Il Circus Theatre Elysium porta in scena “Alice in wonderland”

Recensione di Amelia Di Pietro

712

Andato in scena al teatro Duse di Bologna

La compagnia del Circus Theatre Elysium di Kiev arriva a Bologna in un momento molto delicato per i suoi connazionali. Sì perché, mentre la compagnia ucraina si esibisce al teatro Duse di Bologna, la loro nazione è vittima del conflitto che sta tenendo con il fiato sospeso il mondo intero. E, siccome l’arte è l’antitesi della guerra, in un momento così delicato e di sofferenza, non si poteva che iniziare lo spettacolo con un caldo abbraccio di sostegno al popolo Ucraino. Tutto il pubblico si è alzato in piedi quando è partito l’Inno Nazionale prima dell’inizio dello spettacolo, rendendoci tutti uniti di fronte allo scempio della guerra.

La cosa che accomuna lo spettacolo con la magica fiaba Lewis di Carrol non è certo la trama, che qui si riconosce solo a tratti e tende ad essere difficilmente comprensibile – se non per la presenza delle figure chiave come Alice, il Cappellaio Matto, il Bianconiglio, lo Stregatto e la Regina di Cuori – ma la capacità che ha la compagnia, così come Carrol, di trasportare lo spettatore in una dimensione onirica e fantastica. Attraverso un gioco di colori e di esibizioni spettacolari che vedono il corpo come protagonista indiscusso di numeri che mettono in luce le qualità acrobatiche, che fanno fluttuare corpi nel cielo e sfidano la stessa gravità.

Lo spettacolo si snoda attraverso la storia di Alice, un po’ rivisitata (la protagonista s’innamora di un fantomatico Principe Azzurro e insieme devono superare ostacoli inimmaginabili) e le performance degli acrobati che si susseguono lungo il racconto. Ballerini, giocolieri, acrobati offrono emozionanti prestazioni, alcune davvero spettacolari, in cui si alternano agilità fisiche fuori dal comune, prove di forza e di equilibrio ma anche siparietti divertenti e bellissime coreografie di danza in una cornice multicolorata di sfarzosi costumi e pittoreschi travestimenti.

Il Circus-Theatre Elysium è stato fondato nel 2012 attraverso un progetto artistico nato dall’ispirazione di Oleg Apelfed, capace di raccogliere intorno a sé un cast di professionisti di respiro internazionale e di realizzare un circo moderno, mostrandone per primo le mille sfaccettature e le possibilità di rappresentazione scenica.