Casa del Cinema, Furio Scarpelli, Pennello, china e macchina da scrivere

La presentazione del volume alla Casa del Cinema di Roma in Sala Volontè martedì 30 novembre alle ore 18.00

249

Presentazione del volume
FURIO SCARPELLI. PENNELLO, CHINA E MACCHINA
DA SCRIVERE
Casa del Cinema – Sala Volontè
martedì 30 novembre alle ore 18.00

Appuntamento alla Casa del Cinema di Roma, martedi 30 novembre, per la presentazione del volume Furio Scarpelli, Pennello, china e macchina da scrivere. Il volume edito dalla casa editrice Edizione Erasmo è curato per Romics da Sabrina Perucca ed Alberto Sarasso con Giacomo Scarpelli per celebrare i 100 anni dalla nascita di una grandissima figura del cinema italiano, Furio Scarpelli.

Il presente catalogo ci restituisce gran parte della sua opera grafica, edita e inedita. “Furio Scarpelli – scrive Sabrina Perucca – aveva una grande passione, il disegno, così forte da permeare tutte le sue attività. Quando si accostava a un nuovo progetto, un’idea di un nuovo film o di un libro, ecco che prima di tutto comparivano le immagini, una scrittura visiva continua e stratificata, un continuo gioco continuo tra parola e disegno”. E il figlio Giacomo sottolinea: “Ora che è suonato il centenario della nascita e sono dieci anni che è venuto a mancare, continuano a uscire racconti, romanzi e film a sua firma, ma appaiono anche testimonianze di quella che fu la sua seconda professione, il disegno, iniziata ancora prima”.

Il volume prende il via a partire dalla mostra realizzata da Romics nel 2019 dal titolo Furio Scarpelli: pennello, china e macchina da scrivere un affascinante percorso, in quattro sezioni, che ha narrato di una passione e di un’instancabile attività che ha percorso tutta la vita di Furio Scarpelli, il disegno: una mostra antologica tra storici fumetti, ritratti, vignette satiriche e sceneggiature disegnate, allestita a Romics e poi alla Casa del Cinema.

La presentazione, moderata da Gerry Guida, vedrà i tre curatori del volume Sabrina Perucca, Alberto Sarasso e Giacomo Scarpelli in dialogo con Francesca Archibugi, Massimo Ghirlanda, Leone Pompucci, Marco Tiberi e Paolo Virzì.

Furio Scarpelli è stato un artista del pennello e della macchina da scrivere. Per chi ha amato il suo cinema, per chi ama il fumetto e l’illustrazione il volume rappresenta un’imperdibile occasione di immergersi nell’opera di una figura imprescindibile della cultura italiana.