ArtCity 2019: “Parole e Note” e Théo Ceccaldi trio

Il 26 luglio, dalle ore 21, nel Santuario della Fortuna Primigenia, Palestrina (RM)

0
225

Urbano BarberiniVenerdì 26 luglio, a partire alle ore 21.00, doppio appuntamento della rassegna Luci su Fortunanel Santuario della fortuna Primigenia a Palestrina, prima con lo spettacoloParole e Note” di Urbano Barberini e Antonio Figura, in collaborazione con il festival Una striscia di Terra Feconda, a seguire in prima nazionale il concerto del Théo Ceccaldi Trio, “Django”.

I due spettacoli fanno parte di “Luci su Fortuna”, rassegna compresa nella terza edizione di “Artcity estate 2019”realizzato dal Polo Museale del Lazio, Istituto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali diretto da Edith Gabrielli, presso il museo archeologico nazionale e il Santuario della Fortuna Primigenia.

Ad aprire la serata è “Parole e note”, con la voce di Urbano Barberini accompagnata dal pianoforte di Antonio Figura. Il loro originale gioco di parole mette insieme musica e brani celebri di vari autori, dando vita ad un duetto tra le letture e il pianoforte in perfetto equilibrio tra musica e parole. Due personalità che denotano curiosità, e che necessitano di ricerca ed esplorazione. L’improvvisazione è il filo conduttore dello spettacolo. Le loro anime di improvvisatori liberi sono la sorgente di molteplici idee, ed il materiale sia musicale che letterario diventa materia grezza in cui affondare le mani.

A seguire con “Django” il trio di Théo Ceccaldi, senza dubbio la nuova  perla del jazz francese, tanto che il critico francese Michel Contat ha scritto: «Théo Ceccaldi suona il violino con una maestria che rinnova ciò che pensavamo  lo strumento potesse fare». Con ONJ di Olivier Benoit, in trio, in duo con Roberto Negro, con il trio “Django”, con il Tricollectif, in Francia e in Europa, è ovunque, con rigore e creatività. Con il suo nuovo trio “Django”, ha voluto offrire una nuova lettura del lavoro di Django Reinhard, una splendida opportunità per mostrare l’assoluta libertà della sua ispirazione.

Nel corso dei due mesi di programmazione della rassegna Luci su Fortuna, si alternano artisti di eccellenza, in un programma vario in grado di soddisfare ogni esigenza.

Sabato 27 luglio è la volta di Fidel Fourneyron, Francesco Diodati e Roberto Ottaviano, un trio musicale di commistione italo-francese, sempre Roberto Ottaviano prosegue la serata di sabato con “Lontano” insieme al contrabbasso di Mauro Gargano e alla batteria di Christophe Marguet. Tutti gli altri appuntamenti possono essere consiltati sul sito www.art-city.it

——-

Informazione e modalità di accesso:

Santuario della Fortuna Primigenia

Nelle serate di spettacolo, la visita al santuario è consentita fino alle ore 20,45; il Museo è visitabile fino alle ore 23,30. la biglietteria chiude mezz’ora prima. Per facilitare l’accessibilità al museo è attivo un servizio navetta dal centro di Palestrina.

——-

Info e prenotazioni:

+39 06 9538100

Museo Archeologico Nazionale di Palestrina
Piazza della Cortina
00036 Palestrina (Rm)

——–

Info

https://www.art-city.it/rassegne/luci-su-fortuna.html

Facebook: museopalestrina

Instagram: lucisufortuna

Email: pm-laz.palestrina@beniculturali.it

Tel: 06 9538199

——–

Parole note: Urbano Barberini e Antonio Figura

A seguire

Prima nazionale

Théo Ceccaldi trio in “Django”

ore 21.00, Santuario della Fortuna Primigenia, Palestrina

LEAVE A REPLY