Calabria Showcase

a Catanzaro tre giorni di appuntamenti tra teatro, performance, installazioni e momenti di approfondimento

408

Al via “Calabria Showcase”:

a Catanzaro tre giorni di appuntamenti tra teatro, performance, installazioni e momenti di approfondimento

Spettacoli aperti gratuitamente al pubblico. Lo scorso 22 settembre alle 19.30 inaugurazione di “Luoghi sconfinati”, omaggio a Pasolini, lavoro di teatro-architettura ideato da Giancarlo Cauteruccio sulla facciata del teatro Politeama

Esperimento di servizio alle compagnie teatrali calabresi, che vuole dare loro visibilità e creare un’occasione d’incontro con critici e operatori del settore provenienti da tutta Italia. Al via “Calabria Showcase”. Una finestra sul teatro calabrese, il progetto promosso dalla Fondazione Politeama Città di Catanzaro realizzato in collaborazione con Primavera dei Teatri e Oscenica, che a partire da ieri 22 settembre e sino al 3 ottobre ha iniziato ad animare le città di Catanzaro e Castrovillari con spettacoli, performance, residenze,
installazioni, masterclass e momenti di approfondimento.

Dedicato principalmente agli addetti ai lavori, ma aperto anche al pubblico interessato a scoprire alcuni dei lavori più interessanti della scena teatrale regionale, il “Calabria Showcase” si muove sulla scia delle attività che la Fondazione Politeama in questi anni ha voluto dedicare alla formazione.

«Il progetto nasce dalla collaborazione tra diverse realtà per fare il punto sul panorama teatrale calabrese – dichiara Aldo Costa, direttore generale della Fondazione Politeama –. Un programma articolato, che vedrà protagonisti i lavori di tante compagnie e professionisti della nostra regione, ma anche momenti di incontro e approfondimento. Si parte con queste prime tre intense giornate a Catanzaro, per poi proseguire con una residenza per curatrici e curatori teatrali a Petrizzi e gli ultimi tre spettacoli che andranno in scena a
Castrovillari».

«L’opportunità di una vetrina per le nostre compagnie, all’interno di una mostra-mercato aperta agli addetti ai lavori provenienti da tutta Italia – continua Gianvito Casadonte, sovrintendente della Fondazione Politeama – rappresenta sicuramente una scommessa che vede il Politeama di Catanzaro come riferimento centrale e attrattivo del sistema regionale. Calabria Show Case vuole essere non solo un grande happening, ma anche un momento di riflessione e di condivisione sulle potenzialità offerte dal territorio”.

Dal 22 al 24 settembre, 9 spettacoli, tra il Teatro Comunale e il Politeama, e una performance itinerante, per una tre giorni ricca di appuntamenti che spaziano dal teatro ragazzi al teatro civile, ma anche visite guidate al Mudiac – Museo diffuso di arte contemporanea di Catanzaro (23 settembre alle 17) e al parco della Biodiversità Mediterranea (24 settembre alle 17:00); un momento di incontro e confronto tra le
compagnie dello Showcase e gli operatori; una masterclass sul cinema e sul teatro con l’attore Francesco

Colella; un incontro intergenerazionale su come sta cambiando il mondo del teatro italiano dal punto di vista delle dinamiche organizzative tenuto da Mimma Gallina e una tavola rotonda con gli operatori culturali calabresi.

Il 22 settembre alle 19:30 c’è stata l’inaugurazione di “Luoghi sconfinati”, il progetto di Teatro studio Krypton, ideato e diretto da Giancarlo Cauteruccio. Un lavoro di Teatro-architettura per Pier Paolo Pasolini nel centenario della sua nascita, che interverrà sulla facciata del teatro Politeama, reinterpretando alcune suggestioni che caratterizzano la città calabrese e incastonando l’architettura come segno dirompente per sorprendere, spiazzare e generare un vero e proprio sconfinamento linguistico. Un evento straordinario che
proprio oggi 23 settembre avrà una dedica speciale, quella di Giancarlo Cauteruccio a Marcello Walter Bruno, intellettuale visionario e docente dell’Unical prematuramente scomparso, proprio nel giorno in cui avrebbe compiuto il suo 70° compleanno.

In programma ogni mattina alle 11 al teatro Politeama, tre spettacoli dedicati ai più piccoli: giovedì 22 settembre è andato in scena TeatroP con Il pifferaio magico per la regia di Piero Bonaccurso, mentre venerdì 23 il Centro Rat – Teatro dell’Acquario presenta Che fa sua maestà…? di e con Francesco Liuzzi e Rossana Micciulli. Ultimo matinée sabato 24 con Storie di pezza, una produzione Teatro della Maruca di e con Angelo Gallo.

Il 22 settembre c’è stato un altro appuntamento anche con Real Heroes (Complesso San Giovanni, ore 17:00) performance itinerante e immersiva scritta e diretta Mauro Lamanna e Aguilera Justiniano e prodotta da Oscenica. In scena alle 19, al Teatro Comunale, gli appuntamenti preserali: La fuga di Pitagora lungo il percorso del sole, polilogo in 10 numeri sulle parole di Marcello Walter Bruno, con le voci di Ernesto Orrico, i suoni di Massimo Garritano e prodotto da Zahir (22 settembre); Scenari Visibili con Il Vespro della
Beata Vergine di Antonio Tarantino, interpretato Dario Natale per la regia di Mauro Lamanna (23 settembre); Cria da Marè, un progetto diretto Emanuela Bianchi e prodotto da Confine Incerto, di e con Anna Macrì (24 settembre).

Alle 21 al teatro Politeama gli spettacoli conclusivi delle giornate: Il Vantone, prodotto da Centro teatrale meridionale, diretto da Domenico Pantano, per la regia di Nicasio Anzelmo (22 settembre), Vite di Ginius, una produzione Libero Teatro scritta, diretta e interpretata da Max Mazzotta (23 settembre), e Teatro del Carro con Spartacu strit viù. Viaggio sulla S.S. 106 ispirato alla lotta di Franco Nisticò scritto da Francesco
Gallelli e Luca Maria Michienzi, che ne cura anche la regia (24 settembre).

Il programma del Calabria Showcase proseguirà il 27 e 28 settembre a Petrizzi (Cz) con una residenza per curatrici e curatori, mentre gli ultimi tre appuntamenti teatrali verranno messi in scena nella città di Castrovillari durante la XXII edizione di Primavera dei Teatri.

Per tutte le informazioni sul programma è possibile visitare il portale https://www.politeamacatanzaro.net/