Teatro Sociale “Giorgio Busca” (Alba): ecco la nuova stagione 2016/2017

0
3222
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoLa ventesima stagione teatrale del Teatro Sociale G.Busca di Alba inaugura in grande stile venerdì 18 e sabato 19 novembre con un classico di Prosa: Il malato immaginario di Molière interpretato con intelligenza e ironia da Gioele Dix. Lo spettacolo, nato come omaggio a Franco Parenti a 25 anni dalla scomparsa, ha registrato un mese di sold out la scorsa stagione.

La stagione di prosa prosegue giovedì 15 dicembre con Finchè giudice non ci separi commedia che analizza, ma allo stesso tempo ironizza sul difficile tema della separazione trascinando lo spettatore, attraverso sensi di colpa e sarcasmo, all’interno di una divertente vicenda piena di colpi di scena. Tra i protagonisti un brillante Nicolas Vaporidis. Sabato 21 e domenica 22 gennaio spazio alla commedia napoletana con Non ti pago uno dei testi più noti e divertenti della drammaturgia di Eduardo De Filippo. Lo spettacolo si sviluppa attorno ai vari tentativi di appropriarsi di un biglietto vincente del lotto tra esasperate contese, dispute surreali e grottesche maledizioni. Giovedì 9 febbraio va in scena Qualcuno volò sul nido del cuculo dal romanzo di Ken Kesey celebre per la versione cinematografica di Miloš Forman, interpretata da Jack Nicholson, e entrata di diritto nella storia del cinema. Per la versione teatrale lo scrittore Maurizio de Giovanni ha avvicinato a noi, cronologicamente e geograficamente, le vicende mentre Alessandro Gassmann ha ideato un allestimento personalissimo e diretto un cast eccezionale. Martedì 28 febbraio è la volta di un testo inedito e mai rappresentato in Italia: Scandalo, storia di un amore giovane e profondo, che travolge gli schemi stantii della società interpretato da Franco Castellano e Stefania Rocca, nomi di primo piano nel cinema e nel teatro contemporanei. Domenica 5 marzo uno straordinario Marco Bocci inscena la vita e l’opera di Modigliani. Non si può raccontare l’artista senza considerare l’universo femminile che ha amato e dipinto tra dolcezza, impenetrabilità e sensualità. Romina Mondello, Claudia Potenza, Vera Dragone e Giulia Carpaneto incarnano le donne più significative della vita di Modì, ma sono anche il simbolo dei diversi periodi che ha attraversato la sua arte. Lunedì 20 marzo il romanzo di Aldo Palazzeschi Sorelle Materassi viene riletto dal regista Geppy Gleijeses. Milena Vukotic, Lucia Poli e Marilù Prati sono le tre “zitelle” protagoniste dello spettacolo ambientato tra le due guerre in una laboriosa Firenze. La vita familiare delle donne prosegue tranquilla e isolata fino a che, con l’arrivo in casa del nipote, il sereno benessere comincia ad incrinarsi. Martedì 18 e mercoledì 19 aprile la stagione di prosa si conclude con Mi piaci perché sei così, brillante commedia con protagonisti Marco e Monica (Gabriele Pignotta e Vanessa Incontrada) innamorati e sposati da qualche anno. Quando sopravviene la crisi, la coppia tenta una terapia sperimentale che, attraverso una strana tecnica di ipnosi, li metterà in condizione di vedere il mondo con gli occhi del partner.

Un grande Evento Speciale arriva in teatro martedì 20 e mercoledì 21 dicembre. Arturo Brachetti, il più grande trasformista al mondo, torna sul palcoscenico con Solo uno spettacolare “one-man show” fatto di ombre cinesi, sand-art, 3D mapping per un viaggio fantasioso e surreale.

Dopo il successo di Grease dello scorso anno, tra gli spettacoli Fuori Abbonamento torna nuovamente il musical. Mercoledì 15 febbraio va in scena Billy Elliot tratto dal film di Stephen Daldry con le musiche pluripremiate di Elton John in un allestimento dal respiro internazionale firmato Massimo Romeo Piparo.

Tra i percorsi a teatro, sempre “fuori abbonamento”, si inseriscono altri due appuntamenti. Mercoledì 8 marzo spazio alla musica e al divertimento con Oblivion: the human jukebox. Gli Oblivion, diventati noti grazie al video su YouTube “I Promessi Sposi in 10 minuti”, hanno in repertorio tutti i grandi della musica italiana e internazionale e sono pronti ad affrontare sfide sempre più difficili a colpi di duetti impossibili, parodie e canzoni strampalate. Dai Ricchi e Poveri al rap passando per i Cori Gospel, da Morandi ai Queen: tutte le canzoni senza farne nessuna.

Seguirà poi per il progetto speciale della stagione 2016-2017, Domenica 9 aprile con RossInTesta la poesia del cantautore Gianmaria Testa è interpretata dall’amico Paolo Rossi, il più stralunato e incisivo degli attori comici italiani con una passione e un talento mai nascosto per la musica. Uno spettacolo che suona un po’ come un risarcimento, per la mancanza di Gianmaria Testa, per il talento musicale di Paolo Rossi, per l’amore del pubblico verso il teatro canzone.

Nel corso della stagione il palcoscenico della Sala “M. Torta Morolin” ospiterà anche una serie di incontri tra il pubblico e gli artisti ospiti del Teatro. Un’occasione per conoscere meglio gli attori e la loro storia, per farsi raccontare particolari curiosi degli spettacoli in cartellone e per cogliere meglio le molteplici sfumature del mondo del teatro.

La stagione teatrale 2016-2017 si arricchisce della rassegna Teatro Sport, una bella novità che intende portare sul palcoscenico due spettacoli capaci di coniugare lo spirito tragico e quello olimpico, le vicende sportive e i momenti più salienti della storia contemporanea. E così venerdì 3 febbraio va in scena La maglia nera, scritto e interpretato da Matteo Caccia, storia di un ciclista ai tempi di Coppi e Bartali balzato agli onori della cronaca per aver regalato all’ultimo in classifica la stessa ribalta dei primi. Giovedì 30 marzo saranno protagoniste Le Olimpiadi del 1936 Federico Buffa, noto per essere il commentatore sportivo di Sky, porta in scena l’Olimpiade di Berlino che Hitler voleva trasformare nell’apoteosi della razza ariana e che invece sono ricordate come le prime Olimpiadi moderne della storia.

Come consuetudine, per tre sabati tra febbraio e marzo, torna la rassegna Teatro del Territorio in collaborazione con l’Associazione Il Nostro Teatro di Sinio e a cura di Oscar Barile. Primo appuntamento, proposto proprio dalla compagnia del Nostro Teatro di Sinio, il 25 febbraio con Strì: storia che mette a confronto un vecchio zio dal carattere spigoloso e difficile, emblema della passata generazione langhetta, e le nuove leve. L’11 marzo con l’Alfatre Gruppo Teatro di Collegno si va Na seira ‘n piòla, spettacolo di canzoni e monologhi in lingua piemontese su musiche e testi di Gipo Farassino e Carlo Artuffo. Il 25 marzo, infine, è la volta di Carvé un testo divertente in cui il giovane Paolo Tibaldi ci fa riflettere su incongruenze e superficialità del mondo di oggi mentre uno smaliziato Oscar Barile assume il ruolo della sua “cattiva coscienza”.

Premiata dal pubblico nella precedente stagione è anche la rassegna Risate a Teatro, perché ridere è fondamentale, ma a teatro c’è più gusto! In scena tre appuntamenti, in collaborazione con Eventiduemila, con alcuni tra i più significativi rappresentanti della comicità italiana. Si comincia sabato 26 novembre con la dirompente Teresa Mannino e il suo fortunato spettacolo “Sono nata il ventitré”: un viaggio nella sua infanzia nell’ambiente protettivo, ma anche adulto e forte, della sua Sicilia. Un racconto personale e intimo dai risvolti esilaranti. Un salto nel nuovo anno fino a sabato 14 gennaio dove Maurizio Colombi interpreta “Caveman”, l’uomo delle caverne. Il testo originale, nasce da Rob Becker negli Stati Uniti e racconta un tema vecchio come il mondo: l’eterno incontro/scontro tra uomo e donna con le manie, i difetti, i differenti modi di pensare e agire. Chiude la rassegna, venerdì 24 febbraio, l’esilarante duo Ale e Franz in “Tanti Lati – Latitanti” uno spettacolo che è uno specchio sui nostri modi di vivere, di pensare, sui nostri tic e le nostre ingenuità. Tanti lati e tanti uomini in scena: uomini scaltri, dubbiosi, saggi, risolti, strani. Lati tanti – tanti lati in cui riconoscersi e fingere di non vedere che siamo proprio noi questi uomini.

Organizzata in collaborazione con la Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus e con il Progetto Teatro Ragazzi e Giovani Piemonte, Famiglie a Teatro è una sezione molto amata dai bambini che possono, insieme a tutta la famiglia, assistere a spettacoli ideati appositamente per loro. La rassegna è proposta nella sala storica M. Torta Morolin per 4 domeniche, a cavallo tra vecchio e nuovo anno, alle ore 16,30.

Si comincia domenica 27 novembre con “Il gigante soffiasogni”, liberamente ispirato al Grande Gigante Gentile di Roald Dahl e si prosegue il 18 dicembre con “Il canto di Natale” di Charles Dickens, la più tipica favola natalizia. Nel nuovo anno la rassegna ritorna domenica 15 gennaio con “Il tenace soldatino di stagno” ispirato all’omonima fiaba di Andersen mentre il 29 gennaio è la volta di uno spettacolo che trae spunto dal libro di Antoine De Saint Exupery “Il piccolo principe…racconta”.

Tra febbraio e aprile il Teatro Sociale “G. Busca” di Alba, in collaborazione con la Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus e con il Progetto Teatro Ragazzi e Giovani Piemonte, propone la rassegna intitolata Teatro Scuola rivolti al pubblico scolastico: dagli alunni della scuola dell’infanzia agli studenti delle scuole secondarie. Una bella occasione per scoprire la magia del palcoscenico fin dalla più tenera età.

Primo appuntamento venerdì 17 febbraio con l’avventurosa favola di “Don Chisciotte” riservato alle scuole primarie. Giovedì 2 marzo tocca a “Il mondo in una valigia”, spettacolo sul tema dell’intercultura per le Scuole Primarie (classi V) e Scuole Secondarie I grado mentre giovedì 16 marzo per le Scuole Secondarie II grado va in scena “Renzo Tramaglino sposo promesso”, ovvero i Promessi Sposi raccontati da Renzo ormai accasato e padre di famiglia. Martedì 28 marzo le Scuole Primarie potranno assistere a “La favola di Eclod”, storia di una strega buona, mentre il 4 e 5 aprile le Scuole dell’infanzia e le Scuole Primarie (classi I) saranno spettatrici di “Piccole emozioni”, uno spettacolo sull’amicizia, anche se immaginaria. Il 2 maggio le Scuole Secondarie di I e II grado assisteranno allo spettacolo in lingua inglese “Hamlet the musical”, fedele ai contenuti shakespeariani presentati però in un un contesto contemporaneo.

Spazio ai giovani anche con il Teatro dei Ragazzi il festival di teatro studentesco promosso dall’Assessorato alla Cultura della Città di Alba, Teatro Sociale “G. Busca”, nuovamente in collaborazione con la Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani onlus. Un’opportunità data ai giovani di “fare teatro” vincendo le proprie paure, controllando le proprie emozioni, imparando a confrontarsi e a interagire con i coetanei. Anche quest’anno, nel periodo compreso tra il 12 e il 24 maggio, il Teatro di Alba lascia spazio a tantissimi giovani attori delle scuole primarie, delle scuole secondarie di primo grado e degli istituti superiori di Alba, che metteranno in scena un vero e proprio spettacolo teatrale, frutto del lavoro di un intero anno scolastico. La programmazione prevede spettacoli mattutini alle ore 10, riservati al pubblico scolastico, e spettacoli serali alle ore 21 aperti ad un pubblico di genitori ed amici, ma anche a tutti gli amanti del teatro. Verrà riproposto anche quest’anno il Premio “Il Teatro dei Ragazzi” alla memoria di Dino Lavagna giunto alla sesta edizione e rivolto a tutte le scuole che parteciperanno al festival.

Non manca la Musica a Teatro grazie al Concerto di Natale di giovedì 22 dicembre proposto dagli allievi dell’Istituto Musicale “L. Rocca” di Alba. Mercoledì 14 giugno sarà invece la volta del loro Concerto di fine anno. L’ingresso per entrambi gli appuntamenti è libero.

Chi vorrà conoscere meglio la storia del Teatro Sociale potrà farlo attraverso la mostra allestita al primo piano della sala storica. “Un teatro di immagini” ripercorre i momenti più salienti del Teatro attraverso fotografie scattate prima, durante e dopo il restauro, locandine degli spettacoli ospitati in queste 20 stagioni e autografate dagli attori. La mostra sarà visitabile prima degli spettacoli in cartellone; nei periodi di maggior afflusso turistico saranno organizzate visite guidate.

Siamo pronti a celebrare questo anniversario importante: si dia inizio ad una nuova e intensa stagione!

———–

PER INFORMAZIONI

Teatro Sociale “Giorgio Busca” Piazza Vittorio Veneto, 3 – Alba

Tel. 0173 292470 – 292471 teatro.sociale@comune.alba.cn.it – www.comune.alba.cn.it

Si ringraziano: Regione Piemonte, Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani, Fondazione CRC

con Ferrero, Conad, Mercatò, Egea

e gli “Amici del Teatro” Italgelatine, Tenuta Carretta, Marcarino Arredamenti, Reale Mutua, Mollo edilizia, Radio Alba, Sebaste, Sodexo, Rivista Idea, Calcestruzzi Stroppiana, Gazzetta d’Alba, L’Artigiana, Ottica Principe People

LEAVE A REPLY