Anteprima del Festival perAspera

Tre appuntamenti nel mese di giugno

329

Novità importanti per la quattordicesima edizione di perAspera, Festival di arti interdisciplinari contemporanee, che si svolgerà a Bologna e nella Città Metropolitana dal 20 al 25 settembre, organizzato da Nove Punti APS nell’ambito di Bologna Estate 2021, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna-Destinazione Turistica, e di “A Mente Fresca 2021. È bello esserci”, il calendario estivo di eventi promosso dal Comune di Casalecchio di Reno con il coordinamento del servizio Casalecchio delle Culture, con il contributo di Comune di Bologna, Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, con il patrocinio di Regione Emilia-Romagna, in collaborazione con DAMSLab – Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna e Bologna Città della Musica UNESCO. 

Sempre più contraddistinto per l’intreccio di linguaggi artistici in progetti pensati e costruiti appositamente per i luoghi e le persone che li abitano e attraversano, il Festival, intitolato A casa su Marte, sarà preceduto dal mese di giugno, da tre appuntamenti che andranno a rafforzare la struttura ormai classica del Festival con due piani paralleli in relazione tra loro: il piano dell’azione artistica e il piano del pensiero. Nuove azioni nate dalle urgenze che questo tempo ha portato nella nostra vita e che pongono al centro l’esperienza delle personemediata (dalla tecnologia, come per l’esperienza immersiva di Silvia Mercuriali) o immediata (i laboratori di matrice partecipativa di Simona Bertozzi e di Macellerie Pasolini) – nella convinzione che l’arte abbia il compito di alimentare le relazioni e creare connessioni. Anche attraverso le parole: tutte le azioni artistiche saranno infatti accompagnate da Dialoghi semplici (ma non semplici dialoghi) sulla performing art, ideati e condotti da Renzo Francabandera.

In questo Prologo di Festival, grande curiosità per la prima italiana dell’esperienza immersiva Swimming Home scritta e diretta da Silvia Mercuriali, artista italiana di fama internazionale che vive e lavora a Londra dal 2000 e che da anni focalizza la sua ricerca sull’Autoteatro, un nuovo tipo di performance in cui il pubblico è attore di se stesso, ricevendo e seguendo istruzioni audio, video e/o testuali (dal 23 al 30 giugno e dal 20 al 25 settembre). “Swimming Home”, prodotta per la versione italiana da perAspera Festival, è una meditazione privata per una persona alla volta che si dipana via app nel bagno di casa propria: il partecipante è invitato a indossare il suo costume da bagno, gli occhialini e un asciugamano, per immergersi in un mondo acquatico e vivere un’esperienza unica, personale, irripetibile, basata sull’elemento acquatico e sulla sua forza evocativa, onirica. L’ordinario diventa fantastico: la casa si trasforma in uno spazio poetico dove i rubinetti sono cascate e il bagno un brodo primordiale. Grazie all’uso dell’app Mercurious NET, i partecipanti potranno decidere se accedere alla versione vasca o doccia e ad un orario prestabilito avranno accesso alla pièce audio accompagnati dalle voci narranti di Silvia Mercuriali, Neri Marcorè, Andrea Fugaro, Fabrizio Matteini, tra istruzioni da seguire e un racconto che ripercorre la relazione con l’acqua che ci connette tutti. Il brano finirà all’inizio dell’atto successivo: sul bordo della piscina, prima di tuffarsi.

Corpi e spazi, artisti e persone, corpi e pensieri saranno messi in relazione in un percorso che riassumerà la natura di perAspera, del suo essere tessitura, aperta, orizzontale, articolata. 

Per quanto riguarda la parte dell’azione artistica, due i laboratori ai quali si potrà partecipare tramite una Call.

Dal 5 all’8 luglio, presso il Parco di Villa Aldrovandi Mazzacorati, si svolgerà “ATLANTE. Dello spazio e del tempo”, laboratorio condotto dalla coreografa Simona Bertozzi, aperto a tutti per un massimo di 10 persone, che fonda le sue pratiche sul corpo e l’analisi del movimento.  Se il corpo è lo strumento con cui ci si orienta nel mondo, con il movimento si attivano processi dell’abitare che sono condizione di apertura verso l’altro da sé.  In questa dimensione, anatomica e dialogica, si procederà verso la produzione di tracciati esplorativi in cui il gesto individuale trova appoggio nell’architettura dello spazio, svelando visioni e prospettive inedite di presenza, ascolto e coralità. L’esito del laboratorio sarà il 25 settembre in forma di videoinstallazione realizzata da Fabio Fiandrini e Antonietta DiCorato. 

Dal 30 agosto al 5 settembre (con restituzione pubblica il 5 alle ore 21) si svolgerà “Home Sweet Home”, laboratorio di teatro performativo a cura di Macellerie Pasolini, ideazione, conduzione e regia di Ennio Ruffolo, un progetto promosso da perAspera Festival/Nove Punti APS. Pensato per gli spazi della Casa della Cultura Italo Calvino di Calderara di Reno, il laboratorio nasce dalla riflessione sullo stare forzatamente a contatto con persone che si sono scelte, che il mondo adesso definisce congiunti e che probabilmente si amano, ma non necessariamente sempre si vogliono. Seconda tappa di un percorso di riflessione sull’isolamento condotto da Macellerie Pasolini, il laboratorio ricostruirà dinamiche di vita e di relazione, trasformando l’Auditorium della Casa della Cultura in vari ambienti domestici (cucina, salotto, camera da letto, bagno). I partecipanti, massimo 10 persone a partire dai 16 anni, senza bisogno di esperienze pregresse, lavoreranno sul proprio corpo scenico e sulla propria interiorità. 

Dal piano dell’azione a quello del pensiero: Renzo Francabandera, critico teatrale, curerà un ciclo di conversazioni intitolate “Dialoghi Semplici (ma non semplici dialoghi) sulla Performing Art” costruiti con DAMSLab – Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna e con persone non appartenenti alla sfera culturale e della ricerca. Momenti che non hanno una organizzazione preimpostata e definita della forma incontro che indagano con i partecipanti l’aspetto socio-psicologico del bisogno oggi del rito artistico. Il primo appuntamento si svolgerà in occasione di “Swimming Home” il 23 giugno, alle ore 19, nella Hall di DAMSLab (piazzetta P.P.Pasolini 5b), con un dialogo incentrato sul rapporto fra medium e immaginazione, su quanto e quando un percorso immersivo a distanza riesca a coinvolgerci. Parteciperanno: Prof.ssa Roberta Paltrinieri, Responsabile scientifico DAMSLab, Prof. Matteo Paoletti, Ricercatore in Discipline dello Spettacolo presso il Dipartimento delle Arti, Silvia Mercuriali (in collegamento da Londra).

Il 7 luglio, alle ore 19, nel Parco di Villa Aldrovandi Mazzacorati, si svolgerà invece il dialogo correlato al percorso partecipativo condotto da Simona Bertozzi, che Renzo Francabandera incentrerà su geografie e ruoli: cosa succede quando si torna a casa da un’esperienza laboratoriale? Cosa raccontiamo agli altri? Come li percepiamo e come ci percepiscono diversi?

Il terzo incontro con Macellerie Pasolini, il 1 settembre, alle ore 19, alla Casa della Cultura Italo Calvino di Calderara di Reno, sarà infine una pratica soggettiva e di gruppo dedicata a esplorare l’essere se stessi con gli altri, il fingere meno e diversamente a partire dalla domanda: cosa e quando riusciamo a raccontare noi stessi agli altri e perché?

L’intreccio tra arti, linguaggi, persone e contesti proseguirà dal 20 al 25 settembre, con numerosi interventi artistici.

PER INFORMAZIONI

Link sito www.perasperafestival.org

Gli interventi di perAspera sono tutti gratuiti con prenotazione obbligatoria alla mail info@perasperafestival.org o via WhatsApp al numero 349 5824266.

I biglietti (gratuiti) di Swimming Home (durata 35 minuti) si prenotano a questo link dal 15 giugno https://www.tickettailor.com/events/swimminghome/533310

Info Laboratori

Per iscrizioni al laboratorio “ATLANTE. Dello spazio e del tempo” di Simona Bertozzi https://forms.gle/m5qX9Y12ADD49FBb6 (scadenza 30 giugno 2021)

Per iscrizioni al laboratorio “Home Sweet Home” di Macellerie Pasolini   https://forms.gle/fs8MEGnx62PEmvRUA (scadenza 20 agosto 2021)

perAspera è realizzato da Nove Punti APS con il patrocinio di Regione Emilia-Romagna, con il contributo di Comune di Bologna, Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna; nell’ambito di Bologna Estate 2021, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna-Destinazione Turistica, e di “A Mente Fresca 2021. È bello esserci”, il calendario estivo di eventi promosso dal Comune di Casalecchio di Reno con il coordinamento del servizio Casalecchio delle Culture, Patto di collaborazione per la promozione dei diritti delle persone LGBTQI del Comune di Bologna; in collaborazione con DAMSLab-Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna, Bologna Città della Musica Unesco.

Partner: ATER Fondazione – Teatro Comunale Laura Betti, Ateliersi, Associazione Amici del Mercato Albani, Bologna Modulare, Casa della Cultura “Italo Calvino”, Cronopios Eventi, FactoryBO, Grenze Arsenali Fotografici, Kilowatt/Le Serre dei Giardini Margherita, LabOratorio San Filippo Neri, Mismaonda, Mercatino Albani, Parsec, Re Mida Terre d’Acqua. Media Partner NEU RADIO.