Le voci di Cartoonia – Festival del doppiaggio e delle sigle dei cartoni animati (3° edizione)

Il 16 dicembre presso la Civica Scuola Interpreti e Traduttori Altiero Spinelli, Milano

0
481

Le voci di CartooniaArriva a Milano Le Voci di Cartoonia – il Festival del doppiaggio dei cartoni animati –  con una terza edizione davvero speciale, che si svolgerà il 16 dicembre 2019 portando avanti la campagna “Per Vedere a Occhi Chiusi” scelta per sottolineare l’importanza della voce, del doppiaggio, dell’accessibilità e dell’inclusione nei prodotti audiovisivi. La campagna è stata lanciata alla Mostra del Cinema di Venezia in occasione del ventennale del Festival Internazionale del Doppiaggio Voci nell’ Ombra a cui le Voci di Cartoonia è strettamente collegato.

Ad ospitare la manifestazione a Milano sarà la Civica Scuola Interpreti e Traduttori   Altiero   Spinelli proprio a dimostrare l’attitudine ad approfondire le tematiche connesse a ogni aspetto della trasposizione multimediale. Le Voci di Cartoonia ha il sostegno di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, è a cura di Risorse Progetti e Valorizzazione con la direzione di Tiziana Voarino ed è in collaborazione con   la Civica Scuola Interpreti e Traduttori Altiero Spinelli e con AIDAC, L’Associazione Italiana Dialoghisti e Adattatori Cinetelevisivi, ha il Patrocinio della Rai, il contributo di Rai Ragazzi e sponsor ODS (Operatori del Doppiaggio e dello Spettacolo) 

A partire dalle ore 10, fino al tardo pomeriggio, si svolgeranno una serie di incontri attorno al focus:  Il doppiaggio, l’adattamento e la trasposizione multimediale dei contenuti audiovisivi per bambini di fronte alla grande sfida dell’accessibilità. Un programma di studio e confronto per individuare nuove strade ancora da percorrere che consentano di abbracciare una visione più ampia, doverosa e indispensabile, capace di contemplare ogni forma di trasposizione multimediale e rivolgere uno sguardo attento all’accessibilità dei prodotti anche da parte di chi soffre di una disabilità visiva o uditiva. Non includere significa discriminare; valutare metodi e risorse esistenti, analizzare i vuoti normativi e professionali, ascoltare il pubblico di destinazione, significa creare un sistema che renda efficace, continuativa e replicabile la fruizione di audio descrizioni e sottotitoli: per cinema, televisione, piattaforme, canali satellitari, ma anche teatro e Festival.  Affronteremo le tematiche della trasposizione culturale e linguistica, fonte di sfida costante per adattamento e doppiaggio; nel caso dei cartoni animati e delle serie per ragazzi, spesso influenti “cult”, tratteremo degli accorgimenti utili a costruire un linguaggio responsabile. 

Saranno presentati cartoons e proiettati trailer che ci condurranno a spaziare tra i vari argomenti. Sono previsti interventi di AIDAC con  Toni Biocca, Mary Pellegatta e Laura Giordani,  della dott.ssa  Maria Chiara Andriello responsabile dell’area accessibilità Rai, di Ods di Torino con Gianni Gaude che ci illustrerà il lavoro fatto su South Park,  di Lorendo Doretti produttore di Ondino –su Raiplay e Rai YoYo-  cartone peculiare per  veicolare  i valori dell’amicizia e della collaborazione, di Vera Arma e Carlo Caffarella rispettivamente per  Artis Project e per Movie Reading, di Antonella Marcora, di Fabio Kenobitt Bortolotti sui videogiochi. 

Sarà presentato da Andrea Martini, producer per Animundi,  il cartone animato Lampadino e Caramella realizzato in collaborazione con Rai Ragazzi.  Lampadino e Caramella rivolto ai bambini con disabilità uditive e cognitive sarà messo in onda su Rai YoYo a febbraio 2020. Un prodotto unico proposto per essere fruito da tutti, senza distinzione, studiato per poter essere recepito anche da disabili sensoriali e da chi è affetto da disabilità nella sfera dell’autismo.  

Parteciperanno le associazioni non udenti e non vedenti, oltre all’esperto in sottotitolazione live Carlo Eugeni. Sarà assicurato il servizio LIS, ossia la traduzione con il linguaggio dei segni. 

La direttrice della Civica Scuola Altiero Spinelli, la Prof.ssa Fabrizia Parini, sottolinea “La Civica Interpreti e Traduttori Altiero Spinelli, da sempre attenta alla trasposizione di contenuti in più settori, è molto lieta di ospitare Le voci di Cartoonia 2019. Negli ultimi anni particolare attenzione è stata da noi posta nella formazione di traduttori per l’adattamento, di audiodescrittori e sottotitolari, e da tempo sentivano l’esigenza di una riflessione sull’accessibilità  e ci fa molto piacere averla organizzata con Le Voci di Cartoonia” 

Spiega il direttore Tiziana Voarino “Il progetto di Le voci di Cartoonia, oltre all’attenzione dedicata all’uso della voce nei cartoni animati, si pone l’ obiettivo  di esplorare il rapporto che  lega  i programmi rivolti ai più giovani con il linguaggio utilizzato, non inteso solo come dialoghi, ma come intera costruzione dell’immagine,  scelte  contenutistiche,  riferimenti  culturali. Non a caso il nome del festival rievoca la città immaginaria di Cartoonia nel  film cult Chi ha incastrato Roger Rabbit dove vivono in armonia tutti i cartoni animati del mondo.  In questa edizione si approfondiscono soprattutto le tematiche dell’inclusione e dell’accessibilità,  ma si esplorano anche I prodotti per i  più grandi , fino ad arrivare ai videogiochi e alle varie contaminazioni audiovisive”  

Aggiunge  Toni Biocca, vicepresidente dell’ AIDAC “La trasposizione linguistica, sia il semplice tradurre una lingua sconosciuta, sia il più complesso adattare le traduzioni alle immagini in movimento, sia rendere visibili le immagini attraverso le parole o il parlato per mezzo di brevi testi –  è un’attività che favorisce l’inclusione sociale: sicuramente una delle misure con cui è valutabile il grado di civiltà di un popolo. Voci nell’Ombra e Aidac invitano i traduttori, gli adattatori-dialoghisti, gli audiodescrittori e i sottotitolatori a Cartoonia per una giornata di riflessione sulle responsabilità connesse alle loro professioni.” 

Alle 18 saranno consegnati due premi: il PREMIO SIAE e il premio LA VOCE DEI CARTONI.

Il Premio SIAE al giovane adattatore di talento, coerente con la politica di  SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori volta a promuovere e valorizzare i nuovi talenti e il loro percorso sia formativo che professionale,  andrà a Mary Pellegatta.  Dialoghista e adattatrice AIDAC , annovera tra i suoi lavori,  Capitan Harlock,  il mitico cartone animato che ha appena compiuto 40 anni quest’anno, My little pony, Sparisci Unicorno e Doraemon.

Il Premio La Voce dei Cartoni quest’anno andrà a Davide Garbolino che in Doraemon è la voce del protagonista Nobita Nobi, ma anche il direttore di doppiaggio. Garbolino ha anche condotto il programma dedicato ai bambini Ciao Ciao e Ciao Ciao Mattina su Italia 1. Moltissime le sue interpretazioni doppiatore di cartoons e serie.  

Il premio SIAE è stato realizzato d Quidam (eccellenza nella lavorazione del vetro per l’edilizia e per l’interior design) e il Premio la voce dei cartoni animati è dell’artista Gabriella Defilippis, che con le sue opere ritrae i più famosi personaggi dei cartoni animati.

LEAVE A REPLY