Maternità divine al Cubo Teatro

Al Festival delle Colline Torinesi debutta un nuovo testo di Sgorbani

0
248

Mater DeiAl Festival delle Colline Torinesi la Piccola Compagnia della Magnolia porta in scena per la prima volta un testo mai rappresentato di Massimo Sgorbani, con cui la compagine torinese ha intrecciato da alcuni anni un cammino di ricerca comune addivenendo a questo esito molto atteso. Il Cubo Teatro è gremito di pubblico e la sala ingombra di fumo, cortina che si spande sugli occhi degli spettatori, testimoni di un rito collettivo, la nascita di divinità da una donna mortale. Mater Dei è il flusso narrativo di una donna che racconta di come un dio l’abbia ingravidata di 13 figli; fra questi uno solo è però talmente legato alla figura materna da mettere a rischio le qualità stesse della matrice divina da cui è stato generato. Gli dei non muoiono e quindi neppure nascono, non hanno madre né padre, essi sono sempre stati. E da questo conflitto che nasce l’urgenza del raccontare, del dire, dello sgravarsi dei suoi atti; la Mater Dei rivive l’incontro col dio, il loro amplesso, la nascita dei figli e le conseguenze che ne sono sorte. In scena una predella di legno, su cui è issato il trono della madre, è fissata al centro di una piscinetta in cui il figlio nuota, scalpita, grida, ride e si addolora per il suo legame con la genitrice che lo allontana, lo schernisce, lo umilia. Le parole di Sgorbani abbracciano una semantica ieratica che affonda le radici nelle scritture antiche, nei veda, nei racconti popolari, disseminando il testo di un linguaggio tanto profano quanto sacro, unendo mirabilmente la sfera umana e quella divina. Uno spettacolo drammaturgico intenso, d’impatto emotivo e di elevata densità poetica.

Visto martedì 4 giugno 2019 al Cubo Teatro – Via Pallavicino, 35 – Torino

———-

Mater Dei

di Massimo Sgorbani
regia Giorgia Cerruti

Testo inedito di Massimo Sgorbani
Traduzione francese Frédéric Sicamois
Spazio – costumi Giorgia Cerruti
Con Giorgia Cerruti e Davide Giglio
Assistente alla creazione Fabrycja Gariglio
Musiche originali e sound design Guglielmo Diana
Style e visual concept Lucio Diana
Realizzazione scenografia Domenico De Maio
Maschera Michele Guaschino
Realizzazione costumi Roberta Vacchetta 

Produzione Piccola Compagnia della Magnolia

Con il sostegno di Armunia, e di Residenza I.DRA. e Teatro Akropolis nell’ambito di CURA # Residenze Interregionali 2018
In collaborazione con Festival delle Colline Torinesi – Torino Creazione Contemporanea

LEAVE A REPLY