Presentazione della nuova stagione del Rossetti (Trieste)

0
376
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoÈ ricca di novità la Stagione 2015-2016 del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, la prima firmata dal direttore Franco Però, che l’ha presentata in conferenza stampa giovedì 10 settembre.

Una presentazione tenuta sul palcoscenico del Politeama Rossetti: il cuore del Teatro dove, per una volta, sono saliti tutti, artisti e autorità, rappresentanti della stampa e spettatori interessati. A simboleggiare il forte legame di appartenenza che il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia possiede e desidera incrementare con la comunità in cui è radicato.

Bellissime novità quindi per la Stagione 2015-2016 del Teatro Rossetti,Un cartellone ampio che indaga i molti linguaggi del teatro, danza, musical, circo, ma pone al cuore dell’attività la Prosa, con ben 10 produzioni e la creazione della Compagnia Stabile. Forte la vocazione al dialogo con l’Europa: tre i titoli di prosa in lingua straniera, fra cui spicca l’Hamlet del Globe Theatre in esclusiva italiana. Inaugurazione il 27 ottobre con Scandalo di Schnitzler con Stefania Rocca e Franco Castellano diretti da Però, poi il pasoliniano Porcile per la regia di Valerio Binasco e la ricerca di Darling. Fra gli eventi La Verità di Daniele Finzi Pasca, Le cirque invisible di Victoria Chaplin, poi la danza di Pixel e Sleeping Beauty on Ice e fra i musical Billy Elliot e Notre Dame de Paris.

Dopo l’introduzione del presidente dello Stabile regionale, Miloš Budin, e il saluto del Sindaco di Trieste Roberto Cosolini, dell’Assessore regionale al Bilancio Francesco Peroni e della Presidente della Provincia di Trieste Maria Teresa Bassa Poropat, si è entrati nel vivo di un cartellone di ampio respiro – oltre 50 gli spettacoli – che indaga i molti e affascinanti linguaggi del teatro – danza, musical, circo – ma pone al centro della propria attività la Prosa, la produzione (10 titoli, di cui 8 nuove), e la vocazione al dialogo internazionale, specie con l’Europa. E non per questo dimentica di fare sistema con istituzioni e altri teatri del territorio – a cominciare dallo Stabile Sloveno, dal Teatro Miela e dalla Civica Accademia Nico Pepe – nell’intento di assicurare un’offerta culturale sempre più valida e piena. La programmazione, infatti, si articola in più percorsi di genere, Prosa, Musical ed Eventi, Danza & dintorni, Altri percorsi a cui si aggiungono la prestigiosa tranche di Eventi Internazionali e un’inedita Stagione Junior.

Una nuova annata dunque pregna di novità e qualità, come da sempre siamo abituati a vedere al Rossetti, non ci resta che attendere le date delle prime per godere della “magia “ del teatro.

LEAVE A REPLY