Medea

Dal 6 all’11 ottobre al Teatro Vascello, Roma

0
270

MedeaNOTE di REGIA: Questa nostraMedea, vuole essere fedelissimaal testo, alla paroladi Euripide e, nello stesso tempo, infedelissimaalla sua drammaturgia. In altri termini, la struttura della tragedia greca: il coro, il messaggero, tutti i personaggi, vengono come ingoiatida una nuova struttura contemporanea, in un dialogo serrato, aspro, tra il marito infedele e la moglie tradita. Così il paradigma di un certodramma moderno e spudorato destruttura completamente la drammaturgia della Grecità della stupenda tragedia di Euripide per restituirla spogliata. In un dialogo serrato, concitato, crudele e amaro. Un “ora” e “quiriconoscibili nel nostro oggi. La tragedia della madreimpazzita damore e di dolore, si svuota e si fa poveradi ogni memoria classicaper riempirsi tutta e arricchirsi essenzialmente soltanto di incomprensione, dolore, gelosia, infelicità, pazzia, vendetta… Questi i sentimenti che travolgono moglie e marito, in una lunga, terribile, dolorosa Scena da un matrimonio. Il sentimento di perdita, di svuotamento, di spiazzamento da un ambito-anticoa una condizione nostra, nel rigoroso rispetto del testopoetico, toglie allo spettatore ogni preconcetto estetico intorno a un certo spettacolo modernodi un testo antico. Immaginiamo una sinfoniache venga suonata a Jazz soltanto da due strumenti amorosi e virtuosiche tenendo ferma nel cuore la tragediadi Euripide la restituiscano per due voci solein uno spietato duetto che lasci lo spettatore letteralmente senza fiato. Quello che noi chiamiamo tradizione è un concetto temporale. Nel senso che un tempoantico viene trasferito nel tempo di oggiche è il tempo-moderno. È attraverso questo modoche noi siamo il tempo. Moderno è il nostro modo di essere il Tempo. Questa rigorosatradizione del tempo è l’impegno, nel senso profondo di dare noi stessi in pegnoin questo nostro spettacolo necessario.

GABRIELE LAVIA

——–

Prezzi intero 26, ridotto over 65 19, ridotto under 26 16, info 065898031  promozioneteatrovascello@gmail.compromozione@teatrovascello.it

Teatro Vascello via Giacinto Carini 78 Roma Monteverde

Acquista i biglietti on line https://www.vivaticket.com/it/biglietto/medea/151809

Programma completo su: https://www.teatrovascello.it/

———-

Come raggiungerci con mezzi privati: Parcheggio per automobili lungo Via delle Mura Gianicolensi, a circa 100 metri dal Teatro. Parcheggi a pagamento vicini al Teatro Vascello: Via Giacinto Carini, 43, Roma; Via Maurizio Quadrio, 22, 00152 Roma, Via R. Giovagnoli, 20,00152 Roma
Con mezzi pubblici: autobus 75 ferma davanti al teatro Vascello che si può prendere da stazione Termini, Colosseo, Piramide, oppure: 44, 710, 870, 871. Treno Metropolitano: da Ostiense fermata Stazione Quattro Venti a due passi dal Teatro Vascello. Oppure fermata della metro Cipro e Treno Metropolitano fino a Stazione Quattro Venti a due passi dal Teatro Vascello

Gabriele Lavia con Federica Di Martino, Simone Toni. Lo spettacolo andrà in scena presso il Teatro Vascello di Roma in prima regionale Dal 6 all11 ottobre 2020 martedì, mercoledì, giovedì e venerdì ore 21 – sabato ore 19 – domenica ore 17  

Prezzi intero 25, ridotto over 65 18, ridotto under 26 15, info 065898031 

———–

Teatro Vascello Via Giacinto Carini 78

Cap 00152 Monteverde Roma

www.teatrovascello.it

———-

Dal 6 all11 ottobre 2020

martedì, mercoledì, giovedì e venerdì ore 21 – sabato ore 19 – domenica ore 17

MEDEA

di Euripide

adattamento e regia Gabriele Lavia

con Federica Di Martino, Simone Toni

produzione Effimera srl

LEAVE A REPLY