L’apocalisse delle api in un futuro (in)evitabile

"L'impollinatore", lo spettacolo di e con Giovanni Guidelli, all'Earthink Festival 2020 di Torino

0
690
impollinatore
Foto di Fabio Palazzolo

Sabato 19 settembre 2020 all’Imbarchino di Torino va in scena L’impollinatore di e con Giovanni Guidelli, spettacolo vincitore del Bando 2019 di Earthink Festival, rassegna teatrale nata da un’idea di Serena Bavo dell’associazione culturale Tékhné con l’obiettivo di diffondere, attraverso le arti performative e la cultura, dei progetti mirati alla salvaguardia e alla cura del pianeta e dell’ambiente in cui viviamo, promuovendo la sensibilità e le buone pratiche a tutela del nostro ecosistema. “Connessioni” è il tema scelto per l’edizione del 2020, che vuole concentrarsi sull’importanza della collaborazione e della responsabilità di ogni singola persona parte di una comunità: rimanere connessi con l’ambiente e promuovere la collaborazione tra gli individui rappresentano, infatti, i primi passi verso uno stile di vita più sostenibile.

In questa cornice lo spettacolo di Giovanni Guidelli trova la propria perfetta collocazione, in uno spazio intimo e non convenzionale come lo può essere il romantico e ben conosciuto Imbarchino, sul fiume, in una calda sera di fine estate. Una panchina, due attori, musiche e il testo, forte e diretto, spietato e a volte brutale, ma realista e duramente sincero. In una Terra allo stremo devastata dai mutamenti climatici e dai suoi effetti catastrofici, le guerre non si combattano più per il petrolio e per le risorse minerarie, ma per l’acqua e per il cibo. Le api, fondamentali per la biodiversità, sono scomparse e gli insetti impollinatori si sono quasi totalmente estinti, trasformando il nostro pianeta in un luogo inospitale, in cui, nonostante tutto, gli uomini non riescono ad imparare dai loro errori.

In questo clima di desolazione, venata di ironia, il testo di Guidelli conduce il pubblico sul filo di un thriller psicologico che non si scioglie fino all’inevitabile finale giocato fra i chiaroscuri di una profezia che ci vede tutti coinvolti, ma dalla quale possiamo salvarci se riusciamo a comprendere in tempo l’importanza e il peso delle nostre scelte quotidiane, anche quelle più piccole. Uno spettacolo vibrante, sorretto da una recitazione concreta e ben calibrata da una regia al servizio di un testo mai banale e sempre intenso, profondo e brutalmente paradigmatico.

Visto il 19 settembre 2020 presso Imbarchino – Parco del Valentino, Torino.

——–

L’impollinatore

di e con Giovanni Guidelli 

e con in scena Francesco Grifoni

Prodoto da AVATAR Associazione Culturale

LEAVE A REPLY