Leonardo Pierdomenico e Giovanni Nesi in cocnerto

Il 13 novembre alla Sala Casella, Roma

0
348
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Guido Mazzoni
Foto di Guido Mazzoni

Saranno due i giovani pianisti che si alterneranno sul grancoda Steinway della Sala Casella domenica 13 novembre (via Flaminia 118, ore 17.30) per il terzo concerto del Beethovenklavier il ciclo dell’integrale delle Sonate per pianoforte di Beethoven che la Filarmonica Romana ha affidato ai giovani talenti under 30, fra i più promettenti pianisti del nostro paese.

Il primo sarà Leonardo Pierdomenico: abruzzese, classe 1992, diploma a soli 17 anni e non ancora diciannovenne vincitore alla 28ª edizione della Premio Venezia. Attualmente allievo di Benedetto Lupo ai corsi di perfezionamento dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Pierdomenico esegue di Beethoven due Sonate composte sul finire del ‘700, l’op. 7 in mi bemolle maggiore (1797) e l’op. 49 n.1 in la minore, quest’ultima data alle stampe solamente nel 1805.

A seguire Giovanni Nesi, talento fiorentino nato nel 1986, che deve la sua formazione musicale a Maria Tipo e Andrea Lucchesini con cui attualmente studia alla Scuola di Musica di Fiesole. Importanti i prem già vinti in competizioni nazionali e internazionali, oltre al prestigioso Premio William Walton, assegnato dalla Fondazione William Walton di Ischia, e al premio “R. Serkin”, assegnato ogni anno dalla Scuola di Musica di Fiesole. Per l’appuntamento beethoveniano, Nesi si cimenta con la Sonata op. 49 n. 2 in la maggiore e l’op. 90 in mi minore, Sonata quest’ultima che prepara la strada agli ultimi grandi capolavori beethoveniani.

Come di consueto, a introdurre i concerti ci sarà Guido Zaccagnini, voce storica di Rai Radio3, storico della musica e conduttore della fortunata trasmissione Piano Pianissimo su Rai5 che guiderà il pubblico al migliore ascolto delle pagine pianistiche in programma. Beethovenklavier è un progetto dell’Accademia Filarmonica Romana coordinato da Andrea Lucchesini, e realizzato in collaborazione con le più prestigiose scuole e accademie di musica in Italia: Scuola di Musica di Fiesole, Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola e Accademia di Musica di Pinerolo. Preziosa infine la collaborazione con RAI Radio 3, che registra tutti i concerti per successive trasmissioni all’interno del suo palinsesto.

———–

Biglietti: posto unico 15 euro (ridotto 10)

Info: tel. 06-3201752, email promozione@filarmonicaromana.org www.filarmonicaromana.org

———–

SALA CASELLA

domenica 13 novembre ore 17.30

Il cerchio della musica

Beethovenklavier III

Leonardo Pierdomenico

Giovanni Nesi

pianoforte

Ludwig van Beethoven

Sonata n. 19 in la minore op. 49 n. 1

Sonata n. 4 in mi bemolle maggiore op. 7

(L. Pierdomenico)

Sonata n. 20 in la maggiore op. 49 n. 2

Sonata n. 27 in mi minore op. 90

(G. Nesi)

———–

Giovanni Nesi

Nato a Firenze nel 1986, Giovanni Nesi deve il suo sviluppo musicale a Maria Tipo e Andrea Lucchesini ed è considerato oggi uno dei più interessanti pianisti della sua generazione. Si è segnalato attraverso importanti premi in competizioni nazionali e internazionali, oltre al prestigioso Premio William Walton, assegnato dalla Fondazione William Walton di Ischia, e al premio “R. Serkin” assegnato dalla Scuola di Musica di Fiesole. Nelle ultime stagioni ha tenuto concerti per Maggio Musicale Fiorentino, Festival dei Due Mondi di Spoleto, Ravello Festival, Società dei Concerti di Milano, Teatro La Fenice di Venezia, Società Aquilana dei Concerti, per il Mozarteum di Salisburgo e la Yamaha Concert Hall di Vienna, con la BBC Concert Orchestra, più volte ospite della Rai e della BBC.

Dal 2014 incide per l’etichetta Tactus; la prima registrazione è dedicata alla musica di Mario Pilati (1903-1938) con l’Orchestra Nazionale Artes diretta da Andrea Vitello. Ha inoltre registrato un DVD per il Mozarteum di Salisburgo, con i Preludi di Chopin, Scrjabin e Debussy. Nel 2014 esegue in prima esecuzione assoluta su pianoforte moderno, l’integrale delle Suite e Partite di Domenico Zipoli (1688-1726), da cui è nato anche un CD l’etichetta londinese Heritage, accolto con i più favorevoli consensi, premio “Clef du Mois” di ResMusica (Francia).

Suona spesso in varie formazioni cameristiche e forma un duo pianistico stabile con Federica Bortoluzzi. Insegna pianoforte presso l’Istituto superiore di studi musicali “Orazio Vecchi” di Modena e presso la Scuola di musica comunale “Teodulo Mabellini” di Pistoia.

———–

Leonardo Pierdomenico

Diplomatosi al Conservatorio di Pescara a 17 anni con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore, ha proseguito gli studi alla Scuola di Musica di Fiesole, dove ha ottenuto il diploma di perfezionamento sotto la guida di Pietro De Maria; fondamentali per la sua formazione sono stati anche gli incontri con Maria Tipo. La vittoria della 28ª edizione del Premio Venezia al Teatro La Fenice di Venezia, conseguita a soli 18 anni, fa sì che inizi a imporsi sul panorama musicale internazionale arrivando nel 2016 semifinalista al prestigioso Queen Elisabeth International Piano Competition. Si esibisce al fianco di orchestre del calibro dell’Orchestre Royal de Chambre de Wallonie e dell’Orchestra sinfonica del Teatro La Fenice di Venezia, con direttori quali Paul Meyer e Diego Matheuz. Numerosi anche i recital per gli Amici della Musica di Padova, Bologna Festival, Settimane Musicali al Teatro Olimpico di Vicenza, Teatro Comunale di Treviso, Auditorium Parco della Musica di Roma, Konzerthaus di Berlino, a Londra e negli Stati Uniti.

Sue registrazioni sono state trasmesse da RTBF, Rai 3, Rai radio 3, KUSC California; nel 2014 si è esibito in diretta per “I concerti del Quirinale di Radio 3” nella cappella Paolina del palazzo del Quirinale.

Dal 2014 è iscritto al corso di perfezionamento pianistico dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, dove studia con Benedetto Lupo. Nel 2015 è stato selezionato per partecipare alla masterclass con Kim Dae-jin alla Piano Academy Eppan, e nel 2016 ha vinto la borsa di studio per frequentare la Music Academy of the West. È stato insignito della medaglia di bronzo dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e della targa del Senato della Repubblica per meriti artistici.

LEAVE A REPLY