Jammin’ 2019: ecco gli appuntamenti del 17 e 18 settembre

All’Auditorium Parco della Musica, Roma

0
158

Jammin' 201917 settembre 2019

Foolish Night

Highatta | X Guitars| ILoVePiZzA

feat. Serena Brancale

Highatta

Realtà musicale nata nel 2018 fra le mura del Bdr Studio da unidea di Federico Murgia e Daniele Ferreri con lintento di rivisitare in chiave moderna le sonorità swing e jazz attraverso lutilizzo di drum machine e loop station. Suonare senza strutture prefissate ed esprimere liberamente i propri pensieri musicali sono le regole di base della loro musica. Dallimprovvisazione è nato un repertorio prevalentemente new soul/jazz/funky, sia strumentale che arricchito da melodie e vocalizzi. Con Flaminia Lobianco voce, Federico Murgia chitarra, Emanuele Bono tastiere, Aurelio Tarabella basso, Luca Taurmino batteria.

ILoVePiZzA

Italia? Oh, I love Pizza! La pizza come elemento di rottura e punto di incontro tra il soul americano e il pop italiano. Otto ragazzi appassionati di jazz ed elettronica in continua sperimentazione, si cimentano in arrangiamenti originali utilizzano loop, synth e sequenze. Dagli E.W.& F. ai Subsonica, da Rosalia a Robert Glasper. Un progetto musicale un pofuori dalle righe al contempo coerente con la musica di oggi, capitanato dallestro creativo di Serena Brancale.

Con le voci di Flaminia Lo Bianco, Elisa Tronti, Francesca Carbonelli, Alessandra Formica (voce e chitarra) e Matteo Bussotti drumpad, Dalila Murano batteria, Nico Rutigliano basso, Alessandro Passi piano e synth.

X Guitars

Originale band composta esclusivamente da chitarre elettriche che rilegge il repertorio della storia del rock italiano ed internazionale attraverso i riff dei più grandi artisti. Dieci chitarre sul palco che suonano, esplodono, si armonizzano e dialogano. Un muro di suono tutto nuovo. Il collettivo è guidato da Diego Cignitti.

———

18 settembre 2019

Tales from the City

Porthos | Matteo Cappella | Cigno

Porthos

Il cantautore Giuseppe Pugliese, in arte Porthos, concentra il suo stile sulla sinergia fra testo e musica, ricercando il suono, larrangiamento e la composizione più inerente e significativa per le parole espresse. Per tale motivo gli stili variano in funzione del testo nellintento di lasciare nellascoltatore un pensiero, ritrovandosi per 3 minuti in un mondo dove riconoscersi, abitandolo con unemozione.

Matteo Cappella

Giovane cantautore, nato a Roma e cresciuto a Bellegra, nel 2012 ritorna nella sua città natale entrando in contatto con diverse realtà musicali della capitale. Tra campagna e città, canzoni e concerti, versi e versacci, pubblica a gennaio 2019 il suo primo lavoro discografico Metropolia, un Context Album, una passeggiata per le vie di una nuova città, la mappatura di 8 quartieri dello spirito metropolitano. Metropolia è la città e ogni pezzo è un quartiere con i suoi personaggi.

Cigno

CIGNO è lo pseudonimo di Diego Cignitti. musicista romano e cantautore. Nel suo live mette radici nelle influenze blues e rock con le quali si è formato come chitarrista e le mescola sapientemente in atmosfere pop, trovando ispirazioni in quello che era il panorama musicale sixties. Il suo sound vola ed è arricchito da una poesia di carattere undergound tipica della realtà indipendente romana. Il suo live si colloca nella contemporaneità, fluttuando in atmosfere rarefatte Vapor Wave”.

———-

Jammin’ 2019

Auditorium Parco della Musica – Teatro Studio Borgna

Biglietto intero: 10

Inizio concerti h 21:00

Biglietti in prevendita su Ticketone

Questo è il nuovo mondo, restituito dai suoi più giovani artisti, in fase con le vibrazioni del nostro tempo, interpreti a-sincroni di una realtà sociale che ogni giorno di più appartiene loro e sempre meno alle generazioni precedenti, in una proiezione evolutiva che deve inevitabilmente esprimerne intenti e ideali”. Stefano Mastruzzi, direttore artistico

Jammin’ è la rassegna promossa dal Saint Louis dedicata ai gruppi emergenti e alla scoperta di nuovi talenti in ogni ambito musicale, giunta alla sua XVII edizione. Sul palco dellAuditorium Parco della Musica di Roma, il Festival sotto la direzione artistica di Stefano Mastruzzi e Francesca Gregori, nel corso degli ultimi 17 anni ha promosso la giovane sperimentazione a livello internazionale e i migliori artisti emergenti italiani, dando spazio alla più variegata offerta musicale di universi sonori.

Anche questanno, unaccurata selezione porta sul palco giovanissimi artisti, jazzisti, cantautori, produttori, compositori e autori che si esibiscono, nel corso di diverse serate, presentando il proprio progetto di musica originale, accanto a straordinari artisti affermati come Serena Brancale, Natalio Mangalavite e Vincenzo Presta.

LEAVE A REPLY