L’Orchestra di Padova e del Veneto e i Solisti Veneti celebrano il Natale a Padova e Rovigo

0
308
Condividi TeatriOnline sui Social Network

banner solistiopv

Per celebrare la ricorrenza del Santo Natale, l’Orchestra di Padova e del Veneto e i Solisti Veneti di Claudio Scimone terranno quattro concerti ad ingresso libero e gratuito nelle province di Padova e Rovigo. L’OPV si esibirà venerdì 4 dicembre alla Chiesa Parrocchiale di Santa Caterina a Stanghella (PD) e sabato 5 dicembre al Duomo di Santa Maria Assunta a Loreo (RO). I Solisti Veneti saranno sabato 12 dicembre alla Chiesa dei SS. Apostoli Pietro e Paolo a Fratta Polesine (RO) e domenica 13 dicembre al Duomo di San Lorenzo a Conselve (PD). I quattro appuntamenti sono realizzati con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.

Luca Guglielmi
Luca Guglielmi

I primi due concerti vedranno l’Orchestra di Padova e del Veneto protagonista venerdì 4 dicembre alle 21.00 alla Chiesa Parrocchiale di Santa Caterina a Stanghella (PD) e sabato 5 dicembre, sempre alle 21.00 al Duomo di Santa Maria Assunta a Loreo (RO).

Guidata dal direttore e clavicembalista Luca Guglielmi, l’OPV sarà impegnata in un repertorio che dal Veneto di Antonio Vivaldi e Giuseppe Torelli giunge fino alla Germania di Johann Sebastian Bach. Del “Prete Rosso” verranno eseguite la Sinfonia avanti l’opera Ottone in villa RV 729, primo grande cimento di Vivaldi operista e impresario e il Concerto in re maggiore op. XII, n. 3 RV 124 “Concerto ripieno” per organico di soli archi senza solista. Nella grande tradizione strumentale di musiche composte per il Natale si inserisce, invece, il Concerto a quattro in forma di Pastorale per il S.S. Natale in sol minore op. 8 n. 6 di Giuseppe Torelli. Il Concerto in la maggiore per clavicembalo, archi e basso continuo BWV 1055 di Bach vedrà Luca Guglielmi esibirsi come solista, con Enrico Casazza come violino principale. In chiusura di serata la Suite (Ouverture) in do maggiore BWV 1066, capolavoro del cosiddetto gemischster Stil ossia quello “stile misto”, molto in voga nei primi anni del Settecento in cui concorrono elementi tratti dallo stile francese, italiano e tedesco.

Salvatore Accardo
Salvatore Accardo

I Solisti Veneti saranno invece, sabato 12 dicembre alle 21.00 alla Chiesa dei SS. Apostoli Pietro e Paolo a Fratta Polesine (RO) e domenica 13 dicembre, alle ore 21.00 al Duomo di San Lorenzo a Conselve (PD).

Il programma proposto a Fratta Polesine il 12 dicembre conterrà due prime esecuzioni assolute di brani scritti e dedicati ai Solisti Veneti: Cantus di Guido Lòpez-Gavilàn, composto in occasione della visita a Cuba di Papa Francesco, e Inflammatus et accensus di Pino Donaggio. Il concerto prevede l’esecuzione del Corale “Jesus bleibet meine Freude” dalla Cantata “Herz und Mund und Tat und Leben” BWV 147 di Johann Sebastian Bach, composta inizialmente per l’Avvento e poi ampliata con vari brani, fra cui questo Corale, per la festa della Visitazione della Beata Vergine Maria. Si proseguirà con il Concerto in re minore op. 9 n. 2 Ros.I.9.2 per oboe e archi di Tomaso Albinoni uno dei massimi nomi della cultura musicale veneziana del Settecento. Di Antonio Vivaldi verranno eseguiti il Concerto n. 10 in si minore per quattro violini, violoncello e archi dall’Opera Terza “L’estro Armonico” e il Concerto in la minore RV 419 per violoncello e archi. Dal genio di Wolfgang Amadeus Mozart arriva l’Adagio in do maggiore K 580a sul tema dell’“Ave Verum” K 618 per corno inglese e archi. Chiuderanno il concerto le Variazioni su una canzone veneziana per tromba e archi di Jean Baptiste Arban.

Domenica 13 dicembre, al Duomo di San Lorenzo di Conselve (PD) i Solisti Veneti accompagneranno il grande violinista Salvatore Accardo nel Concerto in la minore BWV 1041 di Johann Sebastian Bach e il Concerto in la maggiore K 219 di Wolfgang Amadeus Mozart. Verranno inoltre eseguiti, il Concerto in re minore op. 9 n. 2 Ros.I.9.2 per oboe e archi di Tomaso Albinoni, Cantus di Guido Lòpez-Gavilàn, e Inflammatus et accensus di Pino Donaggio.

I concerti sono ad ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento posti.

Per informazioni

Orchestra di Padova e del Veneto
049.658848
info@opvorchestra.it
www.opvorchestra.it

Solisti Veneti
049.666128
info@solistiveneti.it
www.solistiveneti.it

LEAVE A REPLY