Edward Gardner dirige la Filarmonica nella Prova Aperta a favore di Fondazione Arché

Il 10 marzo, ore 19.30, al Teatro alla Scala, Milano

0
270
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Edward Gardner
Foto di Benjamin Ealovega

È fissato per domenica 10 marzo alle 19.30 il primo appuntamento del 2019 con le Prove Aperte della Filarmonica della Scala, il ciclo benefico realizzato grazie al Main Partner UniCredit, con il contributo di UniCredit Foundation e la collaborazione di Esselunga.

A beneficiare dell’iniziativa, che taglia il traguardo della decima edizione, saranno quattro realtà non profit che a Milano si occupano dell’infanzia in difficoltà.

Si comincia con la prova dedicata a Fondazione Arché, che vedrà sul podio il Maestro Edward Gardner accompagnato da Igor Levit al pianoforte. In programma Jealousy, Prelude dall’opera Jenufa di Janáček, il Concerto n.4 in sol maggiore op.58 per Pianoforte e Orchestra di Beethoven e la Sinfonia n.7 in re minore op.70 di Dvořák.

L’intero ricavato della serata sosterrà la realizzazione di uno Spazio Gioco Bambini all’interno del nuovo progetto di Fondazione Arché, la Corte di Quarto. In questo borgo solidale accanto alla comunità CasArché sorgerà un edificio con 14 unità abitative, dedicate all’accoglienza di nuclei mamma – bambino in semi-autonomia, e spazi comuni per attività connesse e pensate per il territorio di Quarto Oggiaro, alla periferia di Milano.

Grazie al coinvolgimento dei musicisti della Filarmonica della Scala, di grandi direttori e solisti ospiti, e del mondo del non profit milanese, le Prove Aperte sono ormai diventate una piccola stagione dedicata che permette al pubblico di assistere alla messa a punto di grandi concerti a prezzi contenuti, ed essere al tempo stesso parte di una grande iniziativa di solidarietà. In dieci anni hanno contribuito a sostenere progetti di utilità sociale e scientifica, coinvolgendo istituzioni che ogni giorno si prendono cura dei bambini e degli anziani, fronteggiano le povertà, aiutano persone con diverse abilità, ricercano nuove terapie mediche e operano tra i bisogni delle periferie e delle aree in difficoltà.

La decima edizione delle Prove Aperte proseguirà domenica 14 aprile con la prova diretta da Myung-Whun Chung, accompagnato da Sergey Khachatryan al violino, a favore della Fondazione Casa della carità. Domenica 28 aprile sarà invece la volta della serata dedicata all’associazione L’abilità con il Maestro Riccardo Chailly e il violino Emmanuel Tjeknavorian. Il ciclo si conclude sabato 12 ottobre con la prova diretta da Daniel Harding e con Isabelle Faust al violino, a sostegno di Fondazione L’aliante. La formula che permette di assistere a una prova musicale si arricchisce dell’esperienza di una breve guida all’ascolto, in un’atmosfera informale di vicinanza con l’orchestra e il suo direttore.

——–

Il programma completo è disponibile sul sito web filarmonica.it/proveaperte/

#ProveAperte

La stagione è resa possibile dalla collaborazione con il Teatro alla Scala. Media partner ViviMilano e Radio Popolare.

Informazioni e prevendita telefonica allo 02 465.467.467 (da lunedì a venerdì – ore 10/13 e 14/17).

Biglietti per i singoli concerti da 5 a 35 euro – esclusi i diritti di prevendita.

Altre prevendite: geticket.it e vivaticket.it

———-

Fondazione Arché Onlus

Una Onlus per bambini e mamme. Arché nasce nel 1991 a Milano, su iniziativa di padre Giuseppe Bettoni. La Fondazione si prende cura del nucleo “mamma e bambino” con disagio sociale o fragilità personale e lo accompagna in un percorso di uscita dalla sofferenza, verso l’autonomia personale, abitativa e lavorativa.

In due comunità Arché accoglie fino a 18 nuclei mamma – bambino, mentre negli appartamenti di semi-autonomia offre alloggio temporaneo a nuclei familiari in difficoltà. Arché porta avanti anche numerosi progetti di sostegno a minori in ospedale a Milano, Roma e San Benedetto del Tronto, e può contare su una vivace rete di volontari.

———-

Spazio Gioco Bambini alla Corte di Quarto

La Corte di Quarto è il nuovo progetto di Fondazione Arché, un borgo solidale che affiancherà alla comunità CasArché un edificio con 14 unità abitative dedicate all’accoglienza di nuclei mamma – bambino in semi-autonomia e spazi comuni per attività connesse e pensate per il territorio di Quarto Oggiaro nella periferia di Milano.

Grazie al sostegno della Prova Aperta sarà possibile realizzare uno spazio gioco all’interno del giardino pensato per i bambini accolti nella Corte di Quarto e in CasArché. Per tutti i bambini il gioco riveste un ruolo fondamentale nello sviluppo intellettivo, emotivo e sociale: non solo stimola la memoria, l’attenzione, la concentrazione, ma favorisce anche lo sviluppo di schemi percettivi, la capacità di confronto e di competenze sociali. Questi elementi sono ancora più importanti per chi ha vissuto esperienze traumatizzanti e le sta elaborando in percorsi di assistenza e di accoglienza.

www.arche.it

————

Edward Gardner, direttore

Inglese, inizia come corista nella Cattedrale di Gloucester, suona pianoforte, clarinetto e organo. Frequenta il college di Eaton dove studia direzione di coro, che prosegue a Cambridge. Ai tempi dell’università risalgono gli studi al King’s College Choir. Dal 1997 al 2002 Gardner è Direttore Musicale della Wokingham Choral Society. Nel 2005 vince lo Young Artist Award della Royal Philharmonic Society. Dal 2006 al 2015 è Direttore Musicale della English National Opera. È stato Direttore Ospite Principale della Birmingham Symphony Orchestra e dal 2013 è Direttore Principale Ospite della Filarmonica di Bergen. Gardner incide per EMI Classics e Chandos Records.

———–

Igor Levit, pianoforte

Inizia a suonare il piano all’età di tre anni a Nizhny Novgorod. Studia al Mozarteum di Salisburgo con Hans Leygraf poi alla Hochschule für Musik, Theater und Medien di Hannover con Karl-Heinz Kämmerling, Matti Raekallio e Bernd Goetzke. Levit ha vinto numerosi premi internazionali: International Maria Callas Grand Prix di Atene, Hamamatsu International Piano Academy Competition, Kissinger Klavierolymp, il Concorso internazionale di pianoforte Arthur Rubinstein a Tel Aviv e il Premio Luitpold per giovani artisti al Festival Kissinger Sommer a Bad Kissingen. Levit è apparso nelle principali sale da concerto e festival musicali di tutto il mondo.

LEAVE A REPLY