico, che mette a confronto esperienze e culture diverse tra Oriente e Occidente. Due importanti poli per la formazione artistica, l’Academy of Arts & Design, Tsinghua University di Pechino e NABA Nuova Accademia di Belle Arti Milano hanno dato vita a questo progetto, accomunate dal principio che “la creazione si sviluppa attraverso l’educazione e l’educazione attraverso la creazione”.

Da qui ha preso avvio un processo creativo a cui hanno contribuito personalità impegnate sia nella creazione teatrale, sia nel lavoro di formazione: protagonisti nella realizzazione dello spettacolo sono infatti il coreografo Yang Jiang e il musicista Feng Man Tian legati alla Tsinghua University Academy di Pechino, insieme alla scenografa Margherita Palli e alla stilista Colomba Leddi, impegnate sul piano accademico di NABA Milano.

Sono inoltre coinvolti l’artista Luciano Romano che ha già collaborato a numerosi progetti di CRT con Peter Greenaway e il professor Su Dan di Pechino, vice Direttore di Tsinghua University e autorevole coordinatore artistico che ricopre importanti ruoli in istituzioni cinesi legate al design e all’arte contemporanea.

E infine undici giovani danzatori, provenienti dai quattro angoli del mondo (Regno Unito, Spagna, Filippine, Ucraina, Francia, Brasile, Argentina) si sono ritrovati a Milano per due mesi, creando le condizioni per un eccezionale esperimento di crossover artistico, culturale e produttivo.

Secondo le dichiarazioni del coreografo Yang Jiang Puzzle me! “è uno spettacolo di danza contemporanea che indaga l’enigmatico rapporto tra l’uomo e la sua interiorità, tra l’uomo e la natura, tra il singolo e la società”. Yang Jiang costruisce una coreografia autobiografica ispirata alle sue esperienze personali, la cui struttura drammaturgica ripercorre l’intero ciclo vitale dell’individuo, esplorandone le difficoltà quotidiane, i pregiudizi, le ansie, le paure, le esitazioni.

La musica che accompagna lo spettacolo per l’intera sua durata è stata scritta con l’obiettivo di esprimere il senso infinito del movimento della vita, il suo sviluppo nello spazio e nel tempo. Il concetto di questa composizione, la sua forza hanno profonde radici nella musica antica cinese, vera ossatura di questo emozionante brano musicale, che dalla prima all’ultima nota, cerca di toccare l’animo dell’ascoltatore.

Feng Man Tian dà espressione al senso di impotenza e di compassione della vita che la musica suggerisce suonando in modo magistrale dal vivo il ruan, uno strumento tradizionale a corde, da lui usato in modo non convenzionale.

Per disegnare la sua scenografia Margherita Palli ha fatto ricorso sia a materiali tecnologici d’avanguardia, utilizzati normalmente nel mondo del velismo, sia a materiali tradizionali con richiami orientali come la carta, per realizzare forme leggere fluttuanti nell’aria, ora ispirate ai mobiles di Calder, ora precisa citazione agli studi del volo leonardeschi.

I costumi disegnati da Colomba Leddi “ri-vestono i corpi dei ballerini” citando volutamente quei fashion designer sia occidentali che orientali i quali “hanno cambiato il mondo della moda attraversando Oriente e Occidente, fondendo modelli tradizionali e sperimentazioni d’avanguardia”.

Puzzle Me! È il risultato di un processo di “creazione che si sviluppa attraverso l’educazione e di un’educazione attraverso la creazione”. Conoscere il mondo è conoscere se stessi. Sappiamo che la comprensione dell’universo si scopre attraverso i dettagli. Studio, pensiero, azione, pratica, sono tutti legati ai sensi e al corpo. Dobbiamo tendere alla perfezione nella nostra umanità. Siamo però granelli di sabbia nell’oceano dell’umanità e all’interno di un granello di sabbia c’è il mondo“. Su Dan, consulente artistico
————

Yang Jiang, giovane artista cinese impegnato nella creazione, esecuzione e insegnamento della danza.

Si è esibito in alcuni tra i più importanti festival (new York, Berlino, Parigi, Londra). E’, ad oggi, l’unico ballerino cinese ad aver lavorato con Jiri Kylian, William Forsythe, Mats EK e molti altri celebri maestri di danza. Ha lavorato, inoltre, per “Art tout terrain” come artistic planner, “So You Think You Can Dance” e “Super Dancer Born Tonight of SINO-US” in Cina come dance director.

La fusione di vari tipi di danza fa del suo lavoro allo stesso tempo creativo ed elegante; esprimendo sia la tradizionale cultura cinese sia il romanticismo francese.

Feng Man Tian deve la sua formazione di musicista alla sua famiglia d’origine. Dal padre ha appreso a suonare gli strumenti tradizionali come il ruan. Ha suonato nell’Orchestra Nazionale Cinese. Ma è anche capofila della generazione del rock in Cina dove ha fondato la prima rock&roll band, i White Angels.

Su Dan è Maestro Sovrintendente e vice Direttore dell’Academy of Arts & Design, Tsinghua University di Pechino, dove è stato nominato anche presidente del Consiglio di Arte Ambientale. Ricopre altre importanti cariche in diverse istituzioni cinesi legate al design: nell’ambito dell’Interior Design Council è direttore del Comitato Artisti e membro del Comitato Architettonico. Inoltre è membro del Sight Design Council in ICAD e per l’Expo di Milano è direttore per il padiglione cinese per la sezione Esposizione, Paesaggio e Interior Design.

Margherita Palli Advisory Leader di NABA Scenografia. Come scenografa vanta una lunga carriera al fianco di registi come Luca Ronconi, Franco Branciaroli, Liliana Cavani, fra gli altri. Ha collaborato con i principali teatri di prosa e di lirica operanti in Italia e in Europa: il Piccolo Teatro di Milano, il Teatro alla Scala, la Comédie Française, il Festival di Salisburgo, la Biennale di Venezia. Ha vinto numerosissimi prestigiosi premi.

Colomba Leddi è Course Leader del Triennio in Fashion Design di NABA. Con il gruppo “Frammenti” ha sperimentato l’applicazione di tecniche artigianali al settore dell’abbigliamento. Nel 1996 ha aperto il suo atelier nel quale crea pezzi unici presenti in esclusive boutique in Italia e all’estero. Ha inoltre insegnato al Fashion Institute of Technology di New York ed ha collaborato agli allestimenti di importanti mostre multimediali con gli architetti Italo Rota e David Kohn.

———

6>10 maggio 2015

(ore 20.30, sabato ore 19.30, domenica ore 16.00)

Teatro dell’Arte

viale Alemagna, 6 – 20121 Milano

tram 1, 19, 27 – autobus 57, 61, 94

M 1 e 2 Cadorna Triennale

BikeMi 33

la sede è accessibile alle persone con disabilità

orari spettacoli

dal martedì al venerdì ore 20.30

sabato ore 19.30

domenica e festivi ore 16.00

biglietti

Palcoscenico

€ 25/22, € 22/20 convenzionati, € 17/15 under 30, € 10/8 under 14, € 12.50/11 over 65

biglietteria Teatro dell’Arte

tel. 02 72434258

biglietteria@crtmilano.it

orari di apertura: dal martedì al venerdì 14.30>18.30

sabato 11>15

biglietti on line

http://www.midaticket.it

con l’opzione print-at-home si ha diritto a presentarsi in teatro all’orario d’inizio dello spettacolo

info

www.crtmilano.it

www.triennale.org

facebook.com/CRTMilano

twitter.com/CRT_milano

 

LEAVE A REPLY