PianoEchos – Settimane Pianistiche Internazionali in Monferrato (15° edizione)

Dall’8 settembre al 7 ottobre in Monferrato

0
719

PianoEchosIl 22 giugno 2014 l’UNESCO l’ha inserito nella lista dei Patrimoni dell’Umanità. È riconosciuto internazionalmente come la terra del vino e da 15 anni ospita uno dei festival pianistici più interessanti a livello nazionale. È il Monferrato, che dall’8 settembre al 7 ottobre 2018 sarà ancora una volta sede di PianoEchos – Settimane Pianistiche Internazionali in Monferrato, il festival pianistico itinerante, punta di diamante della vocazione culturale del territorio. Il festival, quest’anno giunto alla 15esima edizione, rinnovando la collaborazione con la Fondazione Piemonte Dal Vivo Circuito Regionale Multidisciplinare, ospiterà il 6 ottobre 2018 uno dei massimi pianisti viventi, il croato Ivo Pogorelich, che proprio a Casale Monferrato festeggerà il suo 60esimo compleanno e riceverà il Premio “Tasto d’Argento”, consegnato ogni anno a una personalità di spicco del panorama pianistico internazionale. Per l’occasione, prima del concerto il pianista e musicologo Luca Ciammarughi introdurrà la sua figura di artista geniale e controcorrente.

Il festival, che negli anni precedenti ha dato spazio anche a formazioni cameristiche, per l’edizione 2018 ha scelto di dedicarsi esclusivamente allo strumento per il quale è nato: il pianoforte. Ecco perché “Solo Piano!”. Distribuiti in cinque weekend, nove i concerti in programma con solisti di fama internazionale, tra i quali spiccano Lorenzo Di Bella – unico italiano ad aver vinto, nel 2005, il Concorso Horowitz di Kiev – che aprirà la manifestazione l’8 settembre presso il Teatro Sociale di Valenza; Olaf John Laneri che il 9 settembre al Castello di Frassinello Monferrato porterà la settima tappa del suo imponente progetto (l’esecuzione dell’integrale delle 32 Sonate per pianoforte di Beethoven in otto concerti); il duo serbo Bizjak-Zurkovic (23 settembre, Lu Monferrato); e ancora la polacca Joanna Trzeciak (29 settembre, Lu Monferrato), il montenegrino Ratimir Martinovic (30 settembre, San Maurizio di Conzano), uno dei nomi di spicco della nuova generazione pianistica, e l’affermato pianista bulgaro Ludmil Angelov (7 ottobre, Casale Monferrato) per la seconda tappa dell’integrale delle Mazurke e Polacche di Chopin.

Accanto ai grandi nomi, PianoEchos ospiterà come di consueto giovani di talento. Quest’anno, nell’ambito del ciclo “Première Prix!”, si esibirà il polacco Lukasz Krupinski (15 settembre), vincitore nel 2016 di due concorsi internazionali: ClaviCologne di Aachen e San Marino.

Nato dall’idea semplice ma ambiziosa di riunire nel cuore del Monferrato il meglio del pianismo italiano e internazionale, in quindici anni di crescita esponenziale, il festival, organizzato dall’Associazione Culturale San Giacomo con la direzione artistica di Sergio Marchegiani, si conferma uno degli appuntamenti imprescindibili per gli amanti del pianoforte. E per la fama degli artisti invitati, e per l’inserimento di luoghi affascinanti che aprono in esclusiva per gli appuntamenti del festival, e ancora per l’attivazione di collaborazioni che realizzano il progetto originario di laboratorio musicale tra le colline piemontesi.

Il fortunato connubio tra il grande repertorio per pianoforte e la magia del Monferrato è l’ingrediente principale di PianoEchos e del suo viaggio tra i luoghi più suggestivi del territorio. Quest’anno i centri toccati dal festival saranno Lu, Casale, Conzano, Frassinello, Moncalvo, Pecetto di Valenza e Valenza. Una minuziosa opera di decentramento culturale, capillare e sistematica che valorizza centri anche piccolissimi con una programmazione musicale di qualità. Colmando un vuoto nella proposta musicale sul territorio, il festival negli anni ha ospitato, tra gli altri, Grigory Sokolov, Vincenzo Balzani, il Brahms Trio, Maurizio Baglini, George Kiss, Hugues Leclère, il Duo Pepicelli e Robert Lehrbaumer e, in tempi non sospetti, Leonora Armellini, Mariangela Vacatello, Gabriele Carcano e molti altri.

La manifestazione si avvale del sostegno di Fondazione Live Piemonte dal Vivo, Compagnia di San Paolo, Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, dei Comuni e delle Associazioni del territorio, e gode del patrocinio di Commissione Europea.

Media partner del festival è Classica HD (canale 138 Sky).

www.pianoechos.it

https://www.facebook.com/Festivalechos/

www.youtube.com/festivalechos

BIGLIETTI

I concerti del festival PianoEchos sono a ingresso libero, tranne quello di Ivo Pogorelich (Posto Unico 15,00 €)

PER INFO

Per prenotazioni: info@pianoechos.it

CONTATTI:

Organizzazione: Festival PianoEchos – mail info@pianoechos.it

PianoEchos è sostenuto da Fondazione Piemonte dal Vivo-Circuito Regionale dello Spettacolo,

dalla Fondazione CRT e dalla Compagnia di San Paolo

LEAVE A REPLY