La voce dei rifugiati politici. Pensieri, musica e canti

0
247
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Sonja Pev
Foto di Sonja Pev

Il Teatro Officina restituisce al pubblico il lavoro con i Rifugiati politici, svolto all’interno di un laboratorio a loro dedicato sostenuto dall’Ufficio Servizi per Adulti e Politiche per l’Immigrazione del Comune di Milano. Questa esperienza, giunta alla sua seconda edizione, utilizza la pratica del teatro come dispositivo comunicativo, costituendo un lavoro originale e inconsueto nel panorama del teatro sociale, una pratica che il Teatro Officina sperimenta da decenni. Dopo un anno particolarmente difficile per loro e per i servizi sociali che li hanno in carico i rifugiati approdano su un palco dove si presentano nella loro umanità, svelando sfumature che sfuggono alle cronache giornalistiche. Qui danno voce ai loro vissuti con pensieri, musica e canti, condividendo con il pubblico il loro viaggio.

 ———

Chiostro Nina Vinchi (via Rovello, 2)

Lunedì 28 settembre 2015 ore 17.30

LA VOCE DEI RIFUGIATI POLITICI

Pensieri, musica e canti

Laboratorio condotto da Massimo de Vita e Enzo Biscardi del Teatro Officina

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

 ———

INFO:

Teatro Officina

Via S. Erlembardo, 2 – 20126 Milano

info@teatroofficina.it | www.teatroofficina.it | tel: 02.2553200

LEAVE A REPLY