La nuova sagione del Teatro Martinitt

0
226
Condividi TeatriOnline sui Social Network

MILANO – Dal prossimo 2 ottobre riaprirà le porte al grande pubblico il Teatro Martinitt che dalla zona Rubattino arricchisce la proposta culturale di Milano con commedie brillanti e musica d’autore.

Giunta alla sua seconda stagione la Società Cooperativa romana La Bilancia, presieduta da Stefano Marafante, coadiuvata dai soci della direzione artistica milanese Ussi Alzati, Alfredo Colina e Claudio Parisi, continua la sua opera di diffusione della commedia di italiana nel nuovo spazio del TEATRO MARTINITT.

L’edificio costruito nel 1932 è in origine sede degli orfani di Milano, i Martinitt, per le loro recite e rappresentazioni. Dopo varie vicissitudini legate ai cambiamenti socio economici, lo spazio diventa prima cinema, per la proiezione di film educativi, per poi trasformarsi, intorno alla metà degli anni ’70, in comunità alloggio. Infine per quasi due decenni l’edificio, a causa della diminuzione dei ragazzi, è stato abbandonato per poi risorgere, ristrutturato e messo a nuovo, come teatro.

Dal 2010, in piena controtendenza con la situazione difficile che vivono i teatri italiani, con tagli ai fondi e crisi economica, La Bilancia ha investito con coraggiosa passione in una difficile sfida che ha già portato i primi frutti: 10.000 spettatori e 500 abbonati in soli 5 mesi!

“Il teatro si colora di nuovo” è il titolo scelto per promuovere la Stagione di prosa con 9 commedie che, mettendo in scena gli aspetti più diversi della vita di tutti i giorni, da quelli più grotteschi e surreali a quelli più seri, affrontano la realtà con uno spirito di osservazione mai banale.

La musica quest’anno al Martinitt cambia pelle con la Golden Stage, l’Associazione Culturale che, innamoratasi della nuova sala, proporrà la rassegna denominata “Sound & Comfort”: concerti di musica live con artisti internazionali che offriranno al pubblico la possibilità di godere di un spettacolo unico ad un piccolo prezzo.

Sondre Lerche (2 ottobre), Josh T.Pearson (14 novembre), Piers Faccini (21 novembre) e Paolo Benvegnù (12 dicembre) i primi artisti che inaugureranno la nuova stagione di musica al Martinitt.

Soddisfatto il Presidente Marafante: “Con una capienza di più di 400 posti offriremo ai Milanesi, da giovedì a domenica, 120 recite teatrali per 9 spettacoli e il lunedì musica d’autore!”.

Il 13 ottobre il debutto della stagione di prosa, con la commedia E pensare che eravamo comunisti, scritto e diretto da Roberto D’Alessandro, un’esilarante commedia che fa ridere, riflettere e commuovere, narrando le vicende di una famiglia storicamente comunista alle prese con la crisi degli ideali politici e sociali della sinistra che perdono terreno nei confronti delle nuove tendenze consumistico-liberiste delle nuove generazioni.

Momento importante e originale per conoscere la nuova stagione è il format ASSAGGI DI STAGIONE, in scena mercoledì 14 e giovedì 15 ottobre: due serate di trailer show con gli spezzoni e le compagnie protagoniste dei 9 spettacoli in cartellone (E pensare che eravamo comunisti, Attento a come parli, Era ora, Comedian blues, Due mariti e un matrimonio, So tutto sulle donne, Singles, Papà al cubo, Una volta nella vita). Conducono: Geppi Cucciari, mercoledì 14; Alessandro Betti e Davide Paniate, giovedì 15.

Il costo del biglietto, in diretta concorrenza con quello del cinema, è alla portata di tutti: abbonamenti fissi per 9 spettacoli in platea a partire da 90 euro.

IL TEATRO SI COLORA DI NUOVO: VENITE A VEDERE, SArà divertente!

UFFICIO PROMOZIONE
Viviana Gagliardi
tel. 02 36580011– fax 02 36.58.00.12 – promozione@teatromartinitt.it

ORARI SPETTACOLI
Spettacoli teatrali: giovedì, venerdì, sabato: ore 21.00 – domenica: ore18.00

PRENOTAZIONI
Biglietteria del Teatro Martinitt – Via Pitteri 58, Milano
Tel. 02.36580010 – info@teatromartinitt.it

ORARIO BIGLIETTERIA:
dal 1 settembre al 9 ottobre
da lunedì a sabato dalle ore 10.00 alle ore 19.00
domenica chiuso
dal 10 ottobre
per tutta la stagione
da martedì a sabato dalle ore 10.00 alle ore 20.00
domenica dalle ore 15.00 alle ore 18.00
lunedì chiuso (tranne i lunedì di spettacolo)

LEAVE A REPLY