Teatro C (Livorno): programmazione dal 16 al 21 ottobre

0
211
Condividi TeatriOnline sui Social Network

MARTEDI’ 16 OTTOBRE, ORE 22:00

 

N_SAMBO IN CONCERTO

INGRESSO GRATUITO

 Martedì 16 ottobre alle ore 22:00, N_Sambo sale sul palco del Teatro C per un’energica serata da ballare a ritmo di rock elettronico.

N_Sambo, alias Nicola Sambo, è uno dei musicisti più interessanti della scena musicale livornese e non. Con il suo dirompente sound caratterizzato da chitarra distorte, ritmi trascinanti e ambientazioni sintetiche, dimostra notevoli doti musicali, personalità e talento da vendere.

Esordisce con l’etichetta italiana Snowdonia, pubblicando l’album strumentale Sofà elettrico, uscito nel 2011. Un disco concepito e scritto interamente da solo, pezzo dopo pezzo, sperimentando nuovi effetti di chitarra. Ne viene fuori un album multicolore, per certi verso astratto, caratterizzato da atmosfere psichedeliche e suoni derivati da software elettronici. Gli strumenti reali e i suoni campionati si mescolano in un magma sonoro, frutto di una ricerca musicale niente affatto scontata.

Sempre il 2011 è l’anno del suo secondo disco, Suspended, stavolta pubblicato con l’etichetta Electric Fantastic Sound. Un album potente, malinconico e intimista in bilico tra electro pop e sound distorti. Stavolta è il cantato in lingua inglese a segnare il decisivo passaggio dal primo al secondo disco, mentre chitarre graffianti, fuzz, drum machine e suoni saturati tornano a farsi sentire prepotentemente, attestandosi come inconfondibile marchio di fabbrica del gruppo. Le dieci canzoni di Suspended sono tutte legate da un filo conduttore: una storia d’amore importante rimasta come in sospeso. Il disco, quindi, può essere considerato un concept abum a tutti gli effetti

Avevo semplicemente dei testi e ho cominciato a cantarli. Tutto qui. Non sono abituato a scrivere se non quando viaggio: porto con me un quaderno su cui scrivo appunti, disegno mappe dei posti in cui vado, cose così.” (N_Sambo)

Un’accurata attenzione per gli arrangiamenti contraddistingue il sound del gruppo di Nicola Sambo, ipertrofico e al contempo raffinato, che fa della sperimentazione a tutto tondo il suo obiettivo principale.

Ecco alcuni estratti dalle recensioni più importanti:

Suspended è un’opera tra le più ampie e finemente prodotte che terra italiana abbia mai visto partorire nell’ultimo lustro almeno (NerdsAttack, web magazine)

Suspendend emerge tutti gli effetti come una sceneggiatura musicale tra le più entusiasmanti e imprevedibili degli ultimi tempi in Italia (Gli Osservatori Esterni, web magazine)

Diventa impossibile resistere al suo talento (Il Mucchio, rivista musicale)

Stupefacente! (Retrophobic, web magazine)

Il risultato è sbalorditivo (Rockit, web magazine)

N_Sambo suonerà al Teatro C di Livorno martedì 16 ottobre alle ore 22:00. Il cantante chitarrista Nicola Sambo sarà affiancato da Alessandro Quaglierini (basso e voci), Valerio Ianitto (laptop e synth) e Dario Gentili alla batteria.

 

 

 

 

GIOVEDI’ 11 OTTOBRE, ORE 20:30

BAR ITALIA

 

Ogni giovedì, a partire dalle 20:30, il Teatro C diventa BAR ITALIA. Aperitivo macrobiotico e dj set a cura di Aimone Bonucci e Gaetano Graniero, per una serata stuzzicante da passare con gli amici all’insegna del buon cibo e della grande musica d’autore, contemporanea e non.

L’ingresso è gratuito, e se vieni in coppia, paghi le prime due bevute al prezzo di una!

 

VENERDI’ 19 OTTOBRE, ORE 21:00

 

Teatro C e Premio Piero Ciampi presentano

PRESENTAZIONE DEL DISCO

COSA RESTA DI PIERO CIAMPI”

Venerdì 19 ottobre, ore 21:00 Teatro C

INGRESSO GRATUITO

Livorno. Venerdì 19 ottobre ore 21.00, in occasione della diciottesima edizione del Premio Ciampi, il Teatro C è orgoglioso di ospitare la presentazione del cd Cosa resta di Piero Ciampi, un album di cover del grande cantautore livornese, registrate durante le passate edizioni del celebre premio musicale che da quasi più di vent’anni ricorda e celebra il genio di un artista troppo spesso incompreso, scomparso prematuramente nel 1980: Piero L’italiano.

Alla serata, un vero e proprio party all’insegna della buona musica, parteciperanno molti degli artisti che hanno preso parte alla raccolta: Ginevra Di Marco, John De Leo, Paola Turci, Nada, Cristina Donà, Gatti Mezzi, Working Vibes, Rossella Seno, Sinfonico Honolulu, Debora Petrina, Sara Loreni, Voc&piano, Gina Fabiani Trio, Saradeivetri, Antonio “Rigo” Righetti, Underfloor e Michela Lombardi. Una squadra vincente riunita sul palco del Teatro C di Livorno per rendere omaggio a un artista irriverente e iconoclasta, unico nel panorama della musica d’autore italiana.

Più voci, dunque, al servizio di un solo grande cantautore. Grazie a questa iniziativa, l’intera opera di Ciampi, già straordinariamente attuale, si avvicina ancor più ai nostri tempi attraverso un simbolico confronto fra i diversi linguaggi espressivi impiegati dai musicisti coinvolti, senza perdere un briciolo della purezza poetica che la caratterizza. La forza di Piero Ciampi sta proprio nella sua innata capacità di rivolgersi a differenti generazioni di musicisti che ancora oggi si avvicinano alle sue canzoni con grande deferenza, e spesso, come in questo caso, i risultati sono eccellenti: ottime rivisitazioni personali che difficilmente scadono nella semplice interpretazione del brano. Da questo intreccio di sentimenti, emozioni e confronti artistici, nasce una compilation che punta a valorizzare un patrimonio culturale, quello di Ciampi, che il sistema discografico italiano ha vergognosamente emarginato in più di un’occasione.

Non soltanto un cantautore, musicista, ma un vero poeta Piero Ciampi, nato nel settembre del 1934 in un piccolo appartamento del quartiere popolare Pontino. Livorno sarà sempre al centro delle sue canzoni, un porto franco di anime perdute, proprio come la sua. Il vino, gli amori, i dolori di una vita vissuta fuori dagli schemi. Tutto questo il fulcro di una discografia eccentrica e spiazzante. Piero viveva a modo suo, sempre e comunque, ispirato dalla vita stessa osservata dal fondo di una bottiglia.

Dal 19 al 27 ottobre, torna a Livorno il concorso dedicato al poeta e cantautore Piero Ciampi. Per l’occasione, venerdì 19 ottobre alle ore 21:00, il Teatro C inaugura la rassegna ospitando la presentazione/concerto Che cosa resta di Piero Ciampi. Ospiti importanti, ottima musica d’autore e, ovviamente, l’insuperabile poesia di Piero Ciampi. Una grande iniziativa per la città di Livorno che, grazie a questa incredibile serata, torna a stringersi attorno a uno dei suoi artisti più amati.

 

Premio Ciampi Città di Livorno
18° edizione – 19-27 ottobre 2012
Info tel. 0586.892984 – www.premiociampi.it

 

 

SABATO 20 OTTOBRE, ORE 21:30

 

TeatroC Prosa presenta

La Bottega del Verrocchio e il Consorzio Teatranti Indipendenti

presenta

Padre Pio – Una storia falsa

Sabato 20 ottobre ore 21:30 Teatro C

INGRESSO € 8

C’è una spessa linea di demarcazione che separa le parole inganno e illusione. PADRE PIO – una storia falsa si sviluppa proprio attorno a questa linea mostrando agli occhi dello spettatore i frammenti di una verità vista di sfuggita in un incubo delirante.

Livorno. PADRE PIO – una storia falsa, in scena al Teatro Csabato 20 ottobre alle ore 21:30, racchiude uno spaccato del nostro paese che pochi avrebbero saputo allestire su un palco teatrale con coraggio e divertita determinazione. L’opera affronta religione e società, soffermandosi sul culto di un sant’uomo, Padre Pio, amato e conosciuto in tutto il mondo. Lo fa utilizzando un’ironia intelligente, frutto di uno sguardo attento ai fenomeni sociali e mediatici dell’Italia più bacchettona. E’ proprio questo tipo di approccio che rende l’opera interessante e genuina. Che abbassi pure il tono di voce chi che già gridava alla blasfemia senza neanche averlo visto.

L’autore, il livornese Francesco Biondi, prende spunto dalle vicende meno note della storia del santo, stravolgendone la forma, ma non la sostanza, per costruire un dramma che si sviluppa dal satirico al grottesco al tragico. Padre Pio viene dunque emarginato dalle scene per essere osservato come puro fenomeno mediatico da analizzare con un certo distacco, con quella deferenza laica che permette una maggior attenzione al dettaglio, a ciò che può apparire talvolta eccessivamente costruito

La storia dello spettacolo si muove intorno a un regista che potremmo definire il Creatore del ”fenomeno Pio”, Felice Brunatto ovvero Filippo Scarparo, un personaggio volutamente caricato, grottesco a tratti, trasfigurato al punto da apparire come la parodia di uomo di potere all’apice della sua decadenza morale. Gli altri personaggi che gli orbitano attorno sono il sindaco Cicillo Morcaldi/ il direttore artistico/ il commerciante/ il mendicante tutti interpretati dall’attore Marco Bruciati, Pietro/Maria di Maggio, Annalisa Matarazzo e Monsignore Ruotolo, Giorgio DeSantis.

Lo spietato Felice Brunatto vive a metà fra il sogno e la veglia, realtà e follia. Con quella congenita spinta che muove ogni personaggio tragico, da Euripide a Shakespeare, egli cercherà di contrastare con forza il destino che vuole separarlo dalla sua creatura, Padre Pio, icona della bontà e della purezza. Il Bene incarnato sulla Terra. Accanto, l’Uomo, sempre pronto a mitizzare la vita di personaggi storici assurti a leggende solo per farne un mero caso mediatico, travisando il più delle volte la vera realtà dei fatti e, come in questo caso, il significato profondo che si cela dietro il mistero della fede.

La regia di Jonathan Freschi intende far luce su queste dinamiche sociali in una messinscena paradossale, un teatro nel teatro, catapultando lo spettatore da una dimensione all’altra senza dargli punti di riferimento.

PADRE PIO – una storia falsa, in scena al Teatro C sabato 20 ottobre, ore 21:30, patrocinato dall’UAAR, Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti, non è uno spettacolo giornalistico: non è sua intenzione soffermarsi su date e cifre, bensì vuole seminare dubbi e incertezze, mettendo lo spettatore davanti a quel misterioso sentimento chiamato “fede”.

Uno spettacolo divertente, ironico, ricco di spunti riflessivi capaci di aprire dei varchi di consapevolezza che ci permettono di sdrammatizzare con ironia argomenti delicati, “sacri”, ritenuti troppo spesso inoppugnabilmente intoccabili.

INGRESSO 8 EURO

 

PADRE PIO – UNA STORIA FALSA

di Francesco Biondi

 

con Filippo Scarparo, Anna Lisa Matarazzo, Marco Bruciati, Francesco Biondi

special guest: Arditi di Pio

 

suoni: Giorgio De Santis luci e video: Alessio Tanchis scenografie: Paola Montalto

regia Jonathan Freschi

 

con il patrocinio dell’ UAAR, Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti

DOMENICA 21 OTTOBRE, ORE 17:00

TeatroC BAMBINI, Ars nova e Pilar Ternera presentano

 

Aria

Scritto e diretto da Silvia Lemmi

In scena al Teatro C domenica 21 ottobre, ore 17:00

Che succede ogni giorno sopra la nostra testa? Dove finiscono i palloncini che salgono in cielo? Di che materia sono fatte le nuvole? Chi produce il vento? Da dove viene la pioggia? Chi accende e spenge le stelle? Queste sono le domande e i pensieri di Alice, una bambina che nutre un grande sogno: volare e dunque esplorare il cielo. Sicura che il cielo sopra le nostre teste sia popolato da personaggi misteriosi che lavorano in grandi fabbriche sopra le nuvole dove si produce l’aria, girare la terra e soffiare vento caldo e freddo, Alice decide di investigare e di realizzare così il proprio sogno. “Con i sogni si può arrivare ovunque, basta avere la testa per aria e i piedi per terra!” le diceva sempre suo zio Beppe. Perciò, basta lasciarsi andare per farsi trasportare dai sogni.

Aria è più di uno spettacolo per bambini; è un viaggio esaltante fatto di suoni, colori e fantasia incorniciato in un video d’animazione dove strani personaggi e paesaggi onirici stimolano l’immaginazione dei bambini e allo stesso tempo spiegano in forma ludica i cicli naturali del mondo di sopra, e quello di sotto.

Lo spettacolo scritto e diretto da Silvia Lemmi e interpretato dalla stessa Lemmi e Valeria Paoli vi aspetta domenica 21 ottobre alle ore 17:00 sul palco del Teatro C. La regia, animazioni e montaggio video a cura di Alessio Tanchis; i disegni sono di Giordana Vassena. Ai suoni e agli effetti sonori Giorgio De Santis

 

INGRESSO € 5

Informazioni e prenotazioni

TeatroC

via G.M Terreni, 5 – Livorno

tel. 0586 400391

www.teatroc..net

Ufficio Stampa TeatroC

Filippo Infante

E-mail: ufficiostampa@theatralia.net

Phone:+39 3339052254

Skype: Filippo Infante

 

LEAVE A REPLY