Jazz in Vigna: ecco il terzo appuntamento

0
219
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoFa caldo, un caldo da “tormento”, ed ognuno è in cerca, per il weekend, di ombra, frescura e relax. Senza d dimenticare il diletto.

E’ quello che si promette di offrire la serata di sabato 11 luglio a partire dalle ore 20.30 con una bella passeggiata all’ombra rassicurante dei vigneti ed, alle 21.00, un rigenerante concerto sulle note del jazz made in sud di Mario Romano Quartieri Jazz.

Location l’azienda vitivinicola Montespina di Antonio Iovino in via San Gennaro Agnano, 63 (Pozzuoli).

Un tour per scoprire, dal vivo, da dove e come nascono le leccornie che saranno servite prima e dopo il concerto, annaffiate da gustosi vini Falanghina e Piedirosso.

Squadra che vince non si cambia. Ancora una volta a salire sul palco con Mario Romano alla chitarra saranno Luigi Esposito al piano, Ciro Imperato al basso ed Emiliano Barrella alla batteria.

Saranno loro a dare corpo, anima e note ai brani, ormai noti e cari, del disco ‘E strade cà portano a mare (Graf Editore).

Il progetto musicale nasce da un’idea di Mario Romano che in questo lavoro unisce in maniera originale il jazz manouche alle melodie e ai suoni propri della tradizione napoletana…

Guest star del disco alcuni tra musicisti che hanno inventato e portato avanti il filone del jazz napoletano: Antonio Onorato, Marco Zurzolo, Daniele Sepe, Riccardo Veno, e Joe Amoruso, maestri e compagni del viaggio artistico e umano del compositore partenopeo.

Gustose chicche, poi, dal nuovo lavoro discografico “Le quattro giornate di Napoli” attualmente in lavorazione.

Dal brano che dà il nome all’album, Le 4 Giornate di Napoli appunto, a Vesuvia e Cammen.

Odi alla voglia di cambiamento, che miscela coraggio e rabbia, per combattere la rassegnazione, e canti d’amore, per la per la propria terra e la propria donna.

Forse gli antichi canti del Regno delle Due Sicilie, definirebbero questi tenaci esponenti della “resistenza culturale” in note, novelli briganti che “hanno imbracciato chitarra e tamburi perché sta musica s’addà cagnà”.

———-

La nuova formula della serata

Una serata a portata di tasca (12 euro) che miscela note capaci di risvegliare antiche suggestioni e voglia di cambiamento ed enogastronomia. Subito dopo la passeggiata, infatti, verrà servito un buffet “rinforzato” a base di zeppoline e pasta e fagioli con le cozze. Dopo il concerto, poi, sarà il momento del dessert, un dolce modo di augurarsi la buonanotte.

———-

Il Menu della serata pre e post concerto

Antipasto a base di calde e croccanti zeppoline di benvenuto. Primo mare e monti a base di pasta e fagioli con le cozze e, come dessert (post concerto) la torta della buonanotte.

Ad annaffiare il tutto calici di Piedirosso e Falanghina.

———-

Ed ora… lunghe e rigeneranti sorsate di neapolitan gipsy jazz per nutrire l’anima e rinfrescare dall’afa estiva

https://www.youtube.com/watch?v=ahDv-eX56pM (Da ‘E strade cà portano a mare: Rum e speranzella

https://www.facebook.com/video.php?v=10202968236342736&fref=nf ( Dal nuovo disco: Le quattro giornate di Napoli)

https://www.youtube.com/watch?v=rgLZqan66ek&feature=youtu.be (Dal nuovo disco: Vesuvia).

Durante la serata saranno acquistabili le ultime copie del lavoro discografico ‘E strade cà portano a mare, ormai esaurito negli store. Per chi voglia portare con sé, ascoltare e riascoltare, un vivido pezzetto di emozioni in musica.

Per maggiori informazioni e prenotazioni è possibile chiamare al numero 3404893836, o mandare una mail a quartierijazz@live.it

 

LEAVE A REPLY