Intesa Sanpaolo sostiene il progetto Piano City Milano

La tre giorni dedicata alla musica per pianoforte, dal 17 al 19 maggio a Milano

0
493

Piano City MilanoDa otto anni Intesa Sanpaolo sostiene il progetto Piano City Milano, la tre giorni milanese dedicata alla musica per pianoforte che dal 17 al 19 maggio porterà musicisti di fama nazionale e internazionale nelle piazze, nei teatri e nei luoghi più amati della città.

In questi anni, in coerenza con lo spirito della manifestazione, la Banca ha voluto accostare ancora una volta le sue attività bancarie con quelle della vita culturale cittadina, aprendo al pubblico e raccontando i suoi luoghi e le sue trasformazioni, mediante concerti nelle proprie storiche filiali.

Quest’anno la Banca, oltre a mettere a disposizione le sue sedi di Via Verdi, Piazza Diaz e Piazza Cordusio, ha voluto valorizzare il proprio ruolo di motore dell’economia sociale, portando l’iniziativa al Refettorio Ambrosiano.

Un progetto unico, per la prima a volta a Piano City Milano, che coniuga la vocazione del Refettorio ad essere luogo di accoglienza a tavola di chi è in difficoltà e di promozione umana attraverso l’arte e la cultura.

Di seguito il dettaglio degli appuntamenti:

Venerdì 17 maggio, ore 17:30 – Filiale Intesa Sanpaolo, Via Giuseppe Verdi 8

GABRIELE BALDOCCI (1980, Livorno) enfant prodige del pianoforte, propone per Pianocity 2019 “Omaggio ai Queen”.

Gabriele Baldocci ha iniziato a tenere concerti pubblici all’età di nove anni, risultando successivamente vincitore di premi in prestigiosi concorsi pianistici come il Concorso Casagrande di Terni ed il Concorso Martha Argerich di Buenos Aires. Musicista eclettico e controcorrente, ha ideato numerosi spettacoli in cui spazia dal repertorio tradizionale all’improvvisazione (spesso guidata dal pubblico) in cui fonde elementi classici, jazz e rock, oltre a presentare spesso prime esecuzioni di brani di autori contemporanei.

——-

Sabato 18 maggio, ore 10:00 – Filiale Intesa Sanpaolo, Via Marconi ang. Piazza Diaz

ANTON DAVI (1980, Palermo)

Pianista e compositore, inizia a studiare pianoforte a 9 anni al Conservatorio V. Bellini di Palermo. Le sue composizioni sono molto apprezzate dal pubblico e, insieme all’intrattenimento, rappresentano le peculiarità del maestro. Ha tenuto concerti in più di 18 paesi, tra cui gli Stati Uniti d’America e la Russia.

Per Piano City Milano 2019 propone un programma che accompagnerà il pubblico attraverso diversi generi, passando da qualche brano classico (Mozart, Chopin, Bach e Beethovem) al jazz di Gershwin, Petrucciani e Corea alle colonne sonore di Morricone, dei Beatles e dei Queen.

——-

Sabato 18 maggio, 11:30 – Filiale Intesa Sanpaolo, Piazza Cordusio 4

LAURA E BEATRICE PUIU

Le gemelle Laura e Beatrice studiano al rinomato Conservatorio “G. Enescu” di Bucarest, loro città natale, e si diplomano al Conservatorio “G. Verdi” di Milano come Soliste ed all’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola in Duo Pianistico. L’attività concertistica iniziata all’età di 7 anni, le vedrà protagoniste in Recitals e Concerti con Orchestra in tutta Europa, Oriente e Paesi Nordici, ospiti presso prestigiose Sale e Stagioni Concertistiche internazionali.

PROGRAMMA

Maurice Ravel, Bolero (per pianoforte preparato: arr. Beatrice Puiu)

Piotr Lachert, Sonata

George Gershwin, 3 Preludi

Fazil Say (arr. Laura Puiu), 2 Ballate,

Fazil Say (arr. Laura Puiu), Summertime Variations

Fazil Say (arr. Laura Puiu), Paganini Jazz

——-

Domenica 19 maggio, 10:00 – Refettorio Ambrosiano ONLUS, Piazza Greco 11

GINEVRA COSTANTINI NEGRI (2000, MILANO)

Allieva di Daniela Ghigino e Anna Abbate, ha partecipato a 9 concorsi internazionali, sempre tra i vincitori. A 10 anni si è esibita per Lang Lang davanti alla stampa e ha suonato alla Carnegie Hall di New York, aprendo il recital dei vincitori di una competizione americana. Il 13 marzo 2019 ha ricevuto dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, l’onorificenza di Alfiere della Repubblica, conferita a ventinove giovani in quanto “modelli positivi di cittadinanza, costruttori di comunità, attraverso la loro testimonianza e il loro impegno.”

PROGRAMMA

L. Cherubini, da “Sei sonate per cembalo op. 1” – Sonata n. 1

D. Scarlatti, Sonata K 175

G. Rossini, dai “Péchés de vieillesse”

da “Quatre hors d’oeuvre et quatre mendiants”: “Les anchois-Thème et variations”

da “Album de Château”: “Un regret,un espoir”

da “Quelques riens pour album”: “Un Rien n.6”

da “Album pour les enfants dégourdis”: “Un petit train de plaisir”

LEAVE A REPLY