Dalla Biennale Danza di Venezia a Novara: “Kudoku – Ninarello&Kinzelman”

0
448
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoDa sempre NovaraJazz ha fatto della contaminazione tra le arti uno dei suoi punti di forza, una specificità che lo ha reso negli anni (tredici ad ora) un festival vasto e complesso che non solo ha portato a Novara il meglio del jazz internazionale contemporaneo, ma anche installazioni, presentazioni editoriali, esposizioni fotografiche… La stagione 2016/2017 porta a Novara, insieme al suo bagaglio di concerti, degustazioni e masterclass, un grande evento, protagonista e coprodotto da NovaraJazz all’ultima Biennale Danza di Venezia: sabato 8 ottobre alle 21 all’Attico delle Arti (Largo Donegani, 5 – Novara) va in scena “Kudoku – Ninarello&Kinzelman”.

La grande danza incontra la grande musica con la coreografia e la performance di Daniele Ninarello e la musica di Dan Kinzelman.

fotoIl compositore Dan Kinzelman e il coreografo Daniele Ninarello per la prima volta si incontrano in un territorio di esplorazione comune: lo spazio come luogo in cui esercitare e trasfigurare il corpo, sonoro e fisico, la sua precarietà, la sua impermanenza, la fatica della resistenza. Dan Kinzelman lavora improvvisando dal vivo con l’elettronica, mescolando sintesi, rumori interni delle macchine e feedback, assieme a suoni generati dagli strumenti che da anni utilizza maggiormente: sax, clarinetto, flauti, stratificando i vari elementi con l’ausilio di una loop station. Nel comporre la parte coreografica Daniele Ninarello, oltre a ricercare nel campo a lui abituale della composizione istantanea, opera in un territorio che si crea dal dialogo continuo con il paesaggio sonoro e le informazioni che da questo riceve per contattare quei fili invisibili che uniscono corpo e spazio. La sperimentazione sonora e quella corporea tendono dunque a tradurre gli elementi percettivi attraverso cui l’evolversi della figura umana si rende visibile. Qualcosa all’interno del corpo vibra costantemente come una minaccia: è il caos, il rumore interno delle cicatrici e dei pensieri. E riguarda tutti. Soltanto la danza può assestare progressivamente queste tracce nel qui e ora. E ripulire lo sguardo, trovare pace. Come un vero e proprio mantra fisico da esplorare nella sua continuità, perimetro muto di un pensiero correttamente liberato.

I biglietti per l’evento sono acquistabili la sera stessa presso l’Attico delle Arti.

fotoL’appuntamento sarà anticipato da un imperdibile appuntamento per i danzatori: venerdì 7 ottobre dalle 18 alle 20 una masterclass di danza contemporanea tenuta da Daniele Ninarello. In una prima parte la classe coinvolgerà il danzatore a sperimentare un ascolto profondo del corpo, ad analizzare la sua dinamica attraverso il peso, la pressione e la mobilità articolare, con esercizi mirati a risvegliare il corpo alla sua prontezza e capacità di organizzarsi in movimento nello spazio. Una seconda parte sarà dedicata allo studio di partiture coreografiche volte a mettere in campo gli strumenti sperimentati e acquisiti precedentemente.

La partecipazione alla masterclass comprende anche l’ingresso all’appuntamento Kudoku del giorno successivo.

Per iscrizioni atticodellearti@gmail.com

NovaraJazz 2016/2017 è realizzato con il patrocinio di Comune di Novara e con il contributo di MiBACT, Compagnia di San Paolo, Fondazione Piemonte dal Vivo.

LEAVE A REPLY