“Ti lascio perché ho finito l’ossitocina” di Giulia Pont

Sabato 30 aprile al Teatro Civico Iris di Dronero

432

La comicità di Giulia Pont esorcizza la fine di una storia d’amore al Teatro Iris di Dronero 

Sabato 30 aprile alle 21.00 presso il Teatro Civico Iris di Dronero andrà in scena “Ti lascio perché ho finito l’ossitocina”, spettacolo con oltre 150 repliche in tutta Italia dell’attrice comica torinese Giulia Pont, inserito ne “Il Teatro fa il suo giro – E le risalite”, la stagione condivisa dei Teatri Civici di Caraglio, Busca e Dronero organizzata da Santibriganti Teatro. 

La fine di una storia d’amore è uno degli eventi più comuni e traumatici della vita di ognuno. Un dramma che spesso si riempie di risvolti involontariamente comici, talvolta assurdi. “Ti lascio perché meriti di più. Ti lascio perché ti amo troppo. Ti lascio ma tu non c’entri. Ti lascio perché non voglio farti soffrire. Ti lascio perché voglio imparare a suonare l’ukulele…” 

Giulia Pont, autrice e interprete, tenterà di guarire il suo mal d’amore sperimentando in maniera folle il potere terapeutico del teatro: il pubblico diventerà il suo terapeuta. L’autrice racconta la propria delusione d’amore, le sue sventure, le sue nevrosi. Cerca risposte scientifiche che spieghino i sentimenti e leniscano la sofferenza. Tra pubblico e attrice si crea subito un rapporto intimo e di forte empatia: riconoscersi nei suoi turbamenti e nelle sue sventure è immediato. Giulia ricrea situazioni e personaggi diversi: la parrucchiera Rosy, psicoterapeuta deludente, il trittico familiare zia-mamma-nonna, prodigo di consigli ottusi e non sollecitati, Silvia, la sfacciata “amica” in comune con l’ex fidanzato, e lui, Stefano, che l’ha lasciata per avere i suoi spazi e potersi dedicare a tempo pieno alla sua nuova passione, l’ukulele. La vendetta, desiderio incontenibile, rimane forse l’unico sollievo possibile e a farne le spese sarà uno Stefano qualunque, pescato a caso tra le prime file. Lo spettacolo, un’ora di monologo arricchito da momenti di improvvisazione, ha un ritmo coinvolgente, scuote, emoziona, diverte e lascia un sapore agrodolce. Un gioco divertente, commovente e catartico. 

“Ti lascio perché ho finito l’ossitocina” è vincitore del Concorso Monologhi Uno di Firenze del 2012, nel 2013 fu Finalista al concorso Attori Doc Asti, Finalista del Premio Alberto Sordi di Faenza e partecipò con grande successo di pubblico al Torino Fringe Festival. 

Per assistere agli spettacoli è consigliabile la prenotazione, chiamando la segreteria di Santibriganti allo 011 645740 o l’Ufficio Turistico Valle Maira di Dronero allo 0171 917080

 

Sabato 30 aprile ore 21.00 – Teatro Iris Piazza Martiri, 5 – Dronero (CN)

Ti lascio perché ho finito l’ossitocina 

di e con Giulia Pont

regia Francesca Lo Bue

disegno luci Luca Carbone

 

La stagione teatrale 2022 “E le risalite” dei Teatri Civici di Caraglio, Busca e Dronero, organizzata da Santibriganti Teatro, è stata realizzata con il sostegno dei Comuni di Caraglio, Busca e Dronero, della Fondazione CRC e della Regione Piemonte.

In collaborazione con In-Box Verde e ARCI.

Santibriganti Teatro aderisce al Comitato Emergenza Cultura.

 

Biglietti: Intero € 15 – Ridotto € 10 – Ridotto extra € 7 – Spettacoli per famiglie: 7 €

 

Modalità di acquisto:

– Prenotazione (solo telefonica):

Santibriganti Teatro – 011 645740 (lunedì 10.30 / 16.30, da martedì a venerdì 14.00 / 18.00)

Caraglio – Biblioteca Civica – 0171 617714

Busca – Biblioteca Civica – 0171 948621

Dronero – Ufficio Turistico Valle Maira – 0171 917080

– Cassa: apertura un’ora prima dello spettacolo

 

Il Teatro fa il suo giro – Stagione 2022 “E le risalite”

Teatro Civico di Caraglio

Via Roma, 124 – Caraglio (CN)

Teatro Civico di Busca

Piazzetta del Teatro, 1 – Busca (CN)

Teatro Civico Iris di Dronero

Piazza Martiri, 5 – Dronero (CN)