Ultimo concerto estivo dei Pomeriggi Musicali alle Stelline

Il 31 luglio, ore 19, al Chiostro della Magnolia, Milano

253
Foto di Lorenza Daverio

Quarto e ultimo appuntamento della stagione estiva dei Pomeriggi Musicali, sabato 31 luglio alle ore 19 nel suggestivo Chiostro della Magnolia (corso Magenta 61) della Fondazione Stelline, un angolo di verde nel pieno centro della città a due passi da Santa Maria delle Grazie, dove anche quest’anno si rinnova la collaborazione fra le due storiche istituzioni milanesi. Come nelle precedenti serate, prima di ogni concerto e grazie alla collaborazione con Stelline Caffè & Gourmandises, il pubblico potrà gustare un aperitivo ispirato al concerto. 

Il programma musicale dell’ultimo appuntamento di sabato 31 luglio (ore 19:00) vede l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali diretta da Massimiliano Caldi impegnata nella sinfonia dalle Nozze di Figaro di Wolfgang Amadeus Mozart – una tra le ouverture più celebri ed eseguite dell’intero panorama operistico settecentesco; nella Sinfonia n. 2 in la minoreop. 55 di Camille Saint-Saëns e nella Sinfonia n. 3 in re maggiore D200 di Franz Schubert, pagina quest’ultima leggera e graziosa, che si pone sotto il segno di una scorrevole freschezza nella slanciata vivacità del primo tempo e nel giocoso umorismo del finale, per concludere questa rassegna con un sorriso. 

In caso di pioggia il concerto si svolgerà al Teatro Dal Verme. 

«Iniziative come I Pomeriggi alle Stelline, che richiamano un pubblico sofisticato ma anche una platea curiosa – scrive il Presidente della Fondazione Stelline PierCarla Delpiano – contribuiscono a rafforzare il legame tra ciò che accade dentro e quanto succede all’esterno della Fondazione Stelline. Giunti alla loro ottava edizione, forti di un successo che si ripete ogni anno, sono ormai un appuntamento irrinunciabile per chi ama la musica e ne vuole godere en plein air nel Chiostro della Magnolia, uno dei giardini più affascinanti di Milano. Questa rinnovata occasione di condivisione della bellezza assume poi un significato ancora più forte in questo anno così particolare».

«Questo anno e mezzo di pandemia – ricorda il direttore generale e artistico dei Pomeriggi Musicali Maurizio Salerno– tra le difficoltà e le molte cose negative, ci ha comunque indotti a ripensare, reinventare e riscoprire la musica e lo spettacolo musicale dal vivo. Abbiamo compreso una volta di più, se ce n’era bisogno, di quanto essa sia essenziale per la nostra vita individuale e collettiva, ne abbiamo ulteriormente esplorato i territori, i linguaggi, gli interpreti. L’emergenza sembra finalmente affievolirsi e si riapre la possibilità di tornare a stretto contatto col nostro pubblico. Con un gioco di parole, potremmo dire che è tempo di tornare sul territorio, per restituirgli la musica e i suoi territori, nuovi e antichi. Si riapre lo scrigno sonoro dell’orchestra, coi grandi autori e con le novità. Una stagione all’insegna della scoperta e della riscoperta. La scoperta di nuove musiche e interpreti, la riscoperta dell’intensissima emozione del concerto, che conosciamo così bene e che pure non smette di sorprendere e incantarci».

———–

Biglietteria e Informazioni

Costi dei biglietti: euro 8 + prevendita

 

Teatro Dal Verme

via San Giovanni sul Muro, 2 – 20121, Milano

Tel. 02 87 905 – www.ipomeriggi.it

Il servizio informazioni e biglietteria presso il Teatro Dal Verme è aperto dal martedì al sabato dalle 10.30 alle 18.30.

 

Biglietteria online su TicketOne.it

Nei giorni dei concerti alla Fondazione Stelline da un’ora prima del concerto.

———-

 

Fondazione Stelline

sabato 31 luglio ore 19.00

Direttore Massimiliano Caldi

Orchestra I Pomeriggi Musicali

 

Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791)

Le nozze di Figaro, ouverture

 

Camille Saint-Saëns (1835-1921)

Sinfonia n. 2 in la minore

Allegro marcato, Allegro appassionato

Adagio

Scherzo. Presto

Prestissimo

 

Franz Schubert (1797-1828)

Sinfonia n. 3 in re maggiore D. 200

Adagio maestoso. Allegro con brio

Allegretto

Menuetto: Vivace. Trio

Presto vivace

 

Massimiliano Caldi direttore

Massimiliano Caldi (Milano 1967), vincitore del primo premio assoluto del Concorso “G. Fitelberg” (1999), attualmente è Direttore Principale della Filarmonica Subcarpatica “A. Malawski” di Rzeszów, Polonia. Fra gli ultimi impegni, il debutto de Il Don Bucefalo all’Opera Baltica di Danzica, il concerto video registrato al Teatro alla Scala con I Virtuosi del Teatro alla Scala, la prima polacca del concerto per violoncello di Castelnuovo-Tedesco con Silvia Chiesa e l’inaugurazione del 60° Festival Internazionale di Łańcut. Il Maestro è sempre attivo fra Italia e Polonia, dove appare regolarmente sul podio delle più importanti Filarmoniche e orchestre sinfoniche. Nel 2018 ha vinto il premio Gazzetta Italia per la promozione, in campo sinfonico e operistico, della musica italiana in Polonia e viceversa. Negli ultimi anni è stato invitato da orchestre quali la Berliner Konzerthaus Kammerorchester, l’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo, la Istanbul State Symphony Orchestra. Fra le registrazioni, Mario Castelnuovo-Tedesco (Sony Classical – Orchestra Nazionale RAI di Torino), Don Bucefalo di Antonio Cagnoni e Salomè di Richard Strauss (Dynamic).