“L’attesa” di Remo Binosi apre la rassegna teatrale “In Scena” al Cristallo

Venerdì 12 novembre riparte la rassegna "in scena"del Teatro Cristallo e del Teatro Stabile di Bolzano

327

Saranno tre donne ad inaugurare la rassegna teatrale di punta del Cristallo, “In Scena”, realizzata in collaborazione con il Teatro Stabile di Bolzano: venerdì prossimo, 12 novembre alle 21 saliranno sul palco del teatro di via Dalmazia Anna Foglietta e Paola Minaccioni dirette da Michela Cescon. Lo spettacolo si intitola “L’attesa”, scritto da Remo Binosi che ha voluto un’ambientazione settecentesca che sa conquistare per l’universalità dei temi e dei contenuti. Alla tappa bolzanina seguiranno quelle di Merano, Brunico, Bressanone e Vipiteno dal 13 al 16 novembre, nell’ambito della stagione del TSB.

La rassegna “In Scena” è generosamente sostenuta dalla Provincia Autonoma di Bolzano, dal Comune di Bolzano e dalla Regione Trentino Alto Adige ed è sostenuta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano e da Alperia Spa.

Riparte con un trittico femminile la rassegna “In Scena” del Teatro Cristallo e del Teatro Stabile di Bolzano: venerdì 12 novembre alle 21 la regista Michela Cescon, alla sua seconda regia teatrale, presenterà il rapporto tra due donne, la cortigiana Cornelia, (interpretata da Anna Foglietta), nobile veneta e Rosa, (Paola Minaccioni) una donna popolana tuttofare che piegherà il destino della prima e cambierà le sorti della storia. Lo spettacolo è prodotto dal Teatro di Dioniso e dal Teatro Stabile del Veneto in collaborazione con il TSB ed inaugurerà anche le stagioni dello Stabile a Merano il 13 novembre (Teatro Puccini, h. 20.30), Brunico il 14 novembre (Haus Michael Pacher, h.20.30), a Bressanone il 15 novembre (Forum, h. 20.30) e a Vipiteno il 16 novembre (Teatro Comunale, h. 20.30).

Un testo quello de “L’attesa”, scritto dall’autore veneto Remo Binosi che ha voluto mantenere una grande forza drammatica, presentando, in una chiave sia storica che moderna, il rapporto serva-padrona, il doppio, il grande seduttore Casanova, ma anche i grandi temi della vita quali la maternità, il male, la morte. In questo spettacolo i registri narrativi si alternano, passando con facilità dalla commedia al dramma, dal noir fino a sfiorare la tragedia. Il linguaggio è originale e sorprendente, con una naturale vis comica che garantisce una presa certa sul pubblico, paragonabile a quella dei testi di Goldoni e di Eduardo. Anna Foglietta e Paola Minaccioni insieme per la prima volta sul palco, hanno già presentato, guidate da Michela Cescon questo lavoro sotto forma di lettura nell’ambito di “FUORI!” del Teatro Stabile di Bolzano e da quelle basi ha preso il via la nuova produzione. Il rapporto tra le due donne è centrale ed è attorno ad esso che ruota tutto lo spettacolo: si passa dall’astio iniziale tra le due ad un rapporto quasi complice, infine conflittuale. Cornelia, nobile veneta promessa in sposa al duca di Francia, è segregata in campagna dalla famiglia perché resa gravida da un altro uomo durante una festa di Carnevale. Sola, in una stanza buia, può contare soltanto sui servizi di una vecchia nutrice, finché non le viene affiancata Rosa, donna popolana e tuttofare e da quel momento… tutto cambia. Le scene sono di Dario Gessati, i costumi di Giovanna Buzzi e le musiche originali di Andrea Farri. Assistente alla regia è Elvira Berarducci.

Per informazioni ed acquisto posti online della data bolzanina www.teatrocristallo.it

I biglietti costano 15 euro (intero), 10 euro (ridotto con Cristallo Card), 6 euro (ridotto con Cristallo Card young). I biglietti si possono acquistare presso la cassa del Teatro Cristallo che è aperta dal lunedì al venerdì dalle 16.30 alle 18.30 e il giovedì e il sabato dalle 10 alle 12.

I biglietti per le recite di Merano, Brunico, Bressanone e Vipiteno si possono acquistare on-line sul sito www.teatro-bolzano.it; scaricando la App Teatro Stabile di Bolzano (iOs e Android) e nei giorni di spettacolo a partire dalle 19.30 presso le casse dei rispettivi teatri.

Si ricorda che per accedere alla sala teatrale è necessario essere in possesso del Green Pass.

www.teatrocristallo.it