Re-PLAY

0
229
Condividi TeatriOnline sui Social Network

ANTONIO CARALLO

                                                                                                                                                      Re-PLAY

concept e interpretazione

Antonio Carallo

Musiche di Frank Sinatra, Felix da Housecat, Miss Kittin

Nell’ambito delle giornate della danza toscana 2011
realizzate in collaborazione con ADAC TOSCANA

Il Teatro Cantiere Florida festeggia 10 anni di spettacoli, eventi, produzioni e ospitalità di prosa, sia per adulti sia per ragazzi. E già pensa ai prossimi 10 anni, che si muovono nel segno della danza.

La stagione 2011/2012 prende il via venerdì 25 novembre – ore 21 – con Antonio Carallo, danzatore storico del Tanztheater di Pina Bausch che ha partecipato agli spettacoli presentati dalla compagnia in tutto il mondo.

Nella lingua inglese, to play indica unʼazione multiforme che scivola dal gioco al dramma, dalla musica al teatro. Re-PLAY si propone come un assolo creato parzialmente sulla base di opere già esistenti, di Pina Bausch e Jérôme Bel. Emerge unʼidea di contemporaneità che favorisce unʼarte della post-produzione attraverso cui dare vita a nuovi usi, a inediti attraversamenti di opere che non hanno esaurito la loro forza.

“Ho selezionato alcuni frammenti includendoli in un contesto nuovo attraverso una sorta di mixaggio, di re-indirizzo di senso – spiega l’artista – un Re-PLAY che tenta di reagire al caos e alla sovrapproduzione del nostro tempo. Un lavoro che scommette sulla trasformazione, pone domande sullʼidea di originalità e cerca nuove possibilità di rilettura della storia della danza contemporanea”.

Il tutto, attraverso un montaggio di fram­menti di spettacoli di Pina Bausch e Jérome Bel, che Antonio seleziona «come un dj» e ri­propone in una sequenza che acquista da su­bito un senso autonomo rispetto alla pur for­te presenza di simbolismi che riconducono di­rettamente alla figura della grande coreogra­fa.

Di lei, Carallo ricorda soprattutto l’enorme dedizione al lavoro: “Tutta la sua vita ruotava intorno a quello. Dormiva poco, fumava an­che sessanta sigarette al giorno, non aveva al­tri momenti di socialità se non quelli legati alla sua compagnia”.

Forse anche per questo, agli inizi degli anni Novanta, Antonio decise d’intraprendere un percorso proprio: “Avevo bisogno di avere una vita privata, di sentirmi vivo ed esistere anche al di fuori della scena, e quindi mi trasferii a Parigi e poi a Lisbona, dedicandomi soprattutto all’insegnamento. Pina lo accettò senza risentimenti, nonostan­te fra noi ci fosse un rapporto di grande affet­to e complicità che si era andato consolidan­do in tutti gli anni in cui avevo lavorato con lei”.

E sono proprio queste le emozioni che per­corrono i quaranta minuti di RE-PLAY , in cui la presenza di Baush aleggia in ognuno dei fram­menti che compongono il lavoro, senza mai ridursi alla celebrazione o perdersi nella reto­rica della mancanza.

Biglietti: 15 euro intero; 12 euro ridotto (Cral convenzionati, Centro Culturale, CDO, Carta Cartone, Feltrinelli Card, Tessera Arci, Soci Aci, Teatri Possibili, Over 65, Under 26, Coin Card, Carta Giovani, Cts, Carta Gio’, Io studio a Firenze, Officine Teatr’o). Informazioni e prenotazioni: dal lunedì al venerdì orario 09/17 tel  055-7135357.

La stagione 2011/2012 del Teatro Cantiere Florida è realizzata con il contributo di Comune di Firenze, Regione Toscana, Provincia di Firenze, Ente Cassa di Risparmio di Firenze, Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

LEAVE A REPLY