Teatro della Fortuna (Fano): ecco la nuova stagione 2013/2014

0
232
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoCon l’apertura, sabato 28 settembre, della campagna abbonamenti di FANOTEATRO si dà inizio alla stagione di prosa delTeatro della Fortuna 2013-14, organizzata dall’omonima Fondazione e da AMAT (Associazione Marchigiana Attività Teatrali), con il sostegno di MIBAC e Regione Marche.

Come lo scorso anno, il cartellone 2013/14 è composto da 7 spettacoli (tutti in abbonamento), divisi tra quelli di maggiore successo delle scorse stagioni e le novità più attese, che porteranno nel nostro bellissimo teatro artisti di fama e di talento tra i più amati dal pubblico.

Qualche novità nei servizi. Intanto la scelta del nuovo presidente/sovrintendente della Fondazione Teatro della Fortuna, Manuela Isotti, di abbassare ulteriormente i prezzi dei biglietti rivolti ai giovani (i prezzi di FanoTeatro non subiscono rialzi dal 2002).

Come dichiarato nella conferenza stampa di presentazione dei nuovi vertici del CdA dello scorso 13 settembre, è desiderio della stessa di coinvolgere maggiormente la cittadinanza nelle attività del teatro, con una attenzione ai più giovani tramite proposte che avvicinino il loro mondo a quello della cultura attraverso le porte del teatro. Cominciando con piccole iniziative rivolte anche ai più piccoli. Nasce così Porto a Teatro Mamma e Papà, progetto guidato da Francesca Serallegri, responsabile Settore Didattica della Cooperativa Comedia, che intende far partecipare le famiglie alla programmazione teatrale favorendole con un servizio dedicato ai più piccoli i quali, mentre i genitori sono in sala a godersi lo spettacolo, parteciperanno a laboratori ludico-creativi alla scoperta della magia del Teatro.

Torna FUORISCENA, incontri pubblici con i protagonisti di FANOTEATRO, un’occasione per conoscere meglio gli artisti, il loro lavoro e gli spettacoli che portano in scena (il calendario di questi appuntamenti sarà comunicato al più presto).

La stagione

Si inizia il 19 e 20 ottobre con un classico, IL MERCANTE DI VENEZIA di William Shakespeare, prodotto dal Teatro Stabile di Torino, diretto da Valerio Binasco, anche attore in scena insieme a Silvio Orlando. In questa commedia, tra le più popolari del Bardo, si narra la vicenda di Bassanio, giovane gentiluomo veneziano, del suo amico Antonio e di Shylock, usuraio ebreo che, alla mancata restituzione del prestito concesso al giovane e garantito dall’amico, chiede come risarcimento una libbra della carne di quest’ultimo. Una pièce divertentissima che lascia però anche un profondo disagio. Una storia sulla persecuzione della diversità di cui Shylock è vittima, secondo il regista Binasco, non in quanto eretico o ebreo ma in quanto ‘outsider’.

Il 9 e 10 novembre Stefano Artissunch dirige e interpreta un classico della commedia americana del ‘900, A PIEDI NUDI NEL PARCO di Neil Simon, scritto e messo in scena per la prima volta nel 1963 e poi diventato il film di enorme successo che tutti ricordano con Robert Redford e Jane Fonda. Protagonista una coppia di freschi sposi (Artissunch e Vanessa Gravina) che iniziano la loro avventura coniugale in un minuscolo appartamento, ultimo piano, senza ascensore, nel centro di New York. La “stretta” convivenza e la presenza un po’ invadente della suocera di lui, interpretata da Valeria Ciangottini, metteranno a dura prova l’avvio del ménage.

Il 23 e 24 novembre, ILIADE; il poema di Omero messo in scena dal Teatro del Carretto evoca la grande giostra eroica, portatrice di umana tragicità. L’incontro con l’ampio orizzonte omerico è spoglio di panorami o

ambientazioni e pieno di uomini e dei. Così, in un’aria di mare, cicale e bronzi, l’attore perpetuamente in bilico tra sovrumana forza e morta carne trascinata, caricandosi di corazze e scudi straripanti di vittime in bassorilievo, assume sembianze d’eroe in un artificio teatrale senza retroscena. Uno spettacolo da non perdere, nato nel 1988 e che ha segnato generazioni di spettatori. Venticinque anni di vita, di conferme e di grandi successi.

A ridosso del Natale, il 21 e 22 dicembre, un cast internazionale per una spumeggiante commedia degli equivoci. Gianluca Guidi e Gianluca Ramazzotti sono i protagonisti di BOEING BOEING di Marc Camoletti, un duo esplosivo di grande comicità affiancato da Ariella Reggio, una delle Zie della fiction Tutti pazzi per Amore, e dalle tre splendide “hostess” Marjo Baratasegui, Ela Weber e Barbara Snellenburg. Il tutto condito dalla regia di Mark Schneider in una rivisitazione dal vecchio sapore anni Sessanta.

Il nuovo anno riporta al Teatro della Fortuna Leo Gullotta, protagonista, il 4 e 5 gennaio, di PRIMA DEL SILENZIO di Giuseppe Patroni Griffi, spettacolo prodotto dal Teatro Eliseo e diretto da Fabio Grossi. Il drammaturgo e regista napoletano scrisse questa pièce nel 1979 per Romolo Valli, grande attore e amico, che morì stroncato da un incidente stradale durante la tournée. Il delicato e intenso testo viene ora affrontato da un poliedrico Leo Gullotta nei panni di un vecchio poeta solitario che si è lasciato tutto alle spalle e che vivrà la convivenza con un giovane come occasione per lanciare un ponte dialettico e di esperienza verso un futuro che non gli appartiene. Uno spettacolo tagliente e dal ritmo incalzante.

La stagione si chiude con due veri beniamini del grandissimo pubblico.

Reduce dallo strepitoso successo della fiction sul grande Domenico Modugno, il protagonista Giuseppe Fiorello ha deciso di non staccarsi dal “personaggio” portandolo in teatro con uno spettacolo dal titolo PENSO CHE UN SOGNO COSÌ… che sarà a Fano il 20 e 21 marzo. Scritto a quattro mani con Vittorio Moroni, regista e sceneggiatore, “sarà un omaggio personale e affettuoso – spiega Fiorello – ad un ragazzo del Sud che, come me, ha inseguito sogni e passioni: il cinema e la musica. Un viaggio nella sua vita e l’occasione per raccontare storie e personaggi di un tempo passato felice”.

Il 5 e 6 aprile Massimo Ranieri rende invece omaggio ad un caposaldo del teatro napoletano con VIVIANI VARIETÀ, spettacolo prodotto da Teatro della Pergola e Gli Ipocriti e diretto da Maurizio Scaparro. Nel 1929 sul piroscafo Duilio, Raffaele Viviani attraversa l’oceano da Napoli a Buenos Aires con la sua compagnia di attori e musicisti. Nella lunga traversata mette in prova lo spettacolo destinato a cercar fortuna nell’orizzonte di promesse e speranze del nuovo mondo, ma il vero debutto avverrà col pubblico degli emigranti imbarcati sulla nave per festeggiare la notte del passaggio dell’Equatore. Lo spettacolo ricompone la galleria di ritratti in musica che Viviani ha disseminato nelle sue opere, riunendo nelle sale di terza classe del Duilio il popolo vitale e dolente degli scugnizzi, degli ambulanti, delle prostitute e della povera gente per farne i protagonisti e gli spettatori del suo varietà popolare.

Campagna Abbonamenti 2013-14

1] Gli abbonati della stagione ‘12-‘13 possono esercitare il diritto di prelazione dal 28 settembre al 5 ottobre 2013 (domenica esclusa). 2] I nuovi abbonamenti sono in vendita dal 7 al 12 ottobre 2013 (domenica esclusa).

Ogni persona può acquistare, in una sola volta, non più di quattro abbonamenti. Gli abbonamenti sono acquistabili solo presso il botteghino del Teatro della Fortuna nei seguenti orari: tutti i giorni esclusi i festivi 17.30 – 19.30, mercoledì e sabato anche 10.30 – 12.30.

Biglietti e info

I biglietti di tutti gli spettacoli sono in vendita dal 22 ottobre 2012 attraverso: 1] Botteghino Teatro della Fortuna, Piazza XX Settembre, 1, 61032 Fano (PU), tel. 0721.800750, fax 0721.827443, botteghino@teatrodellafortuna.it. 2] Biglietterie Circuito AMAT di Pesaro, tel. 0721.1836768; per info altri punti vendita Circuito Amat, tel. 071.2072439. 3] vendita online www.vivaticket.it o attraverso Pagine Gialle chiamando il numero 89.24.24.

 

Inizio spettacoli

Giorni feriali ore 21.00 – domenica ore 17.00.

www.teatrodellafortuna.it

 

———————————-

Fondazione Teatro della Fortuna

andreina bruno | ufficio stampa
uff. 0721.827092 | mob. 333.2930951

bruno.andreina@gmail.com

 

LEAVE A REPLY