Il cinema autraliano/cinese sbarca a Montecitorio con il film 33 Postcards

0
217
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Proiezione straordinaria del film 33 Postcards della regista australiana Pauline Chan con Guy Pearce, in programma il prossimo giovedì, 18 ottobre, alla Camera dei Deputati.

In un momento di particolare ribalta per le economie emergenti anche e soprattutto asiatiche,  è la prima volta nella storia della Repubblica Italiana che l’anteprima nazionale di un film di co-produzione Australia/Cina viene presentato in visione speciale in una sede istituzionale del Governo come esempio di proficua interazione tra Culture e Paesi.

33 Postcards (2011), ha partecipato in anteprima europea alla recente edizione del Fiuggi Family Festival che le ha attribuito la menzione d’onore speciale “per l’intraprendenza produttiva nel dialogare e collaborare con l’industria cinematografica della Repubblica Popolare Cinese in un possibile percorso condiviso di progettazione”. Nel 2011 il film è stato premiato al Shanghai  Int’l Film Festival  ed è stato inserito nella rosa dei ‘cinque film da vedere’ all’ Int’l Sydney Film Festival; nonché selezionato congiuntamente da American Motion Picture Film Ass. e China Film Bureau come ‘uno dei migliori esempi di co-produzione internazionale cinese’.

Presente alla proiezione la regista e sceneggiatrice Pauline Chan, considerata ‘nome di spicco della cinematografia australiana’ dalla rivista francese Cahier du Cinema e come ‘regista premier australiano’ dai maggiori magazine asiatici di settore. I suoi film sono stati distribuiti in tutto il mondo e hanno partecipato ai più importanti festival internazionali dove sono stati insigniti di riconoscimenti prestigiosi. Mrs. Chan, da sempre fattiva sostenitrice degli scambi culturali internazionali, con 33 Postcards firma, dopo L’Ultimo Dragone, il suo secondo progetto pioneristico di co-produzione Australia/Cina, ed entrambi i film sono stati recentemente campioni d’incassi nelle sale cinesi. All’evento sarà presente anche Airaldo Piva, amministratore delegato di Hengdian Group Europe (coproduttrice cinese del film.

Interverranno, tra gli altri, Nicola Borrelli, Direttore Generale per il Cinema (MIBAC); l’onorevole Paola Binetti; Antonella Bevere, presidente del Fiuggi Family Festival; Mussi Bollini e Armando Fumagalli, rispettivamente direttore artistico e presidente del Comitato Scientifico del FFF. Sono stati invitati a partecipare, tra gli altri, Giampaolo Letta (Medusa Film); Maria Grazia Cucinotta; il regista Paolo Bianchini; Anica; Rai Fiction e Rai Cinema; Paola Rota (produttrice); oltre ai rappresentanti dell’Ufficio Cultura delle Ambasciate di Australia e Cina.

Hengdian Group è tra i primi dieci gruppi privati Cinesi con un fatturato annuo di circa quattro  miliardi di Euro. Dall’inizio del 2007 ha aperto la propria filiale Europea a Milano. Il gruppo comprende oltre 200 società tra cui la Hengdian World Studios attiva nel settore cinematografico e dell’entertainment. Ai suoi  Studios – che hanno ospitato dal 1996 i set di film come Hero, La Mummia 3, La Guerra dell’Oppio e La Città Proibita, e sono tra i più grandi al mondo (oltre 350 ettari e “senza carta pesta” sottolinea Piva) –  è stata attribuita la denominazione di ‘Chinese Hollywood’ dal  magazine Usa Hollywood Reporter. Nel 2004, Chinese Film Group Corporation, Hengdian Group e Warner Bros. Pictures hanno creato la prima joint venture tra aziende cinesi e straniere nel settore  della produzione cinematografica.

 

LEAVE A REPLY