Oltre mille spettatori per l’Omaggio a Morricone a Castelfranco Veneto

Castelfranco Veneto (TV) 1 settembre 2020

0
721

Un pubblico entusiasta, che è arrivato a sfiorare quota mille partecipanti, ha tributato un lungo applauso ieri sera, martedì 1° settembre, a Castelfranco Veneto (TV), all’“Omaggio a Ennio Morricone”.

Il concerto è stato portato sul palco dagli oltre centotrenta artisti, tra musicisti e coristi, dell’Orchestra Ritmico Sinfonica Italiana, del Coro Art Voice Academy e del Coro lirico Opera House insieme al tenore Luca Minnelli. Sul podio, a dirigere questa grande compagine di musicisti, il Maestro Diego Basso, che già a partire dal 2004 ha diretto numerosi concerti dedicati all’universo di Ennio Morricone e che per la prima volta ha portato il tributo al grande compositore romano sotto le mura in Piazza Giorgione.  A rendere unico il concerto è stata anche la presenza del flautista solista Andrea Griminelli, musicista acclamato dalla critica e dal pubblico di tutto il mondo per le sue sensibilissime interpretazioni, che nel corso della sua carriera ha ricevuto onorificenze e riconoscimenti in tutto il mondo, dal Grammy, al Prix de Paris.

Accompagnati da video proiettati direttamente sulla Torre, i musicisti e i cantanti hanno eseguito sia i grandi classici di Ennio Morricone, da “C’era una volta in America”, “C’era una volta il West”, “Il buono, il brutto e il cattivo”, “Mission”, “La leggenda del pianista sull’oceano”, sia brani meno conosciuti quali da film quali “Le professionnel” , “Gli intoccabili”, “Per le antiche scale”, che il pubblico ha avuto modo di riscoprire se non addirittura ascoltare per la prima volta.

«Quella di eseguire l’omaggio a Morricone a Castelfranco Veneto, per la prima volta con il Maestro Andrea Griminelli, dopo averlo portato in giro per il mondo – racconta il Maestro Diego Bassoè un’emozione particolare perché per me è un ritorno a casa. Portarlo poi in questa cornice meravigliosa, questo palcoscenico naturale, con un pubblico così numeroso amplifica l’emozione stessa. Morricone ha scritto tanta musica e tanti brani che saranno eterni, opere che sentiremo anche tra mille anni».

Molto sentito il ricordo del flautista Andrea Griminelli nel parlare del suo rapporto personale e professionale con Ennio Morricone.

«La prima volta che lo conobbi fu ad una trasmissione televisiva e fu molto gentile con me, proponendomi di suonare “Per le antiche scale” e accompagnandomi al pianoforte. Ennio era una persona molto timida, che poteva anche sembrare burbera, ma era in realtà molto generosa e molto umileAscoltavo la musica di Morricone da quando avevo sei anni e me ne sono innamorato addirittura prima di sentire la musica classica. La sua è una musica che contiene ancora mille segreti da scoprire. Morricone è uno dei più grandi musicisti classici della Storia e sicuramente è uno dei pochi e dei più grandi del nostro Secolo. E conquisterà anche il pubblico dei giovanissimi».

Per informazioni
www.diegobasso.com

Previous articleSHOW Summer Fest
Next articleTeatro la Contrada (Trieste): ecco la stagione di prosa 2020/2021
Laureato in filosofia all’Università degli Studi di Padova, collaboro con lo Studio Pierrepi dal 2009. Appassionato comunicazione digitale, ho concentrato la mia attività nelle Digital PR, nei rapporti con le testate e gli influencer digitali, seguendo corsi ad hoc. Dal 2010 sono consulente di media & public relation per la Federazione Italiana Donne Arti Professioni e Affari di Padova, per il Circolo Tralaltro Arcigay Padova e la Società Dante Alighieri sezione di Padova. Dal 2011 sono responsabile dell’ufficio stampa della manifestazione “Padova Pride Village” alla Fiera di Padova. Attualmente sto inoltre collaborando con il Teatro de LiNUTILE di Padova e il Padova Pride.

LEAVE A REPLY