Testa di Rame

0
228
Condividi TeatriOnline sui Social Network

scritto da Gabriele Benucci e Andrea Gambuzza

con Ilaria Di Luca e Andrea Gambuzza

regia Omar Elerian

produzione Associazioni culturali Orto degli Ananassi e Acab

elementi scenografici Stefano Pilato

ambienti sonori Giorgio De Santis

disegno luci Maria Cristina Fresia

costumi Adelia Apostolico

maschere Emidio Bosco

Torna a Roma dopo l’incursione di fine estate alla V edizione del “Festival Teatrale Pigneto” diretto artisticamente da Martino D’Amico e Roberto Valerio, Testa di Rame, scritto da Gabriele Benucci e Andrea Gambuzza, diretto da Omar Elerian e interpretato da Ilaria Di Luca e Andrea Gambuzza. Il contesto in cui si sviluppa lo spettacolo è la Livorno del 1945. A pochi anni dalla Liberazione, in una città tutta da ricostruire, Mario Cavicchi detto “Scintilla”, palombaro innamorato del mare e delle sue profondità, vive con Rosa, moglie impulsiva, gelosa e caparbia. Impigliati nella loro libecciosa storia d’amore, si agitano finanzieri e contrabbandieri, gente di Borgo, Americani e “segnorine” che spingono i due protagonisti ad un’immersione nel mistero dei loro sentimenti.

Per una serie di equivoci e di imprevisti Scintilla e Rosa si trovano rispettivamente in un ufficio della finanza sotto stato di fermo, per un recupero che scopriremo non essere andato esattamente secondo i piani e su un autobus di ritorno a casa in piena notte dopo una serata straordinariamente movimentata. Nell’arco della storia i due faranno i conti con le proprie paure e i propri sentimenti e coinvolgeranno il pubblico in un viaggio attraverso la riscoperta del legame che li unisce.

Partendo dalla raccolta di materiale documentario e interviste con i protagonisti e i testimoni dell’epoca, gli autori danno vita a una pièce teatrale sulla vita e le vicissitudini dei palombari, figure fra le più importanti, anche se meno celebrate, della vita portuale del dopoguerra livornese. Il risultato è un affresco sociale, popolare ed estremamente vivo, delle condizioni di vita di questi piccoli-grandi eroi comuni, proiettato sullo sfondo della storia d’amore.

Lo stile proposto è quello del teatro di narrazione, tinto per l’occasione dei colori vivaci della commedia d’amore, in cui i monologhi dei due protagonisti, rivolti ad un interlocutore “invisibile” che non tarda ad incarnarsi nel pubblico, si alternano all’azione per mezzo di un montaggio narrativo ai limiti del cinematografico.

Il testo è scritto in dialetto livornese, scelto dagli autori per restituire una dimensione popolare alla storia e per esplorarne le potenzialità espressive, liberandolo dal “travestimento vernacolare” in cui si è spesso trovato intrappolato.

GLI AUTORI

Gabriele Benucci si forma inizialmente come attore e ideatore culturale presso l’allora Centro di Ricerca e Sperimentazione Teatrale di Pontedera, l’Atelier della Costa Ovest e la stessa Armunia. Quindi è per quindici anni tra i responsabili della cooperativa culturale Theatralia di Livorno. Successivamente si specializza nella progettazione europea in ambito artistico e non solo. Attualmente scrive per il teatro ed è autore di saggi e racconti che hanno ottenuto riconoscimenti nazionali. Tra i titoli dei suoi testi per la scena “Ex Voto”, “Guidocabaret”, “Chanson indi-geste”, “Moresca”.

Andrea Gambuzzasi forma alla “Ecole Internationale de Theatre Jacques Lecoq” a Parigi.Lavora per la Giordano ne “L’Orlando” di V. Woolf e per Massimo Castri ne “IL MISANTROPO” di Moliere, e tra gli altri con Luciano Damiani Alessio Pizzech Pietro Bontempo Gabriele Pignotta.

È autore di “PERSEUS”, “Purple Fish productions”, che debutta al Londra, Fringe Festival (Canada) a maggio ’04. Per “Riccardo alla Terza” vince il Premio “Nino De Reliquis” 2009 (presidente di giuria Massimo Paganelli, Armunia Costa degli etruschi) e nel 2008 ha la Segnalazione della Giuria per il Premio Hystrio alla Vocazione.

IL REGISTA

Omar Elerian, italo-palestinese, vive e lavora a Londra ed è Direttore Artistico Associato del prestigioso Bush Theatre. Cresciuto a Milano, dove si è laureato in Storia del Teatro e dello Spettacolo, ha successivamente frequentato l’Ecole Internationale Jacques Lecoq di Parigi (2003/2005) e lavorato in tutta Europa come regista e creatore in diverse compagnie internazionali.

Nel 2010 firma la regia di “You’re Not Like Other Girls Chrissy” scritto e interpretato da Caroline Horton, vincitrice del premio Best Solo Performer al Festival di Edimbugo.

In Italia ha lavorato con la compagnia Orto degli Ananassi su tre produzioni: Satellitudini (2007), Acari (2008) e Testa di Rame (2010).

GLI ATTORI

Ilaria Di Luca nasce nel 1973 a Livorno e si diploma nel 1997 presso la scuola del Teatro Stabile di Torino diretta da Luca Ronconi.

Lavora in teatro con Luca Ronconi, Pier’Alli, Rem & Cap, Taddeus Bradietckj, Debora Debois, Pietro Bontempo e Benedetta Buccellato e nel cinema indipendente collabora con Silvio Soldini, Peter Del Monte e Francesco Calogero, conseguendo vari premi tra i quali: “Premio Migliore interpretazione del 52esimo festival di cinema Valdarno FEDIC 2000” con medio metraggio ”Dietro il Sole” diretto e scritto da D. Bini e F. Bianchi; e “Miglior interpretazione Femminile al festival Cinema indiretta di Saint-Vincent 2000”, con il cortometraggio “Jingle bells”diretto da Michele Di Mauro.

Andrea Gambuzza, anche autore con Gabriele Benucci.

 

Info e prenotazioni info@accentoteatro.com tel: 06/57289812 cell 3332062996

 

Ufficio stampa 369gradi centro diffusione cultura contemporanea

Benedetta Boggio 3332062996 benedetta.bo@gmail.com

LEAVE A REPLY