La luna nel Pozzo sfida la gravità

142

Sarà un sabato ai limiti della gravità quello che aprirà il 4 settembre il fine settimana de “La luna nel pozzo, il Festival internazionale di Teatro di strada che dal 1996 porta l’eccellenza dell’arte performativa nel centro storico di Caorle, borgo veneto sul mare in provincia di Venezia.

Let’s twist again with The black blues Brothers

In Piazza Vescovado aprirà, letteralmente, le danze alle 21.00 la compagnia keniota dei “The black blues Brothers”, che porterà in scena “Let’s twist again” uno show acrobatico e comico, che attinge al periodo d’oro della musica statunitense. Hit memorabili come Twistin’ the night away, Blue Moon, Just a gigolo accompagneranno, salti mortali, esercizi con la corda e numeri ai limiti dell’impossibile. La serata proseguirà poi alle 22.10 con la compagnia francese dei Cirque Entre Nous, in cui acrobazia, danza, teatro e musica si uniscono al punto da diventare una cosa sola, per concludersi alle 23.10 con la satira ad alto tasso di cinismo e assurdità di “Bolle per adulti” di Fabio Saccomani.

Il circo contemporaneo dei francesi Cia Zec

Non sarà da meno Piazza Veneto, dove alle 18.00 e alle 21.50, acrobatica, verticali, giocoleria, clown e musica si incontreranno nello spettacolo di circo contemporaneo “La 8ème Balle” dei francesi Cia Zec. Esplorando millemila stati d’animo con candore d’infante, i protagonisti si lanciano, si ostacolano, cantano, si arrampicano, si aiutano perché l’importante è arrivare insieme ad affermare: sto bene! Da non perdere, alle 21.00, anche il mondo onirico di “Charta” dei Nomaduo, che porterà il pubblico alla meraviglia ed allo stupore in un clima di suspance e pericolo tipici del linguaggio circense.

Galapiat Cirque, un clown anticonvenzionale

Grande attesa per lo spettacolo alle 21.00 in Piazza Matteotti dei Galapiat Cirque, compagnia francese di circo contemporaneo che trae il suo successo dalla collaborazione instaurata tra i quasi 50 membri della squadra. A Caorle porteranno “La Brise de la Pastille”, uno spettacolo anticonvenzionale che vede protagonista un tenero clown del rock’n roll che, accompagnato da un musicista con i piedi per terra, pende dall’alto e guarda disperatamente verso il basso. Spaventato dal trambusto del mondo, cerca, lassù, di mettere un piede davanti all’altro. Passo dopo passo, parola per parola, travolto dall’emozione, come se tutto si stesse mescolando nella sua testa di clown.

Una questione di note e di equilibrio

Alle 18.00 e alle 21.50 sempre in Piazza Matteotti la Compagnia Samovar, tra clownerie, musica e giocoleria, porterà il pubblico alla scoperta del “Banda Storta Circus”, un rocambolesco ensemble di musicisti che coinvolgeranno il pubblico in peripezie musicali e gag incalzanti. Alle 18.50 e alle 22.40 farà invece la sua comparsa un gentiluomo amante della danza. È Philip Sutil, il protagonista di “Equilibrium Tremens” del Tobias Circus. L’elegante protagonista è affascinato dall’idea di equilibrio e vuole sfidare la forza di gravità, rubare la leggerezza per dividerla con il pubblico. Uno spettacolo di equilibrismi e clownerie dal clima surreale in cui si susseguono colpi di scena e trovate inaspettate.

Il festival “La Luna nel Pozzo” è promosso dall’Amministrazione Comunale di Caorle e organizzato dall’associazione culturale Arci Carichi Sospesi di Padova, in partnership con United for busking, network italiano di festival internazionali di arte di strada, riconosciuto e sostenuto dal MiC (Ministero della Cultura) e con il patrocinio della Regione Veneto.

Informazioni e prenotazioni

Tutti gli orari degli spettacoli e il programma del festival sono disponibili sul sito internet https://lalunanelpozzofestival.it e grazie alla nuova App disponibile per Android e IOS.

È possibile prenotare il proprio posto c/o l’Info Festival in Piazza Vescovado, aperto dal 1 al 5 settembre, dalle 16.00 alle 23.00.  È necessario, inoltre, presentarsi nella piazza prenotata almeno 30 min prima dell’inizio degli spettacoli, in caso contrario si perde il diritto al proprio posto. In mancanza della prenotazione è possibile presentarsi presso la piazza scelta non meno di 30 minuti prima dell’inizio degli spettacoli. Verranno sempre lasciati dei posti liberi per chi non è riuscito a riservare i posti.

Tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito e si svolgeranno nel rispetto delle normative per il contenimento della pandemia da Covid-19. In ottemperanza al nuovo decreto-legge verrà inoltre richiesta la certificazione verde Covid-19 (Green Pass).