Kilowatt tutto l’anno: ecco gli appuntamenti dal 18 al 20 dicembre 2015

0
151
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Alessandro Nosotti
Foto di Alessandro Nosotti

Termina questo fine settimana la prima parte di KILOWATT TUTTO L’ANNO, promosso dall’associazione CapoTrave/Kilowatt diretto dal regista e drammaturgo Luca Ricci, realizzato in collaborazione con il Comune di Sansepolcro (Ar), con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, della Regione Toscana e di Aboca.

Il programma 2015 ha proposto un cartellone di quattro prove aperte al termine di altrettante residenze di teatro d’innovazione e danza contemporanea, due spettacoli serali e tre spettacoli per bambini all’interno della nuova rassegna “Scintille. La scena contemporanea per bambini e ragazzi“, dedicata al teatro ragazzi, organizzata in collaborazione con Tedamis.

L’ultimo fine settimana di Kilowatt inizia venerdì 18 dicembre in collaborazione con lAssociazione Sosta Palmizi, con una grande serata dedicata alla danza contemporanea con due spettacoli dislocati nel territorio aretino: PESADILLA prova aperta al termine della residenza (spettacolo vincitore del Premio Equilibrio 2015) di e con Piergiorgio Milano in scena al Teatro alla Misericordia di Sansepolcro (AR) alle ore 19.00 e 6 QUI, secondo incontro della rassegna Invito di Sosta Appuntamenti con la danza contemporanea d’autore e che vedrà sul palco del Teatro Mecenate di Arezzo, alle ore 21.00, i 6 fondatori dello storico collettivo Sosta Palmizi.

Per chi vorrà assistere a entrambi gli spettacoli, Sosta Palmizi mette a disposizione un servizio navetta gratuito da Arezzo a Sansepolcro (partenza dal Teatro Mecenate di Arezzo alle ore 18.00).

Piergiorgio Milano, danzatore e coreografo under 35 formatosi presso la School for New Dance of Development ad Amsterdam, Le Lidò – École des art du cirque di Tolosa, e presso la Scuola di circo di Torino Flic, co-fondatore e coreografo del collettivo di danza e circo 320 Chili ha vinto il prestigioso Premio Equilibrio con questo spettacolo che, tra danza, teatro e circo, è un insieme di studi coreografici e teatrali, spesso buffi, sulle prassi più estese della vita quotidiana: svegliarsi, lavorare e dormire. La ricerca si sviluppa attraversando una serie di problemi dai nomi esotici e allo stesso tempo ordinari nella vita di molte persone: insonnia, narcolessia, sonnambulismo.

Infine, domenica 20 dicembre alle 17.00 sarà in scena il piemontese Teatrodistinto con IL GIOCO DEL LUPO, spettacolo poetico e divertente sul tema della cattiveria. Vincitore del Festival Giocateatro 2013 di Torino, lo spettacolo prende spunto da una serie di riflessioni: quanto siamo consapevoli della nostra aggressività, chi sa insegnarci la misura con cui possiamo manifestarla? Attraverso il gioco, possiamo dare forma alla sua ombra, bussare alla sua porta per conoscerla e scoprire fino a che punto possiamo esprimerla, senza correre il rischio di restare soli. In questo spettacolo, che spazia dal teatro di figura al cinema muto, si formano sul palcoscenico dinamiche ironiche ed esilaranti che partono dall’ottima mimica e arrivano ad un uso studiato del linguaggio del corpo. Lo spettacolo sarà preceduto, alle ore 15, da un laboratorio per bambini con l’illustratore Oscar Sabini che firma anche l’immagine grafica dell’edizione 2015-2016 di Kilowatt Tutto l’Anno.

É consigliata la prenotazione per gli spettacoli.

Per il programma completo visionare il sito www.kilowattfestival.it

———-

Associazione Culturale Compagnia CapoTrave

Via della Misericordia 19, 52037 Sansepolcro (AR)

tel. 0575 733063 / mob. 339 4074895

www.capotrave.comwww.kilowattfestival.itwww.bespectactive.eu

———-

Facebook: Kilowatt Festival – Twitter: @KilowattArt

Prenotazione biglietti: biglietteria@kilowattfestival.it 339.4074895

———-

Biglietto unico per i 2 spettacoli di danza: € 15 – Servizio navetta incluso nel prezzo.

Ingresso singolo spettacolo: € 9,00 – Ingresso ridotto bambini e under 25: € 6,00

Ingresso singolo spettacolo per i possessori della Kilowatt Card: € 6,00

LEAVE A REPLY