Teatro delle Spiagge (Firenze): ecco la nuova stagione 2014/2015

0
541
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoNel 2015 il Teatro delle Spiagge festeggia i suoi primi cinque anni.

Ha aperto le porte nel 2010 affacciandosi alla città con il suo primo cartellone, la scuola di teatro e tutta l’attività della Compagnia Teatri d’Imbarco.

Il primo pensiero oggi è un pensiero di gratitudine.

Gratitudine verso gli artisti, che fin dall’inizio hanno creduto in questo teatro sul tetto di un supermercato di periferia e hanno portato qui le loro storie e i loro talenti. Verso tutti gli allievi della Scuola di Teatro l’Imbarco, grandi e piccini, che quotidianamente rinnovano in questo luogo l’entusiasmo e l’allegria del giocare al teatro. Verso le scuole della città, che continuano a scegliere di portare qui al mattino tanti bambini e ragazzi.

E gratitudine verso tutto il pubblico che, sempre più numeroso, ogni anno s’imbarca con noi per viaggiare dentro nuove storie.

Come Residenza Artistica della Regione Toscana, il Teatro delle Spiagge compie invece il suo primo anno d’età.

E anche qui un grazie per un riconoscimento istituzionale che ha sposato e sostiene la nostra vocazione originaria e aiuta Le Spiagge a crescere sempre di più come piccola casa d’arte, sempre aperta per sperimentare, studiare e produrre cultura.

La nostra compagnia Teatri d’Imbarco vive al Teatro delle Spiagge proponendo le linee poetiche che guidano tutta l’attività. Ci permettiamo quindi anche un grazie a tutti i soci e i collaboratori che lavorano ogni giorno con bella energia, positività e tanto coraggio.

Compagnia Teatri d’Imbarco

—————————

Per il quarto anno la Stagione del Teatro delle Spiagge (Firenze) prende avvio in occasione della Festa Toscana. Una doppia festa che quest’anno ne incontra una terza: le celebrazioni per il 450°anniversario dalla morte di Michelangelo Buonarroti. Si parte infatti il 29 novembre (in replica il 30) con l’ultima produzione di Teatri d’Imbarco Il volo di Michelangelo. Lo spettacolo ha debuttato per l’Estate Fiorentina 2014 in collaborazione con Accademia delle Arti del Disegno. Un racconto teatrale per voce e violoncello. Un breve volo nella vita d’un mito. Quasi una fiaba popolare, a volte poetica, a volte ironica. Per ripercorrere tutto d’un fiato il mistero concretissimo del genioindiscusso dell’arte universale. Un invito alla conoscenza. In scena Beatrice Visibelli, Marco Natalucci e Ginevra Pruneti al violoncello. Testo e regia Nicola Zavagli.

Nell’occasione il foyer del teatro ospiterà la mostra fotografica Michelangelo:Immagini dell’800, con la consulenza scientifica dell’Accademia delle Arti del Disegno, la più antica Accademia di Belle Arti del mondo, fondata a Firenze nel 1563.

Come ogni anno la Stagione sarà caratterizzata da una forte attenzione alla drammaturgia contemporanea, alle scritture originali oltre che ai progetti in residenza. Ed è proprio il caso di questa prima ospitalità: il 5 e 6 dicembre Compagnia Teatrodilina in Banane (quasi un road movie per quattro attori, un cane e alcune casse sparpagliate). Dopo il successo di Zigulì, un nuovo lavoro per la prima volta a Firenze. Tra gli attori e fondatori di questa giovane Compagnia il premio Ubu per il teatro (2010) Francesco Colella. Con lui in scena ci saranno: Leonardo Maddalena, Aurora Peres e Mariano Pirrello. Testo e regia Francesco Lagi. I personaggi sono animati da una cifra realistica ma leggermente strabica. Sono silenziosi, malinconici e marginali, vorrebbero stare al centro delle cose che gli capitano ma riescono solo a sfiorarle, come in un vecchio film in bianco e nero di Jim Jarmusch.

Ed ancora nuova drammaturgia e grande divertimento. Tornano infatti alle Spiagge gli Omini. Già ospiti, con grande successo, delle prime due Stagioni, il 13 dicembre saranno in scena con La famiglia Campione. Lo spettacolo di Francesco Rotelli, Francesca Sarteanesi, Giulia e Luca Zacchini nasce in collaborazione con Fondazione Teatro della Pergola e con l’Associazione Teatrale Pistoiese. La famiglia Campione è l’ultimo punto, la meta di un lungo percorso, il risultato finale del progetto “Capolino”. Un anno di incontri con gruppi di giovani e di riflessioni sulla famiglia. Uno sguardo dentro una casa, dentro una famiglia, campione di tante famiglie, un’ora di generazioni a confronto e di tentativi a vuoto di comunicare, con i figli che muovono tutto. E nemmeno lo sanno.

Il 21 dicembre festeggiamo l’arrivo delle Feste con Natale alle Spiagge! In collaborazione con il Consiglio di Quartiere 5. Dopo il grande successo degli anni passati torna la formula del gioco/fiaba per i bambini che trasforma i giovani spettatori in attori…anche solo per un giorno! Per partecipare come attori allo spettacolo i bambini dovranno prenotarsi per il laboratorio (gratuito) che si svolgerà il giorno stesso dalle ore 10.30 alle 12.30 per prepararsi a questa avventura. Alle 16.30 andrà in scena Babbo Natale sotto l’ombrellone. È possibile assistere allo spettacolo anche solo come spettatori. E a seguire, merenda natalizia per tutti. Per questo appuntamento la prenotazione obbligatoria per il laboratorio e fortemente consigliata per lo spettacolo. L’ingresso sarà a prezzo speciale: 1€. La giornata dedicata al Natale si chiuderà con ancora risate e divertimento alle ore 21 con In scena con… pillole di divertissement sul comico e dintorni con gli allievi adulti della Scuola di Teatro l’Imbarco guidati da Vania Rotondi e Anna Meacci. La prenotazione è fortemente consigliata anche in questo caso.

Gli appuntamenti di cartellone riprenderanno poi venerdi 9 e sabato 10 gennaio. E si riparte con la danza, altro filone della programmazione. In scena due compagnie, due linguaggi e stili diversi che proporanno, in anteprima assoluta, due nuove performance nate in residenza al Teatro delle Spiagge: Clam Cafè in L’ospite di Paola Corsi con Silvia Assirelli e Paola Corsi. A seguire Compagnia ThisHarm in Nasgrovie (come vi vo in c**o e porto tre). Coreografia di Valerio LeftArm Bellini con Agnese Bifoli.

Giovedi 15 gennaio in scena uno spettacolo prodotto da Emergency: Viaggio italiano – Emergency programma Italia. Testo e regia Patrizia Pasqui, con Mario Spallino. “Come sta l’Italia?” Ce lo racconta un attore che viaggia da nord a sud, in compagnia di medici, infermieri, migranti e nuovi poveri. Le storie raccontate in questo spettacolo sono tutte vere e ogni riferimento a fatti e persone è assolutamente volontario.

Ed eccoci al primo appuntamento con il teatro ragazzi. Altro grande filone dell’attività di produzione e ospitalità targata Teatri d’Imbarco. Domenica 18 Compagnia Adarte, in collaborarazione con Teatri d’Imbarco, presenta Blu Odissea. In viaggio con Ulisse. Un’Odissea visionaria, raccontata partendo dalle suggestioni delle pitture e delle sculture di Tonino Guerra. Di e con Miriam Bardini e Patrizia Mazzoni. Lo spettacolo è consigliato per bambini dagli 8 anni.

Pier Paolo Pasolini sarà invece il protagonista dello spettacolo in scena venerdi 23 gennaio. Compagnia Teatro O, in collaborarazione con Bubba di Puck, presenta infatti Calderòn. Un dramma in tre atti che ci mostra, con prevveggente capacità pasoliniana, una visione della società e dell’uomo che pochi altri scrittori sono stati capaci di elaborare. La Compagnia Teatro O è una giovane formazione fiorentina guidata da Paolo Papini e Leonardo Turrini. Affiancano al lavoro di giovani drammaturghi i grandi classici come Lorca e Brecht.

Giovedi 29 serata dedicata al Giorno delle Memoria, in collaborarazione con Comunità Ebraica di Firenze, con Cherry Doc’s della Compagnia Teatro dei Conciatori di Roma. Il testo di David Gow racconta il complesso rapporto tra Mike, giovane skin-head accusato dell’omidio di un pakistano, e Dan, l’avvocato ebreo chiamato a difenderlo. La regia di Antonio Serrano è un vero gioco delle parti, dove i personaggi sono lasciati in bilico tra reale natura personale e ruolo sociale, linea sottile che tiene in scacco ciascuno di noi. Lo spettacolo è inserito anche nell’abbonamento Pass Teatri.

Altra Prima Toscana venerdi 6 e sabato 7 febbraio con La coscienza di Zeno spiegata al popolo. Goulash blues explosion. Paolo Rossi firma la regia di questo elettrizzante, provocatorio e scatenato mix di pop, rock, jazz, blues, letteratura e cabaret. A portare in scena tutto ciò non potevano essere che gli irresistibili protagonisti e creatori del Pupkin Kabarett, già ospiti due anni fa alle Spiagge con grandissimo successo di pubblico, al secolo: Stefano Dongetti, Alessandro Mizzi (anche autori insieme a Paolo Rossi), Laura Bussani e i musicisti Franco Trisciuzzi e Riccardo Morpurgo. Lo spettacolo è inserito anche nell’abbonamento Pass Teatri.

Venerdi 13 febbraio altra ospitalità, stavolta di una compagnia toscana: i Gogmagog che porteranno in scena Scherzo ma non troppo. Un progetto di Gogmagog e Stefano De Martin scritto da Virginio Liberti, con Carlo Salvador, regia Tommaso Taddei.Il racconto delle storie di vita di un formidabile venditore, un uomo dall’eloquio funambolesco. Un incontro piacevole e leggero come l’aria. Soddisfatti o rimborsati. Naturalmente si scherza..ma non troppo!

Torna il teatro ragazzi sabato 14 (ore 16.30) e domenica 15 febbraio con Fratelli applausi. Lo spettacolo è stato finalista al Premio Scenario Infanzia 2012. Gli straordinari pupazzi protagonisti dello spettacolo sono realizzati da Laura Landi che cura anche la regia. Lo spettacolo è consigliato ai bambini a partire dai 6 anni.

Gli appuntamenti con la nuova drammatugia incontrano giovedi 26 febbraio Alberto Severi. Già autore del fortunato I Marziani portato in scena da Teatri d’Imbarco. Ospite alle Spiagge sarà il suo monologo Aracne. La protagonista sarà

l’attrice barese Linda Pentassuglia. Una donna, dopo un’operazione chirurgica, si sveglia con la sensazione precisa e sconvolgente di possedere quattro gambe. Un fatto di cronaca incredibile, ma vero. La storia di Arianna-Aracne sovrappone il Labirinto della Ragnatela, mescola il tragicomico al melodramma familiare: per raccontar un grande amore impossibile.

Il mese di febbraio si chiude, sabato 28, con un altro spettacolo di teatro ragazzi (in replica anche domenica 1 marzo): Compagnia Magno Prog presenta La grammatica della fantasia ispirato alle opere di Gianni Rodari. Il testo è scritto a quattro mani da Lorenzo e Michele Baglioni. La regia è di Riccardo Giannini. La fiaba e la fantasia saranno i fili conduttori di questa storia giocosa arricchita da musiche e canzoni originali. L’eta consigliata è dai 6 anni.

Venerdi 6 marzo, serata speciale in occasione della Festa della donna in collaborarazione con Comune di Firenze Q5, Prima Toscana dello spettacolo della Compagnia Beat72 Signorinette. Le donne si guardino dal lasciar tracce di rossetto sulle schede. Di e con Tiziana Avarista, Carmen Giardina, Anna Maria Loliva, Federica Marchettini.
Regia di Nuccio Siano. Quattro italiane di oggi raccontano le battaglie e le vittorie delle italiane di ieri. Per la prima volta a Teatro si parla della grande avventura del voto alle donne in Italia. Signorinette vuole essere un ritratto vivo dell’Italia del ’46 raccontata dal punto di vista delle donne, immergendo il pubblico nell’atmosfera straordinaria di quei giorni, vibrante di speranze e di azioni, appassionata e coinvolgente. Lo spettacolo è inserito anche nell’abbonamento Pass Teatri.

Sabato 14 (ore 16.30) e domenica 15 marzo debutto per la nuova produzione Teatri d’Imbarco per i più piccoli: L’incredibile storia di lupo e capra. Liberamente ispitato a “In una notte di temporale” di Yuichi Kimura. Una delicata e profonda parabola sulla diversità e l’amicizia. Per continuare a lottare contro tutti i pregiudizi. Adattamento e regia Vania Rotondi, con Valentina Cappelletti e Guido Materi. L’età consigliata è dai 3 anni.

I successivi due appuntamenti della stagione saranno invece a cura della Residenza MigraMenti di Badolato (Cz) e della Compagnia Teatro del Carro, nell’ambito del progetto di coordinamento fra residenza teatrali nazionali “Identità e drammatugia”. Sabato 21 marzo, in occasione delle Giornata in memoria delle vittime innocenti di mafia in collaborarazione con Libera Toscana, Anna Maria De Luca porterà in scena Teresa. Un pranzo di “famiglia”. Ricostruire da dentro l’anima di una madre criminale: questa la sfida che Franco Marzocchi ha proposto a Francesca Chirico, autrice del libro inchiesta “Io parlo – Donne ribelli in terra di ‘ndrangheta” e del testo di questo spettacolo diretto da Luca Maria Michienzi. Domenica 22 sarà la volta invece di Bassitalia. Discorso alla terra. Stavolta protagonista dello spettacolo sarà la figura del poeta calabrese Franco Costabile. In scena, oltre ad Anna Maria De Luca, Lucia Cristofaro e Josephine Carioti. La regia è sempre affidata a Luca Maria Michienzi.

L’ultimo appuntamento di marzo sarà sabato 28 con l’anteprima di Ragazzitaliani. Uno spettacolo scritto e diretto da Mario Grossi. “Un thriller arcobaleno” che svela i segreti di un ménage a trois raccontando una storia di marginalità e di amore. Una partitura che sperimenta le tecniche del linguaggio e della comunicazione perfezionate da anni nella docenza di Grossi al Centro Sperimentale di Cinematografia.

Venerdi 10 e sabato 11 aprile un gradito ritorno alle Spiagge. Dopo il grande successo di due stagioni fa, torna la nuova edizione di Indignati. Le prediche di Savonarola cinquecento anni dopo. Un sorprendente lavoro concepito dal drammatugo Stefano Massini affidato a quattro “irriducibili”, forse “scomodi” preti e testimoni fiorentini: don Andrea Bigalli, don Fabio Masi, don Alessandro Santoro e suor Stefania Leda Baldini.

Altro debutto di Teatri d’Imbarco, domenica 12 aprile, con Il ponte di Luciano. Racconti dentro la vita della scuola di Barbiana. Uno spettacolo di teatro ragazzi ispirato a “Il ponte di Luciano a Barbiana” di Michele Gesualdi, realizzato in collaborazione con la Fondazione Don Milani. Un progetto di teatro civile pensato e rivolto ai bambini e ai ragazzi per far conoscere uno spaccato straordinario, un’esperienza unica dalla quale ancora oggi si dovrebbe prendere esempio per costruire una scuola sana, forte e partecipata. L’adattamento dal libro e la regia sono a cura di Giovanni Esposito.

Altra novità in Anteprima: venerdi 17 e sabato 18 aprile con L’aiuto becchino. Tratto dal racconto originale di Giacomo de Bastiani, riadattato per il teatro da Riccardo Sati e diretto da Roberto Caccavo. Nell’ambito del progetto Residenze una giovane formazione alla prova con un testo brillante. Per una nuova drammatugia in lingua toscana.

Si conferma l’appuntamento con il 25 aprile, altra giornata mai dimenticata nella nostra programmazione, nel 70°esimo anniversario della Resistenza. Anche per questa stagione abbiamo scelto di parlare di Resistenza attraverso gli occhi delle donne. Alle ore 18 conferenza a cura di Matteo Mazzoni, storico e direttore dell’Istituto Storico della Resistenza in Toscana: Appassionate, determinate, violentate. Le donne italiane tra guerra totale, resistenza, immediato dopoguerra. Alle 18.45 Beatrice Visibelli porterà in scena il monologo scritto da Patrizia Pasqui Etiopia detta Pia. Una riflessione sul dopoguerra ambientata nella località “Tombolo”, tra Livorno e Pisa. Etiopia, detta, Pia ci racconterà in modo divertente e commovente le conseguenze della guerra. Alle ore 20 apericena a buffet e infine, alle ore 21, torna Cantata di donne e di guerra. Le attrici della Compagnia Teatri d’Imbarco e il coro delle Musiquorum, diretto da Maria Grazia Campus, daranno vita ad un concerto/spettacolo dove si alterneranno cori della tradizione popolare, sociale e politica ai racconti delle protagoniste delle Resistenza fiorentina.

Gli ultimi appuntamenti della stagione saranno ancora ricchi di novità e anteprime.

E cominciamo proprio da Anna Meacci che venerdi 8 e sabato 9 maggio debutterà con il suo nuovo spettacolo: Ma il “Che” giocava nel Brasile? Un altro calcio è possibile. Un difficile e controverso rapporto con il calcio che magicamente si scioglierà alla vista di un calciatore alto, bello e barbuto che festeggiò un goal con il pugno alzato. L’anno era il 1982. Quello del Mondiale. E lui era Socrates Brasileiro Sampaio de Souza Vieira de Oliveira meglio conosciuto come Socrates. Il dottore.

Speciale Giornata contro l’omofobia, in collaborarazione con Florence Queer Festival, domenica 17 maggio. Ospite l’attrice Nicole de Leo. Alle ore 18 verrà presentato La persona de Leo N. Un film documentario che testimonia la transizione di genere. Il regista Alberto Vendemmiati ha seguito per oltre cinque anni tutto il percorso di Nicole. Il risultato è un documento unico nel suo genere. Alle ore 21 in scena sarà proprio Nicole con il suo monologo Talk from the wild side. Un interessante punto di vista su omofobia e discriminazioni per risvegliare e risvegliarsi, con ironia e verità.

Chiude la stagione la danza,con un nuovo debutto alle Spiagge della Compagnia Danceorama. Dopo il cinema delle origini, gli angeli di Skelling, stavolta l’ispirazione per il nuovo lavoro del coreografo Luigi Ceragioli, accompagnato dall’attrice Elena Nenè Barini, sono state le straordinarie fotografie di Vivian Maier. Venerdi 22 e sabato 23 maggio Verweile Doch!. Il ritrovamento casuale di vecchie pellicole, frutto dell’attività insospettata di questa bambinaia di Chicago, rivelano un patrimonio di frammenti di vite, attimi fermati sulla pellicola di straordinaria forza e bellezza.

E ancora…al Teatro delle Spiagge:

  • Tutti gli ultimi giovedì del mese – da gennaio ad aprile – 29 gen//26feb//26mar//30apr alle ore 18

A VOCE ALTA. Libri “fuori dal coro a teatro

A cura di Casa editrice Le Piagge con gli allievi della Scuola di Teatro l’Imbarco.

  • Cartellone matinée per le scuole: oltre 20 matinée nell’ambito del progetto “UN MONDO IN CITTA’” V ed. per “Le chiavi della Città” – Comune di Firenze, Ass.to all’Educazione:

19-20/01 Adarte Blu Odissea | 9-10/02 La Contrada, Teatro Stabile Trieste Cenerentola e l’albero magico | dal 18 al 20/02 Teatri d’Imbarco Il ponte di Luciano | dal 23 al 26/02 Diesis Teatrango Plop, il gufo che aveva paura del buio |

2-3/03 MagnoProg La grammatica della fantasia | dal 13 al 20/03 Teatri d’Imbarco L’incredibile storia di lupo e capra | 24-25/03 Teatro Popolare d’Arte Corvo Blu.

  • Torna a giugno SENSI IN MIGRAZIONE. Feste artistiche multietniche.

A cura di Teatri d’Imbarco e Cultcube.

Tre giorni di musica, cibo, letteratura, spettacoli dedicati al tema della multicultura. Il programma sarà disponibile a maggio.

  • SCUOLA DI TEATRO al Teatro delle Spiagge: ancora aperte le iscrizioni ai nostri corsi 2014/15 per adulti, bambini e ragazzi!

  • Apertura del BAR DEL TEATRO gestito da Equazione. Bottega delle Economie Solidali.

LEAVE A REPLY