Il Teatro della Toscana per i giovani

5 borse di studio, 440 ingressi a costi agevolati, il Bonus Cultura per i neo diciottenni

0
385
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoGli studenti di oggi con il Teatro della Toscana saranno gli spettatori di domani.

L’attenzione ai giovani e alla loro formazione è un’attività concreta che la Fondazione condivide con istituzioni come l’Università degli Studi di Firenze, di Pisa e il DSU Toscana, per affermare con convinzione la possibilità di costruire un futuro con la cultura.

Tante le opportunità, iniziative e agevolazioni dedicate a studenti universitari e under35 nella stagione 2016/2017: gli appuntamenti a ingresso libero del 2 e 3 dicembre legati a Un incontro straordinario: Eleonora Duse, Edward Gordon Craig e Isadora Duncan al Teatro della Pergola, curati con l’Università di Firenze, cinque borse di studio per i laureati in area umanistica e per diplomati di scuola secondaria, 440 ingressi a costi agevolati forniti dall’Azienda Regionale per il diritto allo studio universitario della Toscana, il Bonus Cultura per i neo diciottenni tramite l’applicazione 18app, promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, la formazione-guida alla visione con le Scritture sulla scena promossa con l’Università di Pisa.

E poi ancora concorsi dedicati, incontri e approfondimenti riservati alla conoscenza della ‘macchina teatrale’, del fervido lavoro che si svolge dietro le quinte.

Le convenzioni sono in continuo aggiornamento su www.teatrodellapergola.com/giovani

Fin dalla creazione della storica ETI21, l’iniziativa che dagli anni Settanta, durante la direzione di Alfonso Spadoni, ha portato migliaia di ragazzi a Teatro, il Teatro della Pergola ha sempre adottato una politica volta all’inclusione del pubblico dei più giovani. Oggi, la Fondazione Teatro della Toscana porta avanti questa volontà ampliandone gli orizzonti e instaurando collaborazioni virtuose con le principali istituzioni formative del territorio toscano. L’offerta per i giovani si arricchisce dunque, oltre alle agevolazioni economiche su biglietti e abbonamenti, di iniziative ed eventi dedicati e di bandi e concorsi ideati per le diverse fasce d’età.

La convenzione appena rinnovata con l’Università degli Studi di Firenze prevede la collaborazione delle due istituzioni per iniziative di carattere scientifico e culturale pertinenti alle arti, alla musica e allo spettacolo, che abbiano come obbiettivo l’educazione al teatro degli studenti e la creazione di opportunità per l’applicazione pratica delle loro acquisizioni teoriche.

Appena terminato il convegno internazionale di studi, organizzato dall’Università in collaborazione con il Gabinetto Scientifico Letterario G. P. Vieusseux e il British Institute of Florence, le iniziative in occasione del cinquantesimo anniversario della morte di Edward Gordon Craig, uno dei padri fondatori della regia teatrale, continueranno nel massimo teatro fiorentino il 2 e 3 dicembre, ore 18, con i due appuntamenti di Un incontro straordinario: Eleonora Duse, Edward Gordon Craig e Isadora Duncan al Teatro della Pergola. Il 2 dicembre si terrà una conferenza – intervista in cui tre attori, Federica Di Martino, Francesco Bonomo e Francesca Nerozzi, intervisteranno Francesca Simoncini, Gianfranco Pedullà ed Eugenia Casini Ropa, tre studiosi specializzati su Eleonora Duse, Edward Gordon Craig e Isadora Duncan. Il 3 dicembre, invece, andrà in scena una lettura scenica con Francesco Bonomo, Federica Di Martino, Francesca Nerozzi, Paolo Lorimer e Marco Toloni: la loro voce ricostruirà, attraverso lettere e scritti dell’epoca, la genesi, lo svolgimento e la fortuna della memorabile edizione di Rosmersholm di Henrik Ibsen del 5 dicembre 1906, con protagonista la Duse e le scenografie di Gordon Craig. L’artefice dell’incontro tra i due grandi artisti fu proprio Isadora Duncan, la fondatrice della danza moderna, convinta che da quell’unione potesse nascere un Teatro Nuovo. Si è inoltre appena conclusa la sesta edizione del Laboratorio di avviamento all’espressione, condotto da Marco Giorgetti e destinato agli studenti del corso di laurea DAMS sui principi del Metodo Mimico di Orazio Costa Giovangigli, regista pedagogo tra i maggiori del teatro del Novecento, che al Teatro della Pergola visse e portò avanti le sue ricerche. Un’attenzione particolare è stata poi riservata alla conoscenza della ‘macchina teatrale’, del continuo e fervido lavoro che si svolge dietro le quinte, dagli scenografi ai costumisti, macchinisti, tecnici del palcoscenico, attori e registi.

Partirà a febbraio 2017 il progetto di formazione del pubblico universitario Scritture sulla scena, realizzato in collaborazione con l’insegnamento di Storia del Teatro tenuto da Anna Barsotti, professore ordinario in Discipline dello Spettacolo dell’Università di Pisa. Il progetto prevede un ciclo di incontri e approfondimenti critici tra docenti, studenti universitari, operatori, autori, artisti e pubblico sulle differenti funzioni e forme che drammaturgia e regia assumono sulla scena contemporanea. Il gruppo di studio seguirà un percorso di spettacoli all’interno della programmazione teatrale del CSRT – Teatro della Toscana, ed elaborerà dei contributi critici sugli spettacoli visti, in forma di recensione. Le migliori recensioni potranno essere pubblicate sulla rivista online ‘lo sguardo di Arlecchino’.

Inoltre l’Università ha attivato, di concerto con la Fondazione, l’insegnamento Regia Teatrale, condotto da Roberto Bacci per il Corso di Laurea Magistrale in Storia e Forme delle Arti Visive, dello Spettacolo e dei Nuovi Media.

Tra le opportunità, invece, messe in atto dalla Fondazione per tutti i diplomati e laureati al fine di sostenere la conoscenza e la valorizzazione del suo patrimonio culturale e artistico, si segnala l’apertura del bando per l’assegnazione di cinque borse di studio. Di queste, tre sono riservate a laureati in area umanistica per attività di studio e ricerca presso il Centro Studi del Teatro della Toscana sugli spettacoli andati in scena al Teatro della Pergola, due sono invece riservate a diplomati di scuola secondaria per attività di studio e ricerca sulle tecniche sartoriali italiane. Gli interessati dovranno inviare la domanda di partecipazione entro giovedì 8 dicembre p.v.

In collaborazione con il Portalegiovani del Comune di Firenze prosegue il concorso Reporter a Teatro, che premia i giovani appassionati di teatro che potranno scrivere le proprie recensioni, riflessioni, interviste reali o immaginarie sugli spettacoli della stagione del Teatro della Pergola e del Teatro Niccolini, e inviarle al portale. I migliori otterranno in regalo un abbonamento Pergola26, dei buoni per l’acquisto di libri presso la Libreria dei Lettori e la pubblicazione online del proprio scritto.

Sul fronte delle agevolazioni per la partecipazione degli studenti universitari agli spettacoli delle stagioni del Teatro della Toscana, è stato rinnovato l’accordo tra la Fondazione e il DSU Toscana (Azienda Regionale per il diritto allo studio universitario della Toscana), per cui quest’ultimo mette a disposizione degli iscritti agli Atenei e Istituzioni universitarie legalmente riconosciute della Toscana 440 ingressi a costi agevolati per tutti gli spettacoli della stagione teatrale 2016/2017 di tutti e quattro i teatri gestiti dalla Fondazione. Per usufruire delle agevolazioni occorre ottenere, attraverso una procedura di prenotazione sul sito www.dsu.toscana.it, un coupon di sconto da convertire poi in biglietto vero e proprio.

Per quanto riguarda gli abbonamenti, per chi ha meno di 26 anni c’è il Pergola26 che consente di assistere a cinque spettacoli della stagione del Teatro della Pergola a soli 12€ l’uno, e in più di usufruire di altre agevolazioni e di partecipare a iniziative dedicate. I prossimi appuntamenti in esclusiva saranno l’incontro-spettacolo con l’ensemble del progetto Carissimi Padri… il 29 novembre al Teatro Niccolini, in preparazione de I pugni ricolmi d’oro, lavoro che abiterà la sala di via Ricasoli dall’1 all’11 dicembre; l’incontro con Nancy Brilli il 1 dicembre al Teatro della Pergola, in occasione della tenitura di Bisbetica (29 novembre – 4 dicembre); la visita guidata speciale alla mostra Ai Weiwei. Libero a Palazzo Strozzi il 5 dicembre.

Coloro che vogliono sottoscrivere un abbonamento, ma hanno più di 26 anni, possono invece usufruire della promozione dedicata agli under 35, che prevede la riduzione del 15% su tutte le formule di abbonamento.

Infine, la Fondazione Teatro della Toscana è tra le prime istituzioni culturali ad aderire all’iniziativa Bonus Cultura per i neo diciottenni, promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Da dicembre per coloro che si saranno registrati sul sito www.18app.it sarà possibile acquistare, tramite l’applicazione 18app, biglietti e abbonamenti per tutti gli spettacoli della Fondazione Teatro della Toscana. L’applicazione prevede la generazione di un buono del valore dell’acquisto da spendere presso la biglietteria del Teatro della Pergola (via della Pergola, 30).

LEAVE A REPLY